Salta direttamente al contenuto

I segreti di Burden Hill

un urban fantasy a quattro zampe
Recensione di E.Romanello |   | comics/

I segreti di Burden Hill
I segreti di Burden Hill


Periodicamente gli animali, domestici o meno, diventano protagonisti di storie di tutti i tipi, in letteratura, cinema, fumetti e animazione: "I segreti di Burden Hill", vincitore dell’Eisner Award nel 2010, racconta un urban fantasy a quattro zampe, con cani e gatti, gli animali domestici per eccellenza, protagonisti e capaci di vedere la realtà umana con il loro sguardo, spesso impietoso.

In un quartiere residenziale tipico, cinque cani e un gatto si alleano contro le minacce soprannaturali che si scatenano in particolare contro i loro simili, diventando delle specie di investigatori dell’incubo a quattro zampe, dei Dylan Dog o dei Mulder e Scully con pelo e coda.

Il fumetto è sceneggiato da Evan Dorkin, artista completo in fumetto e animazione, ed è disegnato da Jill Thompson, collaboratrice di Neil Gaiman per la saga di Sandman e presenta vicende a se stanti ma con un filo logico tra l’horror urbano e il fantastico, trattando argomenti anche come i maltrattamenti e le uccisioni di animali domestici, lato oscuro di tante persone insospettabili, o gli abbandoni e le difficoltà del vivere di chi viene abbandonato dai compagni umani che credeva fedeli.

Non è un fumetto per bambini, malgrado la presenza degli animali e il disegno morbido anche se realistico che contraddistingue sia i cani che i gatti: un titolo che non può mancare in chi cerca dallo spesso un po’ troppo inflazionato genere fantastico qualcosa di nuovo, ma che piacerà anche a chi, magari non troppo appassionato di nuvole disegnate e dintorni, ha a cuore i diritti degli animali e li ama come compagni di vita, visto che come spesso succede il genere fantastico diventa un modo per parlare di problemi reali.

La storia narrata potrà ricordare a qualcuno un libro e film d’animazione che fecero epoca all’inizio degli anni Ottanta, La collina dei conigli di Richard Addams, purtroppo presto dimenticati ma che forse sono rimasti nel cuore di creativi come gli autori di quest’opera.

Una tavola del volume
disegni di Jill Thompson

(c) 2013 Bao Publishing

Una tavola del volume<br>disegni di Jill Thompson<br><i>(c) 2013 Bao Publishing</i>

Le tavole di Jill Thompson sono vere e proprie opere d’arte, con cura dei personaggi canini e felini e non solo e nel ricostruire gli ambienti realistici ma fantastici delle avventure degli eroi a quattro zampe, tra colori pastello e buio, metafora degli aspetti cupi che nasconde la cosiddetta normalità, per gli animali e non solo.

Da segnalare la cura per l’edizione italiana della Bao Publishing, che propone albi da collezione a un prezzo non popolare, ma che ripaga con una rilegatura curata, vari extra e un formato che rende piena giustizia all’opera e ai disegni di Jill Thompson.

I segreti di Burden Hill: Riti animali, di Evan Dorkin (testi) e Jill Thompson (disegni) - Bao Publishing - 184pp - brossurato - €16

Condividi questa pagina...