Salta direttamente al contenuto

Caso della Magnolia Rossa, Il

l'ultima (?) sigaretta per Leo
Scheda di M. Spitella, O. Tamburis |   | bonelli/


Caso della Magnolia Rossa, Il
IT-LPULP-3


uBCode: ubcdbIT-LPULP-3

Caso della Magnolia Rossa, Il
- Trama

L'estate di Los Angeles viene turbata da un terribile fatto di cronaca: il ritrovamento sulla spiaggia del cadavere tagliato in due di una donna, denominata "Magnolia Rossa" da un tatuaggio su un braccio. Laddove la polizia non riesce a cavare un ragno dal buco, ecco che entra in scena Leo Pulp, ingaggiato nientemeno che dalla sedicente sorella della vittima. Ma questo è solo l'inizio di uno dei più intricati casi dell'occhio privato n.1 della città!

Valutazione

 74

Recensione

data pubblicazione 31 Mag 2007
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbClaudio Nizzi
disegni (matite e chine) di ubcdbMassimo Bonfatti
copertine
Leo Pulp 3<br>copertina di Massimo Bonfatti<br><i>(c) 2007 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
, , , , ,

Annotazioni

Note e citazioni

  • Il nome Zaduck è un omaggio ad uno dei 'miti' di Hollywood, il produttore Darryl F. Zanuck, mentre Keine cita il Citizen Kane di Orson Welles;
  • Pag.7, terza vignetta. Tra i giornalisti accalcati sulla spiaggia compare anche un occhialuto reporter del Daily Planet…;
  • Pag.9, penultima vignetta. Il titolo di uno degli articoli del giornale che Leo sta leggendo recita "che pezzo di ragazza"...;
  • Pag.9, ultima vignetta. Nel portapenne di Leo (un barattolo di conserva...) c'è una matita con in cima la testa di Topolino;
  • Pag.10, penultima vignetta. Il primo mitomane, quello che afferma di aver ucciso la ragazza per punirla dei suoi peccati è un omaggio al film The Frighteners ("Sospesi nel tempo") di Peter Jackson, nel quale c'è un agente FBI psicopatico che ha lo stesso aspetto e la stessa ossessione (guarda QUI);
  • Pag.11, prima vignetta. Tra gli arrestati ci sono anche l'uomo e il cane che hanno trovato il corpo sulla spiaggia;
  • Pag.13, seconda vignetta. Sull'incasinatissima scrivania di Leo c'è il "young marmots manual", omaggio 'maccheronico' alle Giovani Marmotte (in inglese Young Woodchucks);
  • Il nome del gangster Bugsy Lansky è la 'somma' di quelli di due veri protagonisti della malavita USA degli Anni '40: Bugsy Siegel e Meyer Lansky;
  • Pag.19, all'uscita del cinema dove erano Leo e Norma c'è un tipo che, sembra, cerca disperato il portafogli, e potrebbe ricordare il più noto Dagoberto (Dagwood) delle strisce "Blondie e Dagwood" di Chic Young;
  • Pag. 25, quarta vignetta. Ovviamente Leo lascia la macchina in divieto di sosta!
  • Pag.30, seconda vignetta e altre. Sul tavolo di Jerry Dix (comparso la prima volta nel secondo numero) c'è un flacone di "Deep Throat Syrup" (in italiano: "Sciroppo Gola Profonda"), omaggio (forse) al film che ha dato origine al porno moderno (Deep Throat con Linda Lovelace) e alla "professione" di informatore, confidente svolto da Dix per Leo;
  • Pag.31, ultima vignetta. Il "Tarzan" ritratto nella foto con la ragazza è il primo Tarzan cinematografico (e da molti considerato l'unico valido), Johnny Weismuller;
  • Pag. 36, seconda vignetta. Il parcheggio di Leo ha procurato qualche danno…
  • Pag. 38, ultima vignetta. …e la ripartenza ha provveduto a rincarare la dose.
  • Pag.40, prima vignetta. Il cane che Leo sembra riconoscere è già apparso nel n.1, a pag.33 (e allora Leo lo aveva trattato abbastanza male…);
  • Pag.41, terza vignetta. Yellow Kid!
  • Pag. 49: Leo dice a Norma che la porterà nel ristorante preferito da Orson Welles: provate a fare una ricerca in tal senso in rete e scoprirete che di locali preferiti (tra ristoranti, caffè e quant’altro) Welles ne aveva ben più d’uno, e non solo negli States :-)
  • Pag.57 e seguenti. Il croupier ostaggio di Leo è, naturalmente in caricatura, Fred Buscaglione;
  • Pag.81, terza vignetta. Tutto a sinistra, vicino alla finestra, c'è il Rip Kirby di Alex Raymond;
  • Pag.88, prima vignetta. La signora bassa, con gli occhiali, i capelli bianchi ed il dente sporgente (per tacer del resto…) che fa parte della giuria era già apparsa nel secondo num. a pag.67 e 68, intenta ad attendere il suo turno fuori la cabina telefonica dove Leo stava parlando (e poi arrabbiandosi perché pensava che Leo fosse rimasto là fuori ad origliare);
  • Pag.94, terza e quarta vignetta. Sono "riconoscibili" molte star hollywoodiane dell'epoca. Al centro della terza, in primo piano (spostato un po' a sin.) Montgomery Clift. Al centro, in secondo piano, Shirley Temple (la bambina col leccalecca). Sulla destra Dick Powell (l'uomo con i baffi e il fiore all'occhiello). Nella quarta, partendo da sinistra, Joan Crawford, Rock Hudson, Veronica Lake, Jimmy Durante e Groucho Marx;
  • Ancora una volta per la serie: "Un lavoretto da maniaci"... Nell'albo, inclusa la copertina, Leo è "inquadrato" in 305 illustrazioni, in 270 delle quali ha una sigaretta (accesa!).
  • Breve postilla: i particolari qui citati non sono che una parte delle miriadi di citazioni ed impreziosimenti di cui gli autori hanno letteralmente infarcito le 94 pag. dell'albo. Ai lettori il compito (e il piacere) di scoprire tutte le altre!
  • Altra breve postilla: giacchè si è nuovamente in periodo di aumento di prezzi per le testate bonelliane, da un rapido calcolo risulta che, mentre LP 1 nel 2001 costava € 3,62, LP 2 nel 2005 subiva un aumento a € 4,00, fino ad arrivare a LP 3 nel 2007 con € 4,50, per cui l'aumento percentuale del prezzo nell'arco dei tre numeri è quindi pari all'incirca al 24,3%...

Incongruenze

  • Pag.55: i buttafuori del Paradise Club hanno la divisa rossa, che nell’ultima vignetta diventa però bianca;
  • inviateci le vostre segnalazioni

La frase

"La mattina del 15 gennaio 1947, il corpo di una giovane donna fu trovato, seviziato e tagliato in due [...] il suo caso passò alla storia come quello della Dalia Nera [...] ma l'autore o gli autori del delitto non furono mai trovati. Non mi occupai io delle indagini"
Leo Pulp, pag. 98.

Personaggi

Leo Pulp
Norma
Barbara Maloney, [+] soprannominata "Magnolia Rossa", prostituta e aspirante attrice
Richard Zaduck, produttore cinematografico e candidato alla carica di governatore
Chester Keine, produttore cinematografico e candidato alla carica di governatore, avversario di Zaduck
Marion Maloney (vero nome Jenny Jones), sedicente sorella della Magnolia Rossa
Nick Tracy, capitano di polizia di L.A.
Diana Davies, amica di Barbara Maloney, prostituta aspirante attrice
Joel Shapiro [+], protettore della Magnolia Rossa
Jerry Dix, proprietario e direttore della rivista patinata Tam-Tam, informatore di Leo (già apparso nel secondo numero)
mafioso cinese, incaricato di uccidere Leo
maliarda cinese, mandante del killer di Leo su incarico di Bugsy Lansky
Peppermail, vicino di casa di Norma
Buttafuori del Paradise Club
Croupier del Paradise Club
Bugsy Lansky, gangster, assassino della Magnolia Rossa su incarico di Keine
Scagnozzi assoldati da Keine per uccidere Leo

Locations

Città di Los Angeles appartamento di Leo Pulp ufficio di Leo Pulp casa di Norma spiaggia dove viene rinvenuto il cadavere della Magnolia Rossa cinema dove si recano Leo e Norma casa di Diana Davies villa di Joel Shapiro comando di polizia di L.A. ufficio di Jerry Dix Paradise Club, bisca di lusso di proprietà di Bugsy Lansky villa di Chester Keine Tribunale castello di Richard Zaduck

Elementi

hard boiled Los Angeles luci e ombre di Hollywood cadavere tagliato in due rivalità politiche collusioni tra politica e prostituzione



Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...