Salta direttamente al contenuto

Le avventure di un killer sentimentale

una delle ultime storie di Paolo Morales
Recensione di  |   | bonelli/


Le avventure di un killer sentimentale
Le Storie n.6


Scheda IT-LSTR-6

L'uscita di questo riuscito fanta-thriller nella collana Le Storie testimonia una volta di più l'ottimo andamento di una serie che vede all'opera i migliori autori in forza alla Sergio Bonelli editore. Questo sesto numero è purtroppo ancora più speciale, perché rappresenta una sorta di testamento spirituale del realizzatore dell'albo, Paolo Morales (coadiuvato nei disegni da Davide De Cubellis), scomparso prematuramente il 16 gennaio 2013.
Paolo Morales è stato uno degli autori di fumetti più innovativi all'interno della casa editrice milanese, soprattutto nel momento in cui si è occupato non soltanto dei disegni di Martin Mystère, ma anche dei testi, divenendo in breve tempo lo sceneggiatore più apprezzato dai lettori del Detective dell'Impossibile, grazie alla sua capacità di rinnovare il personaggio e le ambientazioni, dandone una versione più moderna e riuscendo nel contempo a rispettare il classico canone narrativo della serie.

L'avventura raccontata in Ritorno a Berlino rappresenta compiutamente il lavoro di Morales come autore, innanzitutto per quel che riguarda il genere affrontato, un classico thriller, tema a lui congeniale. Il valore aggiunto della storie raccontate da Morales non è tanto nell'imprevedibilità della trama, magari farcite di colpi di scena, ma nella naturalezza della narrazione, sviluppata grazie alla brillantezza dei dialoghi, che contribuiscono ad arricchire le caratterizzazioni dei personaggi, collocati in ambientazioni mai scontate e banali. L'autore romano è prima di tutto un vero narratore a fumetti, non ha bisogno difatti didascalie per raccontare, tutto, anche i più piccoli dettagli sono esplicitati tramite il segno grafico.

Tra passato e futuro
Tavola di Morales e De Cubellis, pag.48

(c) 2013 Sergio Bonelli editore

Tra passato e futuro<br>Tavola di Morales e De Cubellis, pag.48<br><i>(c) 2013 Sergio Bonelli editore</i>

E' come di consueto particolarmente riuscita la caratterizzazione dei personaggi, che Morales riesce a centrare in poche vignette con estrema efficacia. La parte del protagonista spetta ovviamente al killer René, il malinconico sicario che sembra uscito dai romanzi dello scrittore cileno Luis Sepulveda. Le sue motivazioni ci vengono rivelate a poco a poco tramite i ricordi in flashback, mentre la crudezza del suo agire, la freddezza con cui si libera degli avversari, sono giustificate dal percorso di redenzione in cui si impegna per salvare Max, il giovane di cui anni prima ha ucciso il padre, per poi invaghirsi della madre. René è un sentimentale, ma sempre un killer rimane, come testimonia anche il colpo di scena finale, caratteristica ormai della collana, questa volta non indispensabile per la buona riuscita del racconto.
Non male neppure la caratterizzazione di Max, giovane giornalista d'assalto, bloccato psicologicamente dai traumi vissuti da bambino; René con il suo sacrificio gli permette di recuperare il suo passato, gli concede un'altra vita, come un padre. E il rapporto tra padri e figli riaffiora in tutta la storia, per esempio anche nel rapporto ambiguo e destinato al fallimento tra la giovane pubblico ministero e il padre giudice e cospiratore, dando all'avventura un tono da tragedia greca, in cui traspaiono anche le tensioni contemporanee, come le macchinazioni massoniche e i raid neonazisti.

L'implacabile René
Vignette di Morales e De Cubellis, pag.60

(c) 2013 Sergio Bonelli editore

L'implacabile René<br>Vignette di Morales e De Cubellis, pag.60<br><i>(c) 2013 Sergio Bonelli editore</i>

Questa storia rappresenta quindi al meglio il valore dell'artista Paolo Morales, un autore di cui il mondo del fumetto e tutti i suoi lettori sentiranno terribilmente la mancanza.

Ritorno a Berlino, Le Storie n.6, di Paolo Morales e Davide De Cubellis, 110 pg. b/n, brossurato, Sergio Bonelli Editore, marzo 2013, € 3,50

Vedere anche...

Scheda IT-LSTR-6

Condividi questa pagina...