ubcfumetti.com
Indice del SitoNovitÓ !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineArticoli




INCONTRO CON BURATTINI E VERNI


Pagine correlate:
Scheda Burattini

Sabato 5 ottobre 2002 ´┐Ż stato presentato a Forl´┐Ż l'Almanacco dell'avventura 2003 di Zagor. Presenti i due autori della storia inedita in esso contenuta, "Lo sciamano bianco" : Moreno Burattini, il secondo sceneggiatore dello Spirito con la Scure per numero di tavole pubblicate, dopo Nolitta, e Marco Verni, disegnatore esordiente. Quello che segue ´┐Ż un breve resoconto di quell'allegro e interessante incontro tra autori e lettori, e una ghiottissima descrizione in anteprima delle prossime avventure di Zagor.

Una festa con Zagor e i suoi autori
Un pomeriggio di inizio ottobre a Forl´┐Ż
con Moreno Burattini e Marco Verni

report di Cristian Di Clemente

Arriviamo al luogo dell'incontro con gli autori di Zagor puntualmente (17.30), ma alcune decine di persone fuori dall'edicola-libreria che fa da ritrovo ci fanno capire che la festa ´┐Ż gi´┐Ż iniziata. Seduto a un tavolino Marco Verni, classe 1966, forlivese, ´┐Ż gi´┐Ż al lavoro per firmare le copie dell'almanacco dell'avventura 2003 pubblicato in settembre, del quale ha illustrato l'episodio inedito, suo esordio assoluto nei fumetti.

I lettori presenti sono alcune decine, di ogni et´┐Ż, e la piccola ressa di gente attira altri curiosi passanti che si soffermano ad osservare l'evento.


Marco Verni e Moreno Burattini
(c) 2002 uBC

Moreno Burattini arriva con qualche minuto di ritardo (trovare un parcheggio a Forl´┐Ż non ´┐Ż facile, come sa bene chi scrive :-)). Dal 1991 ´┐Ż autore di Zagor, e le sue storie, insieme a quelle di Mauro Boselli, sono alla base della nuova giovinezza editoriale dello Spirito con la scure. Si accomoda al tavolo con Verni e inizia il lavoro di dedica degli albi (non solo almanacchi ma anche episodi della serie regolare) dei lettori di Zagor.

La simpatia, disponibilit´┐Ż e affiatamento dei due autori di Zagor conquistano tutti i presenti, che assistono divertiti alle discussioni con i due autori. Alcuni appassionati lettori formano dei piccoli forum di discussione sulle storie, mentre Burattini firma gli almanacchi aggiungendo il disegno della mitica scure o di un Cico abbozzato. Nel frattempo Verni ha cominciato a realizzare disegni sul momento per il pubblico, ed ´┐Ż bello vedere, tra le persone in fila, genitori, ragazzi e bambini piccoli osservare meravigliati il disegnatore forlivese che, tratto dopo tratto, crea dal nulla il volto di un Cico pacioccone o il corpo di un atletico Zagor, prima abbozzandoli a matita e poi ripassandoli con i pennarelli.

cliccare per ingrandire
(cliccare 42k)

cliccare per ingrandire
(cliccare 42k)

Lo Zagor di Verni, in esclusiva per uBC - (c) 2002 SBE

Facciamo osservare a Verni quanto il suo Zagor assomigli a quello di Gallieno Ferri, pap´┐Ż grafico dello spirito con la scure, e il disegnatore ci risponde che ´┐Ż quello pi´┐Ż amato dai lettori e, quindi, al quale si ´┐Ż ispirato. E il suo, ci racconta, non ´┐Ż un talento naturale ma ´┐Ż frutto della perseveranza. Ha esordito relativamente tardi nel mondo dei fumetti (36 anni) ma il suo legame con i personaggi di carta risale sin dall'infanzia. Da sempre appassionato di fumetti (e di Zagor in particolare), Verni disegna da quando andava a scuola e riempiva di schizzi i suoi quaderni, come ci raccontano i suoi amici. Ha frequentato manifestazioni fumettistiche e incontri con gli autori, avvicinandosi a quelli bonelliani. Ha svolto variegati lavori (dal pasticciere al ragioniere) ma la sua passione per il fumetto lo ha spinto a diventare un disegnatore professionista. Anche dopo aver ricevuto pareri negativi da alcuni addetti ai lavori, non ha rinunciato e con il sostegno dei suoi amici, in particolare di Davide Fabbri (ora approdato alla Dark Horse statunitense), e anche dello stesso Burattini, ha continuato a tentare, migliorandosi di continuo. Quella di oggi ´┐Ż soprattutto la sua festa, per il suo esordio da disegnatore, proprio per il personaggio che leggeva sin da quando era bambino. E' riuscito a fare della sua passione una professione.

Ci avviciniamo a Moreno Burattini chiedendogli qualche anticipazione sulle prossime storie di Zagor. E il simpaticissimo autore toscano non si dimostra certo avaro di informazioni.

Terminata l'abbuffata di notizie, di seguito riportate, salutiamo i due simpatici autori e li ringraziamo per la loro straordinaria disponibilit´┐Ż, mentre la festa tra autori e lettori prosegue fino al sopraggiungere del buio.

cliccare per ingrandire
(cliccare 99k)

cliccare per ingrandire
(cliccare 77k)

cliccare per ingrandire
(cliccare 105k)

cliccare per ingrandire
(cliccare 100k)

cliccare per ingrandire
(cliccare 98k)

cliccare per ingrandire
(cliccare 88k)

Tavole dalle prossime storie di Marco Verni
(c) 2002 SBE

Le storie in lavorazione di Zagor

La storia attualmente in pubblicazione (la prima parte, "La sorgente misteriosa", disegni di Chiarolla, ´┐Ż uscita in ottobre) durer´┐Ż 216 tavole, vale a dire poco pi´┐Ż di due numeri. Burattini si dichiara infatti favorevole al fatto che una storia duri quanto richiede il racconto, senza il vincolo di dover necessariamente finire in fondo all'albo. Non ci sar´┐Ż un brusco ritorno alla vecchia maniera, comunque, ma ritroveremo di tanto in tanto una lunghezza variabile per le storie.

Successivamente, sar´┐Ż pubblicata un'avventura scritta da Alessandro Russo, al ritorno su Zagor dopo l'unico episodio da lui scritto e pubblicato nel 1992, "Il giorno del riscatto" (322/324), e disegnata da Ferri. Sar´┐Ż ambientata in una palude impenetrabile dove uno scienziato pazzo compie mostruosi esperimenti sulle persone e sugli animali. Il riferimento letterario (e anche cinematografico) ´┐Ż "L'isola del dottor Moreau" di H.G.Wells.

In seguito, esordir´┐Ż su Zagor Luigi Mignacco che, forte della sua lunga esperienza con Mister No, far´┐Ż arrivare a Darkwood addirittura i Canga´┐Żeiros (indimenticabili protagonisti di una delle prime avventure di Jerry Drake, vedi MN 3)!

In primavera rivedremo il professor Verybad, che ha inventato una nuova arma micidiale, in una doppia storia con i disegni di Cassaro.

Per la seconda met´┐Ż del 2003 ´┐Ż previsto il doppio ritorno, in una storia di circa due albi e mezzo, di Mortimer e del Tessitore. I disegni saranno curati proprio da Marco Verni. Tra l'altro, Burattini ha raccontato che gi´┐Ż nell'ultima storia di Zagor con Mortimer (vedi n.407) era contenuto un indizio, molto difficile da cogliere, che lo collega al Tessitore (comparso nei n.205/209), ma lo scrittore toscano non ha voluto aggiungere altro :-).
Non sono previsti ritorni di vecchi nemici dell'epoca nolittiana, anche se scherzando Verni ha ricordato che gli otto anni che di solito trascorrono tra gli scontri con Hellingen sono quasi passati :-).

Un'altra succosissima anticipazione riguarda una nuova saga in preparazione, curata da Boselli e Burattini. Sar´┐Ż composta da pi´┐Ż storie, tra loro collegate, con un lungo viaggio. Si comincia nel sud degli Stati Uniti, poi ci si sposta in Messico, a Veracruz e nello Yucatan. Seguir´┐Ż un lungo viaggio per mare verso una destinazione inedita per le pagine di Zagor. La saga vedr´┐Ż il comparire di nuovi nemici e il ritorno di vecchi amici, tra i quali il Capitano Honest Joe, Jean e Denise Lafitte.

Burattini ci racconta poi altre storie in lavorazione. Una di queste ha il titolo provvisorio "Ronin" ed ´┐Ż disegnata da Pesce. Ronin ´┐Ż il samurai senza padrone, e per la seconda volta Zagor affronter´┐Ż un pericolo proveniente dal Giappone, e la sua scure fronteggier´┐Ż una katana (la lama delle spade giapponesi).

Chiarolla ha nel frattempo gi´┐Ż terminato di disegnare lo speciale che sar´┐Ż pubblicato nel 2003 e al momento ´┐Ż al lavoro sulla storia "Il fuoco dal cielo", su testi di Burattini.

Un Laurenti straordinariamente ispirato, come ci dice Burattini, sta lavorando ad una lunghissima storia in quattro parti, dal titolo provvisorio "I cacciatori di evasi".

Burattini, infine, ci anticipa due storie di altri autori. La prima ´┐Ż di Mignacco, che coinvolger´┐Ż Zagor in una caccia alla balena, in una vicenda ispirata all'immortale "Moby Dick" di H.Melville. La seconda costituisce un graditissimo ritorno: quello di Ade Capone (la sua ultima avventura per lo Spirito con la scure, "Uomini e belve", ´┐Ż datata marzo 1993, 330/331), creatore di Lazarus Ledd, che sta sceneggiando "I predoni del lago", per i disegni di Della Monica.

A una nostra domanda riguardante Mauro Boselli, Burattini ci ha confermato che i suoi impegni per Tex e Dampyr hanno ridotto la sua presenza sulle pagine di Zagor, del quale rimane comunque il curatore e per il quale sta sceneggiando alcune storie. Infine, Burattini ci ricorda che Sergio Bonelli continua a supervisionare con impegno e affetto tutte le storie della sua creatura.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §