<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Calvin e Hobbes" rimuovi

Giovedí, 2 Agosto 2007

  • messaggio da Bea - 02/08/2007 12:55
    Gentile redazione,
    sono una studentessa di lingue e culture moderne che sta realizzando una tesi sulle difficoltà e modalità di traduzione del dialetto o dello slang inglese. Ho pensato di interessarmi della forma fumetto perché penso che non goda ancora della dovuta considerazione all'interno del mondo universitario, anche se penso si tratti di una forma d'arte di grande interesse. Non sono un'esperta, quindi ho difficoltà a reperire informazioni: mi chiedevo se poteste indicarmi qualche titolo di un fumetto interessante per un'analisi di questo tipo, o fornirmi indicazioni su pubblicazioni e siti.
    Grazie per l'aiuto. Risponde M.Galea, uBC Staff
    Tra i titoli anglofoni disponibili anche in italiano e con alcune peculiarità linguistiche possiamo segnalare The Boondocks (scheda Wikipedia in italiano e in inglese), nel quale lo slang dei giovani ragazzini protagonisti contrasta col registro più borghese degli altri personaggi, oppure 100 Bullets (scheda Wikipedia in inglese), anch'esso caratterizzato da una svariata moltitudine di registri dialettici. Altrimenti, ci sono gli immortali classici, come Calvin e Hobbes, Peanuts, Pogo di Walt Kelly (scheda Wikipedia in inglese), Krazy Kat di Herriman (scheda Wikipedia in italiano) o Popeye di Segar, che per vari motivi rappresentano sempre una sfida per la resa in italiano.

    Venerdí, 3 Febbraio 2006

  • weblog/?1953
    messaggio da C.Di Clemente - 03/02/2006 00:03
    Come già annunciato, prende da oggi il via l'Enciclopedia delle strisce, in allegato al quotidiano La Repubblica ogni venerdì. In ogni volume, dedicato ad un particolare tema (si comincia con i "Bambini", il piano editoriale prevede dieci volumi), oltre ai fumetti con i protagonisti delle strisce saranno contenuti approfondimenti su autori, personaggi e sulla storia delle strisce dal 1900 ad oggi.

    Così Luca Raffaelli parla dell'iniziativa nell'articolo "Piccoli eroi tra giochi e sentimenti" a pag.28 dell'edizione cartacea de "La Repubblica" del primo febbraio:

    "Ma perché celebrare, tra tutti i formati del fumetto, proprio le strisce? Semplice, perché sono state proprio le strisce (e, come abbiamo già detto, le tavole domenicali) a decretare il clamoroso successo del fumetto all'inizio del secolo scorso, quando i personaggi di carta erano famosi quanto quelli di Hollywood (se non di più) e non c'erano ancora radio e televisione a contrastare la loro popolarità."
    L'enciclopedia delle strisce, volume 1 "Bambini", cartonato orizzontale, b/n, 360 pag. circa, dal 3 febbraio 2006 in edicola con "La Repubblica", € 7,9 più il quotidiano

  • home Blog

    invia un messaggio
    il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

    categorie:

    news
    posta
    avvistamenti
    eventi