ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineNapoleoneArticoli




Napoleone e Baudelaire
di Barbara e Marco Gremignai

"Au-dessus des étangs, au-dessus des vallées,
Des montagnes, des bois, des nuages, des mers,
Par delà le soleil, par delà les éthers,
Par delà les confins des sphères étoilées..."

Cosa c'entrano questi versi scritti da Charles Baudelaire (Parigi, 1821-1867), corrispondenti all'incipit della sua poesia Elévation - terzo componimento de Les fleurs du mal - con il primo episodio di Napoleone, la miniserie di Carlo Ambrosini? C'entra, c'entra... La primissima didascalia de "L'occhio di vetro" è la traduzione letterale del passaggio sopra riportato. Provate a rileggerla, con il testo francese sotto gli occhi:

"Al di sopra degli stagni, delle valli, delle montagne, dei boschi, delle nubi, dei mari, al di là del sole, dell'etere e dei confini delle sfere stellate..."

Che ad Ambrosini piacesse particolarmente Baudelaire è risaputo: basti vedere la citazione diretta ne "Il guardiano della memoria", Dylan Dog n.108, nonché quella indiretta a pag.40 di Napoleone n.1, con lo scimpanzé che traduceva Baudelaire in tedesco (forse una sottile allusione al fatto che Baudelaire tradusse alcune opere di Edgar Allan Poe, altro noto poeta "maledetto"?). La domanda è però un'altra: in casi come questi non ci vorrebbe, per correttezza verso il lettore, un rimando all'opera che viene COPIATA ALLA LETTERA? speriamo nei prossimi numeri..
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §