Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Martedí, 5 Dicembre 2006

messaggio da G.Gentili - 05/12/2006 00:00
Articolo di Sergio Rossi su LaStampa.it:
Una mostra antologica alla Pinacoteca nazionale preceduta da due giorni di convegno dedicato. In questo modo la città di Bologna ricorderà Magnus, al secolo Roberto Raviola, uno dei grandi autori di fumetto italiani, creatore, con lo sceneggiatore Max Bunker, di personaggi storici come Alan Ford, Kriminal e Satanik, e, da solo, di capolavori come Lo sconosciuto, le femmine incantate, le 110 Pillole, I Briganti, Milady. Fortemente voluta dall'amministrazione comunale e organizzata dall'associazione Hamelin, la mostra sarà aperta dal 2 marzo al 29 aprile 2007, mentre il convegno si terrà nelle giornate del 15 e 16 marzo presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna, in cui Magnus si diplomò alla fine degli anni cinquanta e che oggi ospita l'indirizzo triennale di Fumetto e illustrazione. (..)

Lunedí, 4 Dicembre 2006

messaggio da R.Panichi - 04/12/2006 00:55
Dagli Stati Uniti arriva la notizia che la tv via cavo HBO sta sviluppando una nuova serie tv basata su Preacher, il personaggio ideato da Garth Ennis. La sceneggiatura dell'episodio pilota è affidata a Mark Steven Johnson, già autore dell'adattamento cinematografico di Daredevil e del prossimo Ghost Rider, mentre la regia sarà di Howard Deutch.

Domenica, 3 Dicembre 2006

messaggio da G.Gentili - 03/12/2006 00:14
Sul sito LoSpazioBianco una interessante intervista a "Smoky man", curatore del volume Watchmen 20 anni che si propone di analizzare l'opera di Alan Moore a venti anni dalla sua prima edizione.

Venerdí, 1 Dicembre 2006

messaggio da Andrea Cascioli - 01/12/2006 00:01
Salve uBC. intanto auguri. Ho letto e risposto al vostro sondaggio.
Tuttavia in esso trovo (in sintesi) la solita domanda: da chi dipende la crisi? Dal medium? Dal lettore? Dalla sua (presunta) giovane età?
Amici miei, il problema sta nel fatto che come medium siamo ancora l'equivalente del cinema muto e in bianco e nero, niente da eccepire su Charlie Chaplin o Griffith, ma oggi l'intrattenimento é un universo di suoni e colori. Tutto qui. La moda del momento é Internet? Forse la cura sono i fumetti sulla rete... forse sul telefonino...?
Non credo.
La verità é che noi Autori siamo costruttori di diligenze; nel fare la narrativa disegnata siamo assai specializzati, ma al di fuori della veste cartacea siamo difficilmente riciclabili; non credo ai fumetti su Internet tanto quanto non credo che all'inizio del '900 le prime aziende automobilistiche si siano mai avvalse della collaborazione dei migliori artigiani specializzati nelle carrozze di allora. Molto più semplice (e meno dispendioso) insegnare a dei giovani senza preconcetti radicati a fare le automobili, creare una serie di specialisti ex-novo che con disinvoltura montassero gonfi pneumatici senza aver mai montato prima alcuna ruota di stagionato legno. Perché in effetti non c'era bisogno che l'avessero mai fatto.
Alcuni costruttori di carrozze (forse i più bravi) hanno comunque continuato a costruirle e curarle per moltissimo tempo, ad esempio ancora oggi, per un mercato rivolto ai turisti, al centro di Roma circolano almeno 100 carrozze, e chi sa curarne la costruzione e la riparazione si fa davvero ben pagare. Questo non significa però che costoro non possiedano un'automobile. Sarebbe impensabile altrimenti, perché i tempi cambiano e basta, non c'é altro; é il momento dell'auto, non delle carrozze.
Nei fumetti é lo stesso, tutto il resto delle filosofie trasversali é dato dall'attaccamento di chi, nostalgico ed affezionato, non vuole credere a questo cambio di medium, perché anche solo il pensiero lo fa soffrire.
Ne incontro a centinaia all'anno, che scoprono oggi che la loro testata preferita ha chiuso da cinque, sette, nove anni, e se ne dolgono, dicendosi enormemente appassionati di narrativa disegnata. Dimostrando, nel contempo, di non aver più comprato il loro fumetto "preferito" da almeno quel numero di anni (se non più).
Sono loro, i "grandi appassionati", quelli che dicono che di Asterix ce li hanno proprio tutti tutti, dal primo al quinto; quelli che "Sclavi disegna proprio bene", quelli di "Jack Kirby era un supereroe Marvel" (che in un certo senso era anche quasi vero), sono loro, dicevo, che quando si sentono dire come stanno le cose tirano fuori che forse la striscia disegnata si salverebbe con le avventure di Paperino e Tex sulla rete, che é proprio un peccato, che bisognerebbe proprio che gli sceneggiatori scrivessero storie migliori, come una volta, non come oggi.
Però ai figli ogni anno comprano due lettori DVD, due telefonini e due abbonamenti al satellitare.
E anche due fumetti.
Finché li facciamo.
Finché ci sono i costruttori di diligenze.
Un saluto da Andrea Cascioli.

Giovedí, 30 Novembre 2006

messaggio da M.Migliori - 30/11/2006 19:06
E' uscito nelle edicole e nelle fumetterie il primo dei tre volumi della collana Ken Parker Collection Presenta, nella quale sarà raccolta buona parte della produzione di Berardi e Milazzo non legata al loro personaggio più celebre. Nel primo volume sono ristampate le miniserie Tiki e Tom's bar e tutti i racconti brevi realizzati dai due autori fra il 1979 e il 1995. Nel secondo volume saranno riproposti gli undici episodi di Welcome to Springville (di Berardi, Milazzo e Calegari) e la storia a colori L'uomo delle Filippine, originariamente inclusa nella collana bonelliana Un uomo un'avventura. Nel terzo volume, infine, saranno ristampati Il caso di Marion Colman (un hard boiled con protagonista il detective Marvin), la versione a fumetti di alcuni racconti di Sherlock Holmes fatta da Berardi e Trevisan e i quattro episodi, sinora mai riuniti in volume, di Giuli Bai & Co. Una edizione non completissima, ma senz'altro consigliabile a chi non ha (o ha in parte) il suddetto materiale.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...