<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Andrea Pazienza" rimuovi

Sabato, 18 Luglio 2009

  • messaggio da P.Dionisio - 18/07/2009 22:30
    Da un articolo di Repubblica di Maurizio Bono:
    "MI CHIAMO Andrea Michele Vincenzo Ciro Pazienza... disegno da quando avevo 18 mesi, so disegnare qualsiasi cosa in qualunque modo... Ho fatto il liceo artistico, una decina di personali e nel '74 sono divenuto socio di una galleria d'arte a Pescara... dal '75 vivo a Bologna. Sono stato tesserato dal '71 al '73 ai marxisti-leninisti. Io sono il più bravo disegnatore vivente. Morirò il sei gennaio 1984". Tutto vero, nella micro-autobiografia consegnata nell'81 da "Paz" a un giornale, tranne la profezia finale. Purtroppo sbagliava di poco: morì a 32 anni appena compiuti, nel giugno 1988.
    Da allora vive in una ventina di volumi editi e riediti con le storie pubblicate nella stagione d'oro della satira italiana sbocciata negli anni di piombo (da Linus al Male, Frigidaire, Tango), e ogni tanto in uno smagliante inedito. Come le 17 tavole disegnate a 16 anni, tra il terzo e il quarto anno del liceo artistico a Pescara, ispirate a Prévert e ora raccolte da Fandango in un volume (dal titolo Jacques Prévert) che accompagnerà l'esposizione degli originali alla Palazzina azzurra di San Benedetto del Tronto, dal 25 luglio ai primi di settembre.
    (..)
    Dal Prévert agli anni dopo, quando Pazienza ha dato con Zanardi, Penthotal e Pompeo le icone libertarie, trasgressive e tragiche di più generazioni "contro", Fandango porterà per mano il lettore con un piano editoriale (curato da Giovanni Ferrara) di tre "Paz" all'anno: a novembre Storia di Astarte sulle guerre Puniche viste con gli occhi del cane di Annibale. A febbraio, nell'anniversario della morte di Sandro Pertini che Pazienza ha spesso inserito nel suo lavoro (un po' buon maestro come Visca, un po' libertario come Prévert), tutte le storie col presidente partigiano. Poco dopo, la pittura che Pazienza non ha mai abbandonato, pur preferendole il fumetto per non rischiare di trovare una sua opera "nel salotto di un farmacista". Un programma smodato che a Paz piacerebbe, infatti diceva "E ringraziate che ci sono io, che sono una moltitudine".
    Un altro articolo comparso su La Stampa a firma di Maria Giulia Minetti in data 24/07/2009 riporta la notizia della mostra a San Benedetto del Tronto.

    Giovedí, 13 Novembre 2008

  • messaggio da P.Dionisio - 13/11/2008 19:55
    Da un articolo su La Stampa:
    Una mostra per ricordare Andrea Pazienza, il fumettista prematuramente scomparso nel giugno del 1988. L’esposizione -dal 14 novembre al 13 gennaio a Castel Sant’Elmo a Napoli - ripercorre la sua carriera artistica dagli esordi alla fine degli anni Settanta al periodo delle storie più mature della metà degli anni 80.
    La mostra, dal titolo "Andrea Pazienza: Tracce", propone 200 tavole originali, schizzi, bozzetti, illustrazioni e omaggi, oltre a oggetti, audiovisivi e fotografie.

    Domenica, 1 Giugno 2008

  • messaggio da P.Dionisio - 01/06/2008 22:40
    Dall'articolo su Adnkronos:
    La citta' di Montepulciano rende omaggio ad Andrea Pazienza, dal 1° al 30 giugno, con la mostra ''Pazienza poliziano''. A vent'anni dalla sua scomparsa, l'associazione Mattatoio n.5 e il comune di Montepulciano danno vita ad un'iniziativa che analizza la vitalita' e le opere dell'artista, pugliese di origine, bolognese di formazione e poliziano di adozione. I lavori originali saranno esposti insieme ad una raccolta di testimonianze legate al territorio: sara' cosi' possibile ricostruire un periodo fondamentale della vita artistica di Andrea Pazienza, che va dal 1984 fino al tragico epilogo del giugno 1988.

    Domenica, 18 Maggio 2008

  • messaggio da Galleria Architettura Arte Moderna - 18/05/2008 12:40
    La Galleria A.A.M. Architettura Arte Moderna presenta da lunedì 26 maggio alle h:18.00 "Omaggio ad Andrea Pazienza - vent'anni dopo -Opere e Disegni dell'Inizio 1973-1977", mostra omaggio ad Andrea Pazienza realizzata in occasione del ventennale della scomparsa del grande artista (15 giugno 1988) nel tentativo di ripercorrere gli anni aurorali della formazione dell'autore, nella città di Pescara, prima del suo precoce decollo come autore ormai riconosciuto a partire della sua esperienza al DAMS di Bologna.
    Autore non banale, ha saputo raccontare lo smarrimento di una generazione, quella del '77, persa tra la guerriglia e l'eroina. Autore eclettico, pubblica una miriade di storie: tra i suoi personaggi più ricorrenti il giovane crudele Zanardi, Pompeo, Le fantastiche avventure di Penthotal. Collaborò con le riviste Frigidaire, Frizzer, Il Male, Corto Maltese, Comic Art, Linus, Tango e altre.
    La mostra, a cura di Francesco Moschini e Gabriel Vaduva, durerà fino a giovedì 31 luglio 2008, tutti i giorni dalle ore 16 alle ore 20, sabato e domenica compresi.

    Lunedí, 19 Febbraio 2007

  • weblog/?2952
    messaggio da P.Dionisio - 19/02/2007 09:35
    Da luned� 19 febbraio ore 19.30 a luned� 26 febbraio, presso il foyer del Teatro Puccini a Firenze (Via delle Cascine, 41) si terr� la mostra dedicata ad Andrea Pazienza, il noto autore di Zanardi e Penthotal (e non solo), morto nel 1988, a soli 32 anni. Inaugurazione alle 19.30, proiezione del film "Paz e il '77" alle 20.30, intervento di Sergio Staino e Marina Comandini (illustratrice e moglie di Pazienza) alle 21.45, pi�ce teatrale "Il Pompeo" per la regia di Davide Grassetti alle 22.15. La mostra conta ventuno tavole originali esposte ed � organizzata dagli Studenti di Sinistra per far conoscere l'opera di Paz, con orario Lun-Ven 15.30-23.00 e Sab. 10.00-13.00, ingresso libero. L'ultimo giorno sar� proiettato il film "Paz!" alla presenza del regista Renato De Maria (ore 21).

  • home Blog
    pi� recenti
    meno recenti

    invia un messaggio
    il blog � una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

    categorie:

    news
    posta
    avvistamenti
    eventi

    messaggi dei giorni precedenti...