ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  La vendetta di Diamond Jim
Codice: [133] 236pp
Rating:
scheda di Michela Feltrin

    Soggetto/Sceneggiatura:
    GianLuigi Bonelli
    Disegni/Copertina:
    Aurelio Galleppini

    SERIE REGOLARE
    n.154 "Una campana per Lucero" - 62pp - 73.08
    n.155 "San Francisco" - 110pp - 73.09
    n.156 "Lotta sul mare" - 64pp - 73.10
    (5k) (5k) (5k)


In due parole. .

Informato della presenza dei quattro pards a San Francisco, Diamond Jim decide di mettere in atto la sua vendetta contro Tex facendo rapire Kit e imprigionandolo sulla nave di capitan Barbanera, diretta alle Haway. È l'inizio di un'avventura che, dai bassifondi di Frisco, condurrà Tex & pards attraverso l'Oceano Pacifico fino alle bettole di Kalaupapa e alle paludi della Melanesia.


Note e citazioni

  • Terza avventura di Tex ambientata a San Francisco dopo "La città senza legge" (n.61/63) e "La costa dei barbari" (n.85/86).
  • Avventura di stampo classico per Tex, Carson, Kit e Tiger in cui la geografia texiana complica le proprie scenografie western con elementi esogeni quali la metropoli californiana e lo scenario dell'Oceano Pacifico. Se San Francisco non è certo una novità per i lettori di Tex, lo è però l'oceano sul quale si svolge l'inseguimento tra le due navi raffigurato nella seconda parte di questa storia. Si tratta dunque di un'avventura che rimane unica nel suo genere anche se Tex si troverà a viaggiare per mare in molte altre occasioni.
  • Si osservi che l'episodio successivo ("L'uragano" n.156/158, disegnato da Erio Nicolò) inizia come continuity di quello che stiamo analizzando. Esso infatti si apre con il veliero Sea Tiger che veleggia alla volta di San Francisco, andando incontro all'uragano. Se non prendiamo in considerazione le storie dei primi anni '50 - che proponevano intrecci brevi e incastrati l'uno nell'altro, senza soluzione di continuità - si tratta del primo vero caso di continuity nella saga di Tex, con due soli seguiti: il primo, nel 1981, costituito da "Il solitario del West" 250/252 e "Artigli nelle tenebre" 253/254 sceneggiati da Guido Nolitta; il secondo, nel 1991, costituito da "L'uomo con la frusta" (n.365/367) e "Agguato nella miniera" (n.367/369), sceneggiati da Claudio Nizzi.
  • Claudio Nizzi è anche l'autore dell'episodio del 1990 intitolato "La congiura" (n.354/357) realizzato graficamente da Claudio Villa, che vede il ritorno di capitan Barbanera.
  • Diamond Jim vuole vendicarsi per la morte del fratello Johnny Devine, ucciso da Tex ne "La costa dei barbari". In quell'occasione Tex aveva sgominato la banda di Shanghai Kelly, il cui braccio destro era appunto Johnny Devine.
  • A pag.55 del n.154 Mike Tracy riferisce a Tex che "il nostro Tom Devlin è stato nominato capo della polizia". Anche Mike Tracy, come Tom Devlin, era tra i protagonisti de "La costa dei barbari", tuttavia nelle prime edizioni di quell'avventura il personaggio di Tom Devlin, allora capo della polizia della zona del porto, comparve in scena con il nome di Tom Harding. Il cognome venne corretto successivamente, a partire dall'edizione di TuttoTex.
  • A pag.64 del n.154 Andy Ross, braccio destro di Diamond Jim, afferma di ricordarsi "di quei due tangheri", cioè Tex e Carson, facendo intuire al lettore di aver avuto a che fare con i due pards all'epoca del loro scontro con Shanghai Kelly. Sia per gli abiti, sia per le caratteristiche somatiche, Andy Ross ricorda in maniera impressionante il personaggio di Jimmy Price, anche lui appartenente alla banda di Kelly. È probabile dunque che si tratti di una svista o di un'imprecisione di Gian Luigi Bonelli , ma è altresì probabile che Andy Ross sia uno qualsiasi degli uomini di Kelly sopravvissuti alla sparatoria scoppiata al porto e alle successive incursioni capitanate da Lefty e dai suoi lottatori.
  • Oltre all'indimenticabile Barbanera, perlomeno altri tre personaggi vivono nei ricordi dei lettori. Si tratta di Angelo, il dandy maestro di savate, che assomiglia curiosamente al giovane Steve Dickart/Mefisto così come appare in "Fuorilegge" 3 e due donne, o meglio di due donnone: la prima è la moglie di Bingo, "quella specie di vichinga col cappello" a capo della valanga di donne che distruggono l'"Eldorado"; la seconda è l'"affascinante" Nakalele, della quale un Carson sbigottito pensa all'istante: "Ch'io sia impiccato se ho mai visto prima d'ora un essere del genere vestito da donna."
  • Gian Luigi Bonelli ha spesso giocato con l'identità di Tex, non solo facendogli assumere svariati pseudonimi, ma anche camuffandolo fisicamente. Forse in questa storia Tex non risulta molto credibile travestito da marinaio, ma la sua mise con il maglioncino nero dolcevita è probabilmente la più memorabile dell'intera saga. :-)
  • Si noti che le sequenze raffiguranti i velieri sono state realizzate da Galep studiando alcuni modellini in scala, da lui stesso costruiti (cfr. A. Galleppini, "L'arte dell'avventura", Milano, Ikon Editrice, 1989, pag.105).
Incongruenze
  • Alle pag. 97/99 del n.155, dopo la rissa con i marinai del "Black Shark" all'"Happy Sailor", Tex si chiede se il signor Scott, secondo di Barbanera, o qualcuno dei marinai possano ricordarsi della sua faccia: non dimentichiamo che la rissa fa parte di un piano destinato a far imbarcare Tex sul veliero di Barbanera. Si noti tuttavia che poche pagine prima (pag. 81) Tex si trova sul ponte del "Sea Tiger" insieme a Carson e a Billy Bart: le due navi si affiancano e Tex viene visto da Barbanera ad una distanza di pochi metri.
  • Alle pag. 35/37 del n.156 la stanza in cui si trova Kit e la stiva sono illuminate a giorno, senza che tuttavia ci sia una sola lanterna. Lanterna che invece non manca al signor Scott in una scena simile alle pag. 53/55 del n.155.
  • La scena che inizia a pag. 49 del n.155 si svolge al tramonto: poco dopo, a partire da pag.58 e fino a pag. 76, tutto è illuminato come in pieno giorno.
La frase
  • "In quanto a voialtri, vagabondi senza nome e rifiuti di tutti i mari, vi do tempo tre secondi per schizzare coi vostri pidocchiosi stracci da questo distinto tempio di nobili baldorie. Il vostro posto non è qui, ma fra i topacci che infestano il "Black Shark"."
    Billy Bart, n.155, pag.89
  • "Acqua?!... Il più ributtante liquido mai apparso sulla faccia della terra. Perfino Noé rifiutò di lasciare l'arca sino a che quell'orribile elemento non fu del tutto scomparso dalla sua vista e ricordo di aver letto non so dove, che fu proprio per far dimenticare agli uomini l'esistenza di quella incolore porcheria che quel Sant'uomo inventò il vino e altre nobili bevande per dissetare la gente per bene."
    Barbanera, n.155, pag.62


Personaggi

Tex, Carson, Kit, Tiger Mike Tracy, proprietario dell'Hotel Alameda Tom Devlin, capo della polizia di Frisco Rod Fleming, poliziotto e informatore di Diamond Jim Diamond Jim, faccendiere e proprietario dell'"El Dorado" Andy Ross, braccio destro di Diamond Jim Barbanera alias capitano Drake, comandante del veliero "Black Shark" Lefty Potrero, proprietario della Palestra "Hercules Gymnasium" Bingo, Angelo, aiutanti di Lefty "Comitato delle buone dame della Santa lega", guidato dalla moglie di Bingo Li-Wang, complice cinese di Diamond Jim Slim, oste del "Red Parrot" Billy Bart, capitano del veliero "Sea Tiger" Shorty, secondo di Bart Sandy Scott, secondo di Barbanera Nakalele, proprietaria della taverna "Happy Sailor"

Locations

San Francisco "Hotel Alameda" Ufficio di Tom Devlin palestra "Hercules Gymnasium" "El Dorado", locale di Diamond Jim Fumeria cinese di Li-Wang "Red Parrot", bettola di San Francisco "Black Shark", veliero comandato da Barbanera "Sea Tiger", veliero comandato da Billy Bart Oceano Pacifico Kalaupapa, porto di Molokai, isola dell'arcipelago delle Haway "Happy Sailor", taverna di Kalaupapa

Elementi

Vendetta Rapimento Pestaggi e risse Cinesi Inseguimento fra navi Astio tra lupi di mare e ciurme
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §