Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Alan Ford" rimuovi

Sabato, 11 Ottobre 2008

messaggio da Studio Creativecomics - 11/10/2008 15:25
Il festival del fumetto Vercelli tra le Nuvole domenica 12 ottobre 2008 avrà il suo apice con la mostra mercato in piazza Cavor a ingresso libero. L’evento ideato da Daniele Statella prevede numerosi ospiti tra cui Michele Cropera (Dampyr), Sergio Cabella (Topolino), Dario Perucca (Alan Ford), Sergio Gerasi (Nemrod), Marco Guerrieri (Jonathan Steele), Mirco Perniola (Zagor), Daniele Statella (Cornelio), Beniamino del Vecchio (Diabolik) e molti altri..
In omaggio fino a esaurimento scorte il dvd con il videclip diaboliko "King of terror" del gruppo Mesmerize scritto da Mario Gomboli e diretto da Alessia Di Giovanni. E poi stand editori, cosplay, giochi di ruolo e l’immancabile risotatta gratuita a mezzogiorno.

Martedí, 18 Aprile 2006

weblog/?2112
messaggio da R.Panichi - 18/04/2006 00:30
Il binomio tra La Repubblica e i fumetti sembra essere sempre più inscindibile. A testimoniarlo, dopo le precedenti iniziative, arriva una nuova collana che celebrerà I grandi personaggi del fumetto. Si inizia il 21 aprile con il primo dei cinque volumi dedicati ad Alan Ford, il personaggio creato da Max Bunker. Il volume, intitolato "La minaccia alcolica" e in vendità a 6,90 € più il prezzo del quotidiano, sarà completamente a colori e di grande formato.

Sabato, 11 Marzo 2006

weblog/?2039
messaggio da Luca - 11/03/2006 00:22
Si è parlato di tradimento di Max Bunker, che ha dato nuova vita al suo Alan Ford. Io piuttosto parlerei di un cambiamento, e piuttosto radicale visto che scompare il celeberrimo gruppo TNT. Tuttavia non mi sembra il caso di criticare Max per il semplice fatto che ha cercato di rinnovare in qualche modo una testata che sta in edicola da quasi quarant'anni, rendendola piu attuale ed eliminando un elemento, quello del gruppo TNT, che poteva andare bene fino a un decennio fa, ma ora non più.
Certo, Alan non è più lo stesso, però se si andava avanti così si rischiava di cadere fortemente nella monotonia e nella noia, cosa che Max si è guardato bene dal fare e che invece la Bonelli rischia di compiere.
Infine, è sempre Max a scrivere i testi e il buon Perucca a disegnarli, il che mi fa assoluamente piacere vista la qualità, ma Max non ha certo affidato a qualcun'altro quel lavoro che lui svolge su Alan da 36 anni. Dunque non vedo incoerenza nelle sue parole, solo voglia di andare avanti cambiando le carte in gioco.

Fateci sapere la vostra opinione

Domenica, 5 Marzo 2006

weblog/?1997
messaggio da Fulvio Pierantoni - 05/03/2006 01:04
Ciao, non so se abbiate molti lettori di Alan Ford sul vostro sito. Voglio esprimere il mio disappunto: in passato, Max Bunker - creatore di Alan Ford - è sempre stato molto critico con Bonelli, per il "passaggio" ad altri autori di capisaldi come Tex, alla morte del loro creatore, e per il cambio di disegni continuo. Ebbene, ora cosa fa? Siccome le vendite di Alan Ford stavano cadendo a scatafascio, fa sparire tutti o quasi i personaggi "storici" del fumetto, e lo trasforma, con l'arrivo di una bella brunetta, in un fumetto completamente diverso! Certo, ora si vanta della ripresa delle vendite, e le storie non sono neanche male, ma NON E' PIU' ALAN FORD, semplicemente. Attenzione Max, questo trucco funziona solo a breve termine! Ricordo lo stesso tentativo fatto con Mister No, che dopo il n° 241 "Vento rosso" era diventato un fumetto meditativo, triste, angoscioso, per poi riprendersi nella parentesi NYese, ma... per quanto? Ha dovuto tornare a Manaus, e comunque ora sta per finire. Insomma, secondo me, non si tradisce un personaggio. Se le vendite non vanno, se ne inventa un altro, oppure si cerca un cambiamento "coerente". Ma non così. Grazie, Fulvio

Fateci sapere la vostra opinione

Mercoledí, 23 Febbraio 2005

messaggio da G.Gentili - 23/02/2005 08:30
Articolo di Guido Tiberga su La Stampa riguardo le novità su Alan Ford:
Il n.429 di Alan Ford, in edicola dal 25 febbraio, sconvolge la serie di Max Bunker, una delle più longeve del fumetto italiano con i suoi trentacinque anni di vita editoriale. Il tradizionale negozio di fiori che fa da copertura allo sgangherato gruppo Tnt si trasforma in un’agenzia investigativa e accanto ad Alan, compare Minuette, una ragazza francese (..)

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...