Salta direttamente al contenuto

I tre fratelli Simmons

risvolti di passata vita familiare per Spawn
Recensione di  |   | comics/


I tre fratelli Simmons
 


I tre fratelli Simmons

Scheda US-SPWN-102

Quadretto di famiglia

Il palcoscenico di Spawn si arricchisce di nuovi interessanti personaggi. L'arrivo di David Hine, dobbiamo ammetterlo, ha stravolto un po' l'universo del generale dell'inferno, ma ha anche introdotto delle tematiche piuttosto gustose, andando a scavare sempre più profondamente nel passato di Al Simmons e scaraventando il nostro eroe in nuove travolgenti situazioni.
Tornano i due simpatici demoni sanguinari Ab e Zab, diminutivi di Abbadon e Zabraxas: stavolta la loro follia li porta a realizzare un nuovo progetto, una Casa degli Orrori, luogo ideale per tentar di aprire nuovi varchi nella barriera costruita da Spawn per proteggere la Terra dall'Inferno.
Prendendo spunto da un edificio adibito a luogo in cui la gente deve rimanere spaventata dagli orrori compiuti nel mondo, un edificio allestito da un certo Reverendo Simmons, Ab e Zab costruiscono una sorta di luogo dell'espiazione, in cui chi entra nelle sue stanze, rivive tragici eventi del passato. E quasi sempre ne paga le conseguenze.

Gli orrori della casa
Pag. 18

(c) Panini COmics / Image Comics

Gli orrori della casa<br>Pag. 18<br><i>(c) Panini COmics / Image Comics</i>
Anche il Reverendo Simmons entra in una stanza e, nonostante l'arrivo di Spawn in suo aiuto, uno scioccante passato torna a perseguitare i due, che a quanto pare sono proprio fratelli... E scioccanti sono le rivelazioni sul perché Richard Simmons sia diventato prete e sul perché la casa di famiglia sia tuttora avvolta da un alone che impedisce agli occupanti di uscire e agli esterni di vedere quello che c'è al di là della staccionata.

Una vita d'inferno

A quanto pare, la famiglia Simmons è sempre stata perseguitata da personaggi demoniaci. Il destino di Al era quindi quasi necessariamente segnato: doveva diventare un generale di Satana e questo era scritto fin da quando era ragazzo. Un cuore marcio, quasi posseduto, incline alla violenza e simbolicamente avviato su quella strada di perdizione che l'avrebbe condotto a reincarnarsi nella creatura demoniaca che ora è.
Tutti eventi, quelli che riempiono la sua vita, dalle piccole nefandezze sugli animali agli omicidi veri e propri, dalla ferocia dimostrata in azioni di guerra al servizio di Jason Wynn fino alle violenze familiari contro sua moglie Wanda, che hanno inquadrato il tipo come perfetto per il ruolo che avrebbe dovuto ricoprire da morto.

I fratelli Simmons
Pag. 52

(c) Panini Comics / Image Comics

I fratelli Simmons<br>Pag. 52<br><i>(c) Panini Comics / Image Comics</i>

Prepariamoci al meglio

La storia introdotta in questo centoduesimo numero, oltre a vedere come protagonisti Spawn, Nyx e i due demoni Ab e Zab, tenta di ricostruire un passato carico di tensioni e fornisce elementi nuovi di cui ancora non possiamo dire nulla. Che fine ha fatto il terzo fratello Marc Simmons? E perché la casa dei Simmons sembra completamente isolata dal mondo esterno? Qual è la verità che circonda il suo mistero? E qual è il vero piano di Mr. Malefick?
Hine sembra aver trovato la testata migliore in cui esprimere il suo estro narrativo: Spawn rappresenta una sfida il cui universo ha infinite vie da percorrere. Non esiste la vita, né la morte. O meglio, ci sono entrambe, ma tutto è relativo e quindi "chi muore si rivede", chi "non muore" chissà. L'intreccio elaborato è una chiave per portare Spawn verso la scoperta di questo nuovo mondo, in cui si verificano eventi così fantastici, che talvolta persino il non morto ne resta stupefatto.
Brian Haberlin invece, dalle prime esperienze in cui le scene erano piuttosto statiche rispetto ai precedenti disegnatori (c'è chi dice che Spawn è morto con l'abbandono di Greg Capullo), ha ora trovato la giusta dimensione nella rappresentazione delle storie, sia da un punto di vista dinamico che, soprattutto, per quanto riguarda gli orrori. E quando parliamo di orrori non intendiamo solamente le creature con cui Spawn deve aver a che fare, ma anche le scene di ordinaria e violenta follia: la sensazione generale è che per quanto le scene siano divenute esplicite, Spawn sia sempre più orientato a trasformarsi in un fumetto per il solo pubblico maturo.

Spawn 102, di David Hine (testi) e Brian Haberlin (disegni) - 17x26, 75 pp, colore - 3,30 euro, in fumetteria - Marzo 2008

Vedere anche...

Scheda US-SPWN-102

Condividi questa pagina...