Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Lunedí, 17 Settembre 2007

messaggio da Dario Smiderle - 17/09/2007 00:22
Gentile redazione di uBC, ho trovato su una bancarella il numero 19 di Kiwi con all'interno una storia di Zagor dal titolo: "Zagor - L'ècharpe du Cerf sacrè¨". Potrei per favore avere maggiori delucidazioni su questa storia dato che in internet non ho trovato niente?
Grazie Risponde C.Patruno, uBC Staff
Zagor fu pubblicato nella serie regolare di Kiwi dal numero 81 al 156, e l'albo in questione è, in realtà, lo speciale Kiwi n.19, un trimestrale. Si tratta del secondo degli speciali Kiwi in cui Zagor compare: c'era infatti uno speciale n.15 col numero zero di Zagor e lo zero di Zembla. Sul mercato dei bédéphiles il numero è quotato 6 euro.
Tag:

Sabato, 15 Settembre 2007

messaggio da G.Gentili - 15/09/2007 13:47
In un articolo (in inglese) sul New York Times, Envisioning the Next Chapter for Electronic Books, si parla del lancio di iniziative di Amazon e Google relativamente a reader (lettori) e commercio online di libri (e fumetti) elettronici:
(..) Two new offerings this fall are set to test whether consumers really want to replace a technology that has reliably served humankind for hundreds of years: the paper book. In October, the online retailer Amazon.com will unveil the Kindle, an electronic book reader (..) Also this fall, Google plans to start charging users for full online access to the digital copies of some books in its database, according to people with knowledge of its plans. Publishers will set the prices for their own books and share the revenue with Google. So far, Google has made only limited excerpts of copyrighted books available to its users. Amazon and Google would not comment on their plans, and neither offering is expected to carve out immediately a significant piece of the $35-billion-a-year book business.(..)

Giovedí, 13 Settembre 2007

messaggio da G.Gentili - 13/09/2007 13:45
In un articolo sul Messaggero, Goffredo Fofi si dichiara sostenitore de Lunga vita al romanzo a fumetti:
MI chiedessero quali sono a parer mio i campi espressivi e artistici più vitali oggi nel mondo non avrei esitazioni, e risponderei, certo scandalizzando qualcuno: il romanzo a fumetti, che è diventato comune chiamare ora "graphic novel", e il cinema documentario. Perché? La letteratura è sempre più soggetta alle pressioni del mercato detto globale, massificato e omogeneizzato, e lavora soprattutto sui sentimenti e sui generi, sempre più velocemente e sempre più superficialmente. (..) il graphic novel può sperimentare in tutte le direzioni, come meglio aggrada ai suoi autori. Il mercato è ristretto e selettivo, i lettori preparati ed esigenti, e non si sforna certo un "romanzo a fumetti" con la velocità con cui si sfornano oggi quelli di parole (..) Decisamente il graphic novel non ha nulla da invidiare alle arte arti, e sarebbe anzi giusto che accadesse il contrario.

Martedí, 11 Settembre 2007

weblog/?3379
messaggio da M.Galea - 11/09/2007 00:30
BeccoGiallo presenta in libreria il secondo volume della Collezione Cronaca Estera - lo sguardo critico degli autori stranieri sul mondo: si tratta di "Fermate l'America!" di Jen Sorensen, una delle più promettenti disegnatrici satiriche americane, che presenta una cinica e sardonica descrizione del popolo americano e del suo attuale presidente.

La giovane autrice, che è stata premiata nel 2005 come miglior disegnatrice dalla Association of Alternative Newsweeklies, pone come sottotitolo al suo volume "99 buoni motivi per diffidare dell'America di Bush" e grazie ai suoi tre personaggi principali, Mr Perkins, Little Gus e Drooly Julie, presenta un ampio scenario che ironizza sul presidente, ma anche sulla società, sull'ambiente, sulla politica e sul sesso. "Fermate l'America!" di Jen Sorensen, BeccoGiallo - b/n, brossura, in libreria e fumetteria da settembre 2007, 13,90 euro - ISBN 88-85832-29-9

Sabato, 8 Settembre 2007

messaggio da G.Gentili - 08/09/2007 13:46
Da un articolo su La Stampa:
Fumetti sul cellulare: è questa la nuova frontiera dei popolari racconti illustrati. (..) Il sistema è semplice: strisce da 12 vignette vengono inviate direttamente sul cellulare via MMS, vignetta per vignetta. (..) I gestori del servizio fanno a gara per accaparrarsi i diritti dei fumetti più amati: la Rok Comics, una società di Londra, ha rilanciato le avventure di Jeff Hawke, un fumetto di fantascienza molto popolare in Gran Bretagna fra gli anni cinquanta e settanta, al prezzo di 1 sterlina e 50 centesimi (2 euro) ad episodio, oppure di 10 sterline (15 euro) per 100 racconti. (..) In Giappone il mercato dei fumetti sul cellulare è in continua crescita: la Papyless, una società di Tokyo specializzata in libri elettronici, ha guadagnato dalla vendita di questi prodotti 20 milioni di euro solo nell'ultimo anno, più del doppio degli introiti rispetto all'anno precedente. (..)
Tratto da Londra, i fumetti arrivano sul cellulare.
Tag:

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...