ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




"Myrna: a sangue caldo"


Pagine correlate:

Per la terza volta, torna in scena Myrna, la serial killer ossessionata da Julia, e lo scontro che ne nasce e’ di raro fascino e coinvolgimento. Una storia impareggiabile, capace di superare l’eccellenza...

La seduzione del male
recensione di Martina Galea



TESTI
Sog. Giancarlo Berardi
Sce. Giancarlo Berardi, Maurizio Mantero
   

Di recente, abbiamo analizzato l’ultimo anno di uscite della testata e quel che era emerso da quell'analisi era un livello medio delle storie di Julia estremamente alto rispetto ad altri colleghi Bonelli. Così alto da inibire commenti e pareri, dato che anche l'eccellenza, alla lunga, può indurre alla noia. E invece, a pochi mesi di distanza, Berardi supera se stesso e qualsiasi analisi e regala un albo perfetto... ma non didascalicamente perfetto, bensì oltre l’eccellenza, oltre qualsiasi aspettativa, probabilmente il miglior albo della serie, di certo il miglior Bonelli da molti mesi a questa parte.

Piuttosto puntuale, ogni 40 numeri Berardi rinfresca la memoria del lettore e rilancia Myrna, la nemesi perfetta di Julia, e questo potrebbe, alla lunga, sembrare un luogo comune troppo abusato. In realtà, finchè il risultato è a questi livelli ben venga Myrna e tutto ciò che questo comporta. Ciò che maggiormente impressiona non è tanto la presenza di un personaggio splendidamente tratteggiato, bensì la pura narrazione: Julia, i suoi litigi con Webb, le scenette quotidiane di Emily, Tony e le sue fusa sono dei pallidissimi sfondi per la vera, potente protagonista della storia, la glaciale e splendida Myrna. Il ritmo del racconto è cadenzato sulle parole dell’assassina, che seduce personaggi e lettori con grazia e fatale eleganza.

(11k)
Languida Myrna...
disegni di Zuccheri (c) SBE 2005
   
 
Berardi si diverte: per bocca di Myrna critica ferocemente l’ipocrisia alto-borghese contemporanea, propone un punto di vista estremamente uncorrect, sconcerta e imbarazza con l’algida ma passionale ossessione della donna, capace di assaporare languidamente le dita con cui ha sfiorato Julia. Una scena davvero inedita per la testata, ed estremamente disturbante.

Nulla è pulito, in quest’albo, e forse proprio per questo è così magnetico: Myrna viola qualsiasi codice etico, è l’estremo opposto della casta e leale Julia. Il confronto tra le due donne è nettissimo e potente, e la vincitrice resta incerta, dato che il fascino della serial killer spietata, ardente, lucida e crudele lascia col fiato sospeso, e forse, perchè no?, spinge anche a parteggiare per la bella Myrna.

Paradossale forse, ma probabilmente anche la stessa Julia ne subisce il fascino e ne riconosce l’enorme intelligenza, al pari di Sherlock Holmes e del dottor Moriarty. Ed è quasi imbarazzante notare come Julia attiri a sè Myrna durante il loro bacio finale: che lo faccia per ingannarla e poterla spingere in acqua pare la deduzione più logica, eppure lascia pensare la studiata lunghezza con cui Berardi costruisce la tavola... un bacio fin troppo dolce, e anch’esso estremamente uncorrect.

(12k)
Cosa cela il bacio di Julia?
di Zuccheri (c) 2005 SBE

Niente luoghi comuni, quindi, niente litigi esasperanti, niente inseguimenti tra gatti e governanti: semplicemente un avversario degno di questo nome e una narrazione rovesciata e feroce, che colpisce e disorienta, cosa che le ultime storie di Julia non erano riuscite a fare, pur nella loro eccellente correttezza.



DISEGNI
Laura Zuccheri    

I disegni di Laura Zuccheri sono la cornice ideale per un testo così energico: ogni sfumatura del viso di Myrna è amplificata e lampante, dal puro piacere, alla rabbia, al desiderio. Il tratto è chiaro e immediato, e le scene sono costruite con attenzione, ma ciò che traspare principalmente è la seduzione, parola chiave dell’intero albo. Myrna è senza dubbio seducente, ma Julia non è da meno, quando sfoggia la schiena nuda e una scollatura impudente. La Zuccheri disegna con malizia, e l’accordo tra parole e immagini è semplicemente perfetto.

(12k)
La lucida ossessione di Myrna
di Zuccheri (c) 2005 SBE



GLOBALE
 

“A sangue caldo” è un albo scorretto, intrigante, sgarbato e veritiero: seduce e ipnotizza, e conferma Myrna come l’unica vera antagonista all’intelligenza di Julia, la sua nemesi sotto qualsiasi aspetto... nessun clichè stantio potrà mai aver la meglio sull’energia della serial killer, e quindi ci auguriamo che torni, a questi livelli, ben prima del n.120 (circa...).
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §