ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




"I mercenari"


Pagine correlate:

Una gara di tiro, una storia d'amore, un'alluvione.Dei minatori, degli indiani, dei mercenari... Di tutto, di più!

Acqua passata
recensione di Roberto Gianmatteo



TESTI
Sog. e Sce. Moreno Burattini    

Moreno Burattini si conferma, ancora una volta, molto abile nel costruire una storia in perfetto stile nolittiano, utilizzando tematiche molto care al creatore dello Spirito con la Scure. La parte centrale della storia, ifatti, è occupata da una gara di tiro in cui è impegnato anche Zagor e ricorderete certamente le innumerevoli sfide sostenute nei vari raduni dei trapper (una per tutte la storia Le cinque piume, albi n.229/230).

Questa storia ci presenta anche una novità assoluta nel mondo zagoriano: le miniere a cielo aperto e il conseguente sistema idrico di scavo. Anche se risultano essere un po' anacronistiche (soli vent'anni), vanno ad arricchire il già vasto panorama eterogeneo composto da vampiri, energia elettrica, automi giganteschi, armi a ripetizione e a lunghissima gitata, che non avrebbero ragione di esistere nel 1830 e dintorni.

Ricapitolando, Burattini riesce a mescolare temi classici come la gara di tiro o gli indiani che cercano di difendere le proprie terre dall'invasione dei bianchi, con la novità delle "miniere idriche" e di una storia d'amore di cui Zagor è solo spettatore.

"Burattini riesce a mescolare temi classici come la gara di tiro o gli indiani che cercano di difendere le proprie terre dall'invasione dei bianchi, con la novità delle "miniere idriche" e di una storia d'amore di cui Zagor è solo spettatore."    

In fase di sceneggiatura, invece, la storia presenta più di qualche qualche buco. Dove sono, ad esempio, gli indiani Tuscarora? Mi spiego. All'inizio della storia ne vengono uccisi tre; successivamente un altro viene catturato dai mercenari del maggiore Hawes, e riesce a mettersi in salvo solo grazie all'aiuto di Zagor; successivamente ne vengono uccisi altri cinque. Eppure reazioni da parte del resto della tribù neppure l'ombra.
Zagor è spesso fuori dall'azione. L'asse portante della storia, infatti, sembra essere più la love story tra Geena (la donna del saloon) e Matthew (l'ingegnere idraulico). Tanto è vero che è proprio lei a salvare l'ingegnere, permettondogli di avvertire gli ignari cittadini di Fulke Pass del pericolo incombenete sulla città.

Partendo da un buon soggetto, è nata una storia fiacca, priva di pathos. I personaggi di Geena e dell'ing. Percy sono stati ben caratterizzati, mentre altri personaggi com Mr. Quimby e il maggiore Hawes e gli stessi Tuscarora, sembrano messi là solo a far da contorno. Persino Cico, che Butrattini sa muovere al meglio (sempre nel rispetto del solco tracciato da Guido Nolitta), risulta essere completamente fuori scena.

L'alluvione finale, infine, spazza via in fretta tutto ciò che di buono si era cominciato a costruire. L'impressione finale è quella di una storia che avrebbe potuto raccontare meglio gli avvenimenti svolti. Sicuramente qualche diecina di pagine in più avrebbe giovato all'intera vicenda.

Altre considerazioni nella scheda della storia.



DISEGNI
Massimo Pesce    

Massimo Pesce in alcune tavole meriterebbe sicuramente una valutazione più elevata di quella data. In altre. però, si nota ancora una certa immaturità del suo stile. Molte volte, infatti, le anatomie dei personaggi vengono letteralmente strapazzate, soprattutto quando l'autore cerca di disegnare effetti dinamici, tipo una corsa o un combattimento.

Resta comunque il fatto che si tratta di un lavoro estremamente godibile, dovuto probabilmente ad uno stile molto chiaro e lineare. Aspetteremo con ansia la sua prossima fatica zagoriana, in avrà occasione di misurarsi con un grande personaggio del mondo Zagoriano:"Guitar Jim". Ai posteri l'ardua sentenza. (Vedi ZG 427/428)



GLOBALE
 

Negli ultimi tempi le migliori storie di Zagor sono coincise con le varie trasferte dello Spirito con la Scure. Semra proprio che le storie ambientate a Darkwood abbiano perso un po' del loro fascino. Non che quest'ultma storia non sia buona, però ci lascia l'impressione di qualcosa di incompiuto.

Le due cover, poi, non sono niente di eccezionale. Di tutt'altro impatto quello che vediamo in anteprima per il prossimo scontro con Mortimer.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §