<dopolavoro> il blog di uBC

Venerdí, 17 Marzo 2006

  • weblog/?2062
    messaggio da L.Gabanizza - Little Big Horn Associates - 17/03/2006 00:03
    Sono rimasto davvero colpito dalla saga sulle guerre indiane e dal fatto che il suo autore, finalmente, non dipinge un Custer demoniaco. Ritengo "criminale" quanto la storiografia e Hollywood hanno fatto finora al personaggio, che merita il suo giusto posto d'onore nell'ambito storico. Custer era un soldato e come tale, volente o nolente, dovette agire. Spesso, contro i propri principi. La sua simpatia per l'uomo rosso è vastamente documentata nei suoi scritti e gli costò lavate di capo e, addirittura, poco prima della morte, la rimozione dal comando della missione che sfociò nel Little Big Horn. Pochi sanno infatti che Custer non era al comando della missione perchè aveva osato accusare l'amministrazione Grant di atti illegali ai danni degli indiani e dei suoi soldati. Detto questo, anche il rapporto tra uomini bianchi e rossi, le modalità e le ragioni dell'una e dell'altra parte vanno riviste in un contesto più storico e meno "partigiano". Ci si accorgerà che il bambino non dovrà poi vergognarsi così tanto di essere bianco. Non meno di quanto debbano farlo i bambini "rossi".

    Giovedí, 16 Marzo 2006

  • weblog/?2056
    messaggio da G.Del Duca - 16/03/2006 00:23
    In attesa dell'uscita italiana nelle sale del film, V per Vendetta, il capolavoro di Alan Moore e David Lloyd, esce nelle librerie in una nuova edizione per conto della Rizzoli (su licenza Magic Press). Il volume, che mutua dal film il titolo 'italianizzato', presenta la versione in bianco e nero del fumetto, ma in formato leggermente ridotto rispetto al classico comic-book. Il prezzo è di 16,50 euro, ma fino alla fine di aprile il prezzo lancio è di 9,50 euro. Si tratta della terza versione di V for Vendetta a pochi mesi dall'Absolute edition e dalla ristampa a colori, entrambe targate Magic Press.

    Mercoledí, 15 Marzo 2006

  • messaggio da Matteo Maculotti - 15/03/2006 00:19
    E' online un nuovo portale per tutti gli appassionati di fumetti: ComicStyle. Ci troverete news aggiornate e schede di molti fumetti, in particolare sui personaggi più celebri che hanno contribuito a diffondere questo genere. Lo scopo? Avvicinare più gente possibile a questo universo, in particolare promuovere agli appassionati di manga e anime (di cui si dedicava esclusivamente prima il sito) nuovi fumetti italiani, europei e americani.

    Martedí, 14 Marzo 2006

  • weblog/?2038
    messaggio da ARTeFUMETTO - 14/03/2006 00:09
    Sabato 18 marzo, alle ore 18.00, presso la Sala Comunale "Antiche Mura" di Monfalcone (via F.lli Rosselli), si inaugura la mostra "Hai mai notato la forma delle mele?" - Fumetti e illustrazioni di Mabel Morri, organizzata dall'Associazione Culturale ARTeFUMETTO di Monfalcone in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune. All'inaugurazione sarà presente l'autrice, che leggerà al pubblico alcuni suoi racconti che puntualizzano ed esaltano le tematiche da lei affrontate con i disegni. La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 16.00 alle 20.00, domenica anche dalle 10.30 alle 13.00, con ingresso libero. Per ulteriori informazioni:
    Associazione Culturale ARTeFUMETTO
    [email protected] / [email protected]
    http://digilander.libero.it/ARTeFUMETTO (in corso di aggiornamento)

    Lunedí, 13 Marzo 2006

  • messaggio da C.Di Clemente - 13/03/2006 00:12
    Da venerdì 17 marzo il settimanale L'espresso proporrà le storie di Andrea Pazienza. Il piano editoriale prevede quattro volumi cartonati: Zanardi, Tormenta, Pertini e altre satire, Pompeo. Così Michele Serra nell'articolo "Brutti, sporchi e Paz" (pag.122 de L'Espresso in edicola dal 10 marzo):
    "I suoi romanzi a fumetti sono un'intensa rappresentazione del furibondo vitalismo di quell'epoca. Così intensa da essere uno dei migliori paradigmi possibili della gioventù come età che non conosce e non tollera limiti, età del desiderio senza argini e (dunque) anche età della sconfitta e del dolore. I suoi ragazzi di vita, in tavole di strabiliante fantasia grafica (Renato Barilli ha scritto che Pazienza faceva "fiorire la pagina"), inseguono le notti e l'eros, le occasioni e le violazioni, come picari votati all'autodissoluzione. Che in tutto questo smaniare e disobbedire, desiderare e fallire, Pazienza sia riuscito a indurre anche una potentissima vis comica, è un vero e proprio miracolo artistico, ed è probabilmente ciò che lo ha reso amatissimo, in vita, e indimenticabile dopo la morte.

  • home Blog
    più recenti
    meno recenti

    invia un messaggio
    il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

    categorie:

    news
    posta
    avvistamenti
    eventi

    messaggi dei giorni precedenti...