Salta direttamente al contenuto

Banditi delle nebbie, I

apparenti spiriti maligni nei laghi del Nord
Scheda di  |   | tex/


Banditi delle nebbie, I
IT-TX-C2


uBCode: ubcdbIT-TX-C2

Banditi delle nebbie, I
- Trama

In trasferta nel Canada sud-occidentale, sulle tracce del trafficante d'alcool Samuel Chance, Tex e Carson, coadiuvati da Gros-Jean, devono difendere la tribù degli indiani Salish da una famiglia di banditi.

Valutazione

ideazione/soggetto
 4/7 
sceneggiatura/dialoghi
 5/7 
disegni/colori/lettering
 4/7 
 69

Recensione

data pubblicazione Ago 2012
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbPasquale Ruju
copertina di ubcdbClaudio Villa
disegni (matite e chine) di ubcdbUgolino Cossu
colori di ubcdbGFB COMICS
copertine
Copertina Tex Color n.2<br>Illustrazione di Claudio Villa<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli editore</i>
tag
, ,

Annotazioni

  • Secondo numero del Color Tex, collana annuale di 162 pagine, interamente a colori. Storia del sardo Pasquale Ruju e disegni del romano Ugolino Cossu, che ha all'attivo un'unica prova precedente su Tex, del 2008, il Maxi n.12, Lo squadrone infernale. Curioso il fatto che il Color Tex sia affidato nuovamente ad un disegnatore proveniente da Dylan Dog, dopo la prova dell'anno scorso di Bruno Brindisi. Secondo le indiscrezioni provenienti dai forum, nei prossimi anni dovrebbero esserci all'opera degli autori texiani doc, come Giovanni Ticci e Fabio Civitelli.
  • Pag.8, come in quasi tutte le avventure ambientate in Canada non può mancare uno dei pards occasionali di Tex, il meticcio Gros-Jean, visto per l'ultima volta nei n.513-514, Le foreste dell'Oregon.
  • Pag.10, Tex racconta che è stato un altro consueto pard canadese , l'ufficiale delle Giubbe Rosse Jim Brandon a concedergli l'autorizzazione a inseguire oltre confine il trafficante di alcool Chance.
  • Pag.13, curioso che dopo l'apparizione dell'anno scorso nel Color Tex n.1, E venne il giorno, compaiono nuovamente gli indiani Salish, considerato soprattutto che non erano mai comparsi prima nelle avventure di Aquila della Notte. Evidentemente il colore gli si addice.
  • Pag.30, geniale idea di Samuel Chance, che per evitare di venir liquidato dai briganti si inventa di essere un ingegnere della compagnia mineraria First Pacific Gold, suggerendo loro implicitamente di chiedere un riscatto, salvando in questa maniera anche la vita di Tex.

Incongruenze

  • Pag.13, un distratto Gros-Jean consiglia ai due pard di attraversare il lago Okanagan per portare il loro prigioniero a Seattle, per un viaggio più rapido e meno faticoso. Peccato che già a pag.15, spieghi a Tex che il lago è molto profondo, pieno di gorghi e di correnti, per poi ammettere a pag.77, a sparizione di Tex avvenuta, che "in effetti, da alcuni anni, di tanto in tanto scompaiono cacciatori diretti a sud [e che] anche per questo il lago Okanagan ha fama di luogo infestato da cattivi spiriti", per poi rincarare la dose con Kit Carson a pag.105, quando gli racconta che "gli indiani parlano di molte canoe comparse nel nulla, nelle ultime lune". Se voleva che Tex e Carson indagassero sul mistero, non poteva chiederglielo direttamente?

Frase

  • Chance: «Non è come pensi! Io... io non sono un ingegnere. Mi chiamo Samuel Chance. Sono un fuorilegge come te!»
    Uncle Bear (caricando il fucile):«E allora?»
    pag.119, Samuel Chance cerca un'impossibile alleanza tra banditi

Personaggi

Chance, Samuel [+] trafficante di alcool Carson, Kit Sally cavalla Willer, Tex Gros-Jean trapper Nooksack [+] cacciatore della tribù dei Salish Uncle Bear capo dei banditi Pierre [+]figlio di Uncle Bear Imala squaw Salish rapita dai banditi Bill attaccabrighe a Vernon Paul [+]sgherro di Uncle Bear Koksilah [+]capo dei Salish Frankie [+]sgherro di Uncle Bear Momo [+] figlio di Uncle Bear

Locations

Vernon British Columbia, Canada sud-occidentale lago Okanagan Covo dei banditi Villaggio dei Salish Foreste delle British Columbia

Elementi

Trafficante di alcool Famiglia di banditi Indiani Salish Inseguimento nella foresta Speronamento e naufragio Attacco a villaggio indiano

Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...