Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Tex Willer" rimuovi

Sabato, 17 Marzo 2007

weblog/?3011
messaggio da Fabio Fioroni - 17/03/2007 00:14
Fabio Civitelli ha ricevuto l’incarico di disegnare l’album celebrativo del 60° anniversario di Tex Willer che ricorre il prossimo anno, nel settembre 2008.
Una grande opportunità per il bravo disegnatore aretino che, tra l’altro, non è solo: infatti, nel 2008 anche Bianchini, Santucci e Rossi, anche loro originari di Arezzo, vedranno pubblicati i loro primi lavori dedicati proprio a Tex.
Per l'occasione, la città sta pensando di realizzare una serie di eventi celebrativi del personaggio più famoso dei fumetti italiani, per trasformare Arezzo in una vera e propria "capitale di Tex". Su YouTube è possibile vedere ed ascoltare proprio Fabio Civitelli mentre illustra le novità 2008 e presenta i primi tratti della storia celebrativa, una vera “chicca”.

Mercoledí, 3 Novembre 2004

messaggio da Federico Bernardello - 03/11/2004 08:30
Dal salgariano Corsaro Nero al bonelliano Tex Willer (articolo su Il Gazzettino): questo, in estrema sintesi, il percorso vissuto all'insegna di una comprovata creatività da Aldo Capitanio, scomparso a quarantanove anni il 19 settembre 2001, ed ora protagonista della mostra che la sua città, Camisano Vicentino, gli dedica (fino al 6 novembre) presso la Biblioteca Comunale. Tra le oltre cento tavole ed illustrazioni esposte sono presenti alcune suggestive tavole appartenti alla Storia d'Italia a fumetti di Enzo Biagi e diciassette, alcune ancora a matita, di un episodio di Tex rimasto fatalmente interrotto.
Tag:

Domenica, 14 Luglio 2002

messaggio da G.Gentili - 14/07/2002 10:15
Cofferati come Tex Willer, alle prese con il ritorno del perfido Mefisto?: articolo su Il Resto del Carlino a proposito degli attuali avvenimenti politici.

Mercoledí, 12 Giugno 2002

messaggio da F.Gallerani - 12/06/2002 11:14
Tex Willer fumetto "alternativo" al record del numero 500 articolo su Il Tempo: "(..) Leggere Tex era innanzitutto una scelta di vita. Come tenere a Bartali, a Ettore, ad Annibale invece che ai Romani. Negli anni Cinquanta infatti la maggioranza dei ragazzini leggeva Capitan Miki, Il grande bleck, l’Intrepido, il Monello, il Vittorioso e, poco più tardi, Nembo Kid, fumetti dove l’eroe rappresentava, in forme tradizionali, indiscutibili e codificate, il Bene. Tex non era il Bene. Non era neanche il Male. Era il bene a modo suo."
messaggio da G.Santana de Freitas - 12/05/2002 22:25
Tuoni i fulmini! É stato na rete il nuovo portale di Tex Willer Brasile! Ancora con indirizzo registrato!

home Blog

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi