ubcfumetti.com
Indice del SitoNovitÓ !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




" Il segno dei tre K"

In questa pagina:
Testi
Disegni
Globale

Pagine correlate:

Fare la guardia del corpo ad una bella ragazza pu´┐Ż essere piacevole, nonostante i problemi che possono esservi. Bisogna comunque fare attenzione se ci si deve guardare anche da colei che deve essere protetta...

Guardia del corpo
recensione di Marco Zucchi



TESTI
Sog. e Sce. Stefano Marzorati    

K.K.K., ovvero Ku Klux Klan, gruppo razzista con origini antiche, il cui unico scopo ´┐Ż liberare l´┐ŻAmerica dalle razze inferiori, gruppo illegale ma accettato da sempre da una parte delle istituzioni. Apparentemente, almeno dal titolo, ´┐Ż anche l´┐Żoggetto della storia in questione: ed in effetti lo ´┐Ż, ma come sottofondo continuo, senza essere mai in primo piano diretto, in questa storia che parte dagli anni ´┐Ż30, con l´┐Żuccisione del padre della protagonista, ed arriva a New York negli anni ´┐Ż50 con l´┐Żepilogo della vendetta di Marva Jane Phillips.

E´┐Ż proprio la sua vendetta il fulcro della storia, il modo intricato con cui riesce a portarla avanti, tacendo verit´┐Ż, dandone qualche goccia ogni tanto, imbrogliando tutti coloro che le sono accanto, solo utili strumenti al suo piano. Cos´┐Ż accadr´┐Ż anche a Jerry, coinvolto casualmente nella vita di Marva (deve cantare al Vanguard) e pedina non autonoma nelle sue mani. Il tutto accompagnato da un sottofondo musicale come ´┐Ż ormai abituale per Marzorati.

Peccato che il modo di fornirci le informazioni da parte sua, lentamente, alla fine finisca con il rendere non molto scorrevole la lettura, gi´┐Ż appesantita dalle molte spiegazioni date in corso d´┐Żopera.



DISEGNI
Oliviero Gramaccioni    

Gramaccioni in questa storia prevalentemente urbana colpisce ancora una volta piacevolmente per la completezza dei disegni, sia relativamente alle figure umane che per gli sfondi: le vignette sono piene senza essere pesanti, i personaggi generalmente vengono resi con il loro giusto spessore psicologico, come la sfrontataggine costruita per i due detective di colore. Unica nota negativa la staticit´┐Ż che talvolta caratterizzata alcune figure, gi´┐Ż vista in altre storie, come il ritratto del detective Johnson a pag.235.
Qualcuno potrebbe fare la stessa osservazione per la figura di Marva, il cui viso non subisce grosse modifiche qualunque sia l´┐Żevento che accade: credo invece che il disegnatore, probabilmente su indicazione dello stesso sceneggiatore, abbia correttamente interpretato la durezza d´┐Żanimo del personaggio che alla fine rimarr´┐Ż solo con i suoi fantasmi.



GLOBALE
 

Se ci si aspettava una storia sul K.K.K. si rester´┐Ż indubbiamente delusi; ´┐Ż invece una storia dove l´┐Żombra dell´┐Żorganizzazione aleggia in maniera continuativa emergendo all´┐Żinizio, nel prologo, ed alla fine. Ed ´┐Ż proprio per questo che nella sua completezza si fa apprezzare.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §