Salta direttamente al contenuto

Dama di picche, La

Tex e Carson sono messaggeri di un fantasma che ha lanciato una maledizione
Scheda di  |   | tex/


Dama di picche, La
IT-TX-116-117


uBCode: ubcdbIT-TX-116-117

Dama di picche, La
- Trama

Sulla pista che porta a El Paso, dove devono indagare su di un traffico d'armi, Tex e Carson incontrano la misteriosa Madame De Thebe e il suo servitore Alì. Dall'inquietante donna riceveranno un solenne incarico, prima di rendersi conto di aver parlato con qualcuno venuto dal niente.
data pubblicazione Giu 1970 - Lug 1970
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbGiovanni Luigi Bonelli
copertina di ubcdbAurelio Galleppini (Galep)
disegni (matite e chine) di ubcdbVirgilio Muzzi
copertine
Tex 117<br>Copertina di Aurelio Galleppini<br><i>(c) 1970 Sergio Bonelli Editore</i> Tex 119<br>Copertina di Aurelio Galleppini<br><i>(c) 1970 Sergio Bonelli Editore</i>

Annotazioni

Note e citazioni

  • Sedicesima storia realizzata graficamente da Vincenzo Muzzi in collaborazione con Aurelio Galleppini, che ha rifatto tutti i visi di Tex. A questo proposito, a pag.120 di ”Tex” (G. Brunoro, A. Carboni, A. Vianovi – Glamour International Production – 1994), Muzzi racconta che ”il Tex di quel periodo doveva necessariamente avere una linea unica e facilmente identificabile nel Tex di Galep. C’era la paura o il timore che a disegnare un Tex diverso, il lettore rimanesse sconcertato dalla novità. E allora Galep rifaceva le teste delle mie storie e io dovevo per forza di cose adeguarmi al suo stile. […] La mia non è una critica […] ma soltanto una constatazione.”
  • L’episodio rielabora alcuni elementi tipici del romanzo gotico (il fatto di sangue, il fantasma, la vendetta che colpisce a distanza di anni, la maledizione, la profezia, ecc.), che confluiscono nella drammatica e inquietante sequenza finale di pag.55-67 (albo n.117), dove il magico narrare di GL Bonelli accompagna le surreali immagini del compimento della vendetta di Madame De Thebe, rese efficacemente da un Muzzi in gran forma.
  • Il comportamento di Tex di fronte a fenomeni di genere sovrannaturale può essere esemplificato nella risposta data dallo stesso Tex a Carson, a pag.37-38 del n.116: "Io mi limito a prendere atto dei fatti, per straordinari che possano sembrare, e lascio la spiegazione a chi ne può sapere più di me circa l'esistenza di un mondo soprannaturale. [...] Cerchiamo di non strapazzarci il cervello nel ragionare su certe cose e limitiamoci ad esaudire la preghiera della Dama di picche consegnando il suo anello a quel Paxton." In questa, come in altre occasioni, Tex riceve dunque una sorta di investitura provvidenziale e fatalistica che gli attribuisce il ruolo di annunciatore del Destino, protetto dalla Fortuna come da una corazza invulnerabile e capace di raddrizzare situazioni disperate.
  • Durante il dialogo tra Tex e Carson (sempre a pag.37-38 del n.116), i due pard si rammentano delle mummie azteche affrontate nella storia "La tredicesima mummia" (n.49-51). Si tratta dei tredici "Figli della notte", guidati da Amaxos ossia Colui-che-non-può-morire, tornati alla vita alla lettura di un'antica formula rituale da parte del prof. Nizon. Questi fantasmi al calar delle tenebre acquisivano grandi poteri magici e potevano smaterializzarsi, apparendo dal nulla e tornando nel nulla, ma lasciando tracce ben visibili sul terreno (addirittura Carson perquisisce una delle mummie a pag.70-71 del n.50 "I figli della notte").
  • Nel corso della storia, Madame De Thebe viene detta anche "La Dama di picche" a causa del vaticinio di pag.14 (n.116). La donna racconta di aver fatto le carte per prevedere ciò che le sarebbe accaduto l'indomani e purtroppo nel suo "gioco è entrata la Dama di picche, segno infallibile" di un "grave pericolo".
  • Si osservi che Madame De Thebe compie da sé la sua vendetta: Tex e Carson si limitano a mostrare (e poi a lasciare) il sigillo di Anubi a Tom Paxton, che incomincia ad avere dei mancamenti e delle visioni, l'ultima delle quali lo condurrà alla morte; Paxton muore bruciato nel rogo del suo appartamento, tentando di dar fuoco all'immagine della Dama di picche. Il vero messaggero di morte è dunque il sigillo di Anubi, il dio dei morti.
  • A pag.24 del n.117, dopo che Tex e Carson hanno distrutto il carico d'armi, si scioglie la società tra Paxton e Don Isidro. Sia lui, sia Dick Damon (complice di Paxton ed ex vicesceriffo spia) riescono a fuggire scompaiono dalla scena, senza essere poi più menzionati.

Incongruenze

  • A pag.18 del n.116 Madame De Thebe afferma di essersi tolta tutti i gioielli tranne il sigillo di Anubi, ritenuto dai ladri "solo ferraccio". Tuttavia, nelle vignette successive indossa ancora una collana.
  • A pag.30 Carson dice che i cavalli sono stati impastoiati, ciò che non sembra guardando i disegni.
  • La didascalia di pag.33 recita che Tex e Carson riprendono il cammino circa mezz'ora dopo il sorgere del sole, "sellati i cavalli". I disegni mostrano invece che le selle non sono mai state tolte e ciò sin dalla sera precedente.
  • A pag.47-54 deln.117 Tex porta il sigillo di Anubi all'anulare della mano destra, mentre a pag.79 dell'albo precedente lo portava al dito indice della mano sinistra. A sua volta, Madame De Thebe indossa l'anello sempre al dito indice della mano destra; tuttavia, a pag.56 del n.117, durante l'ultima apparizione a Paxton, è la stessa Madame De Thebe a proclamare che il sigillo "era all'anulare di una sventurata donna...".
  • A pag.60-62 del n.117 Madame De Thebe si rivolge ad Alì chiamandolo erroneamente Tom.

Frase

  • Tex: "Sempre pessimista, eh?"
    Carson: "E come! Ho cominciato a sentire puzza di bruciato quando hai voluto cambiar pista e adesso, dopo la strana storia di stanotte, non mi stupirei se venissi a sapere che il becchino di El Paso sta già incidendo il mio nome su una bella cassa da morto!"
    n.116 pag.33

Personaggi

Tex, Carson Madame De Thebe detta anche La Dama di picche [+], "la più grande cartomante e indovina di tutti i tempi", ritorna dal regno dei morti per servirsi dei due pard come messaggeri. Alì [+], fedele servitore di Madame De Thebe. Ritorna insieme a lei dal regno dei morti. Tom Paxton [+], proprietario della Cantina Real e complice dei fratelli Damon e di Don Isidro nel traffico d'armi. Inganna e deruba Madame De Thebe e Alì e li fa morire nelle sabbie mobili, dopo aver eliminato il suo complice Fuente. Muore suicida nell'incendio del suo locale, durante un'apparizione di Madame De Thebe. Felix Fuente [+], complice di Paxton nell'inganno e nel furto ai danni di Madame de Thebe e di Alì. Muore ucciso dal complice, che non vuole dividere in due il bottino. Tom Colbran sceriffo di El Paso Dottor Regan medico di El Paso Mark Damon [+], dirigente della Cantina Real e complice di Paxton. Muore per mano dello stesso Paxton, che lo colpisce credendo di sparare alla Dama di picche, durante una sua apparizione. Dick Damon fratello di Mark, complice di Paxton e vice sceriffo. Spia le mosse dello sceriffo Colbran e tiene i contatti con Don Isidro in Messico. Don Isidro, acquirente messicano delle armi contrabbandate dalla banda di Paxton. Dopo la distruzione dell'ultimo carico d'armi, riesce a fuggire. Martin, l'Irlandese, Slim Heber, Fierro [+], sicari pagati da Paxton. Pablo Ollieda, guardia del corpo di Paxton, fa saltare in aria la camera d'albergo dei pard. Interrogato da Tex, tradisce il suo padrone e viene lasciato libero. Tonio insieme a Fierro, attenta alla vita di Tex e Carson nella sparatoria alla Cantina Real. Ferito da Tex, viene poi lasciato libero.

Locations

White sands El Paso Hotel Rio Grande a El Paso Cantina Real a El Paso appartamento di Paxton, situato al primo piano della Cantina Real ufficio dello sceriffo Ciudad Juarez villaggio messicano ranch in territorio messicano, rifugio della banda dei trafficanti d'armi casa di Pablo Ollieda

Elementi

Fenomeni sovrannaturali Vendetta Traffico d'armi Scontri a fuoco e pestaggi

Condividi questa pagina...