ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




" Concorrenza sleale"


Pagine correlate:

L'indagatore dell'incubo ha fatto il suo tempo? Può una ragazza armata di ambizione e tecnologia fargli le scarpe? Domande interessanti, peccato che tutto si risolva con...

I soliti mostri
recensione di Guido Del Duca



TESTI
Sog. e Sce. Pasquale Ruju
   

Tempi duri per Dylan. Come se non bastassero crisi esistenziali (immancabilmente risolte) e scelte - non scelte, ora ci si mette anche una rivale. Giovane, bella e agguerrita, non impiega molto a mettere KO i già traballanti affari dell'old boy.

(23k)
Debbie Doyle si presenta
Giampiero Casertano (c) SBE 2005
   
 
L'idea è simpatica ma di breve respiro, soprattutto perché non è nelle intenzioni dell'autore affrontare una seria analisi della 'crisi' di Dylan, e quindi lo spunto è fine a se stesso, e da solo avrebbe potuto essere una divertente storia breve (come quella, sempre a firma di Ruju, che presentava il 'vicino di casa' di Dylan). Invece l'episodio prosegue e si sfilaccia in uno svolgimento prevedibile: è inevitabile che i due rivali finiscano a lavorare insieme, sullo stesso caso, e che da ciò scaturiscano situazioni e litigi da sit-com, che preludono ad un colpo di scena ricco di incongruenze (vedere la scheda della storia), con l'ingresso di mostri/spettri/zombie che poco hanno a che vedere con il tono della storia, e ad un immancabile epilogo che ristabilisce lo status quo.

Se il soggetto è piuttosto scarno, spunto iniziale a parte, la sceneggiatura è molto buona. Ruju riesce a dare anima alla storia soffermandosi sugli aspetti più forti e glissando sugli altri. E' una sceneggiatura che si segnala soprattutto per i dialoghi serrati e ricchi di battute, e per un Groucho reso al meglio, non solo come dispensatore di freddure a raffica (divertentissimo il duetto con la sua 'omologa' Lizzie), ma anche come presenza fisica, comica ma fattiva. Raramente (Sclavi a parte) si è visto un Groucho così ben tratteggiato.

Buona anche la resa dei (pochi) personaggi, peccato che Debbie, per esigenze di copione, perda buona parte delle caratteristiche di cui aveva fatto mostra all'inizio.



DISEGNI
Giampiero Casertano    

Solita prova maiuscola di Giampiero Casertano, che riesce a lasciare il segno nonostante la sceneggiatura non fornisca molti spazi per esprimersi.

"Prova maiuscola di Casertano, che si segnala per la cura dei particolari"    
Casertano dimostra la sua grandezza nei particolari, caratterizzando dal primo all'ultimo personaggio, sbizzarrendosi negli sfondi e soprattutto nelle espressioni, cariche ma mai caricaturali, parossistiche ma mai paradossali, come la rabbia che deforma il volto di Dylan a pag.52, o come Groucho e Lizzie nei loro battibecchi.
Anche la caratterizzazione di Debbie è da segnalare. Con pochi tratti il disegnatore riesce a dare non solo forma, ma anche anima e carattere a quella che altrimenti poteva essere solo un'altra bella donna da aggiungere alla collezione di fanciulle conosciute da Dylan.
Ma è l'intero albo, e non una vignetta in particolare, a testimoniare la grandezza di questo disegnatore che, non contento degli altissimi standard raggiunti già negli ultimi dieci/quindici anni, ha sempre cercato di evolversi e migliorarsi, senza perdere il suo stile inconfondibile.


GLOBALE
 

Nel voto globale aggiungiamo i punti tolti ai testi perchè si tratta di una storia tutto sommato godibile, con un protagonista riconoscibile e fedele a se stesso e dei comprimari ben utilizzati.
Purtroppo, come spesso accade a Ruju, ad un inizio brillante non corrisponde un finale altrettanto soddisfacente.

La copertina di Angelo Stano è quasi 'obbligata', con il faccia a faccia tra i due rivali che svela quello che sarà il leit-motiv dell'albo, e riesce con pochi elementi a destare la curiosità del lettore.

Vedere anche la scheda della storia
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §