Salta direttamente al contenuto

Mummia delle Ande, La

Zagor sul Machu Picchu
Scheda di  |   | zagor/


Mummia delle Ande, La
IT-ZG-562-565


uBCode: ubcdbIT-ZG-562-565

Mummia delle Ande, La
- Trama

Zagor e Cico, arrivati in Perù, restano coinvolti in un attentato ai danni dell'avvocato Aguilar, reo di difendere i diritti degli operai che lavorano nelle fabbriche tessili del potente Don Torres, e nel rapimento della bella Soledad da parte dell'avventuriero Barranco, che vuole raggiungere una città sacra nella cordigliera. Dexter Green e Yambo, nel frattempo, identificano il luogo finale dove la loro ricerca dei segreti di Atlantide li condurrà.

Valutazione

ideazione/soggetto
 5/7 
sceneggiatura/dialoghi
 5/7 
disegni/colori/lettering
 6/7 
 79

Recensione

data pubblicazione Mag 2012 - Ago 2012
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbMoreno Burattini
disegni (matite e chine) di ubcdbGiuseppe Prisco
copertine
Zagor 562<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i> Zagor 563<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i> Zagor 564<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i> Zagor 565<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
Cuzco, Plaza de Armas<br>disegni di Giuseppe Prisco, Zagor n.564, pag.15<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
La grinta di Zagor<br>disegni di Giuseppe Prisco, Zagor n.563, pag.23<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
, , , , , ,

Annotazioni

Note

  • Dexter Green e Yambo, che lo Spirito con la Scure sta inseguendo da mesi, tornano in azione nel "presente" delle storie di Zagor, da cui erano assenti dal n.556, dopo brevi flashback di persone che li avevano visti nei precedenti episodi.
  • Iniziano a realizzarsi alcune delle visioni del futuro di Zagor di cui al n.550:
    -N.563, pag.43, lo Spirito con la Scure conosce Mama Jacinta ("Incontrerai chi ti saprà indicare la via da seguire), l'anziana curandera che lo indirizzerà verso Cuzco. Nel n.565 si realizza invece parte del seguito della frase ("... e chi ti aiuterà perché tu possa percorrerla"), come dettagliato oltre.
    -N.565, pag.29-56, Zagor è sul Machu Picchu ("Arriverai in una antica città sacra, superando grandi pericoli"), decenni prima della "riscoperta ufficiale", ad opera dell'esploratore americano Hiram Bingham, nel 1911.
    -N.565, pag.37, Zagor arriva in un laboratorio di Atlantide sotto il Machu Picchu e nel successivo episodio, a pag.78 dello stesso numero, confida a Cico d'aver pensato per un attimo di aver raggiunto la meta finale di Dexter Green prima di lui ("Ma quando crederai di essere arrivato, sarai soltanto a metà del viaggio").
  • Mama Jacinta, dai misteriosi poteri e iniziata agli antichi segreti della Terra, si rivela una figura molto simile a Shyer, la misteriosa sacerdotessa-sciamano che iniziò il giovane Patrick Wilding al suo destino da eroe e che gli profetizzò il viaggio sudamericano nel n.550. E dopo i sassolini già lanciati nell'albo citato (la "lingua perduta degli antichi", un tempo parlata da tutti gli uomini prima di una grande catastrofe, che Shyer ha insegnato a Zagor), le parole di Mama Jacinta prima (n.563, pag.54) e il finale dell'episodio poi ufficializzano che le conoscenze e i segreti di cui sono al corrente sciamane e curandere delle leggende e delle tradizioni di tutto il mondo discendono da una antica Sorellanza di donne-scienziato di Atlantide.
  • Barranco, il principale cattivo dell'episodio, è diretto al Machu Picchu per trovare le tracce delle Amazzoni, che un tempo facevano parte delle figlie di Viracocha che lì vivono, ma dalle quali si sono poi separate. Apparentemente morto al termine dell'episodio (scompare in un fiume sotterraneo), Barranco tornerà ne Le donne guerriere (n.567-570), dove si chiariranno i motivi della sua ricerca.
  • In Perù, documentandosi nella biblioteca di Lima e studiando i siti archeologici nei pressi di Cuzco, Dexter Green identifica il luogo in cui si cela la più importante base scientifica di Atlantide, da cui alcuni scampati alla catastrofe (identificati come dèi dalle popolazioni primitive, come il Viracocha degli antichi abitanti peruviani) partirono per riportare la civiltà in un mondo piombato nella barbaria. La Base si trova in un non precisato "luogo più inaccessibile della terra", e per raggiungerlo Dexter intende chiedere l'aiuto della base governativa Altrove, con la quale ha collaborato in passato.
  • Zagor, impegnato a dare una sonora lezione al potente Don Torres e a salvare la bella Soledad dalle mani di Barranco, non si incrocia con Dexter, ma riesce a intercettare una sua missiva diretta ad Altrove, dalla quale conosce la prossima tappa intermedia dei due fuggitivi: Sao Salvador de Bahia de Todos os Santos, dove Dexter dà appuntamento a Lambert, l'agente di Altrove introdotto nel n.554. Zagor non sa ancora dove si trovi la città, che i lettori di Mister No conoscono invece benissimo: Salvador de Bahia, l'affascinante cittadina sull'Atlantico nel nord est del Brasile, è infatti apparsa spesso nelle avventure del pilota creato dal papà dello Spirito con la Scure, Guido Nolitta.
  • Al termine dell'episodio l'anziana Sanya, che guida le figlie di Viracocha sul Machu Picchu, suggerisce a Zagor di andare alla ricerca delle amazzoni (e gli fornisce le istruzioni per trovarle nella foresta e un misterioso manufatto con cui loro sentiranno la sua presenza), perché "loro sanno dov'è il luogo che cerchi".
  • Le figlie di Viracocha del Machu Picchu sono condannate all'estinzione (vedere la frase), poiché generate artificialmente, tutte uguali alla loro creatrice, da antichi macchinari di Atlantide che hanno smesso di funzionare. Diversamente da loro, le Amazzoni hanno invece avuto genitori umani.
  • N.563, pag.93-95, il soldato compaesano di Cico interrogato da Zagor ricorda fisicamente Asterix, il celebre protagonista del fumetto di Goscinny e Uderzo. A suggello della citazione, la sequenza è chiusa da un commento dello Spirito con la Scure, "Sono pazzi questi messicani", che rivisita una delle frasi ricorrenti di Obelix, il fedele compagno d'avventure del guerriero gallico.
  • N.564, pag.17-25, arrivati a Cuzco, per raccogliere informazioni, Zagor e Cico assistono a una atipica corrida che vede combattere un Condor, animale sacro per i nativi peruviani, e un Toro, che simboleggia gli antichi invasori spagnoli, incatenati tra loro. Uno spettacolo che andrà di traverso ai due amici poiché il condor, legato alla schiena del toro, lo ucciderà molto lentamente, a furia di beccate sulla testa.
  • N.565, nella rubrica "I tamburi di Darkwood" Moreno Burattini rivela che Barranco ha le fattezze di Giancarlo Orazi, lettore zagoriano collezionista di tavole originali.
  • Inviateci le vostre segnalazioni!

La frase

Personaggi

Zagor
Cico
Barranco spietato avventuriero
Aguilar avvocato
Mama Jacinta curandera
Soledad figlia della curandera
Sanya anziana che guida le figlie di Viracocha
Dexter Green archeologo
Yambo servo di Green
Frate Xavier introduce Green e Yambo nel convento
Don Cristobal Torres [+] potente industriale
Gilberto Serrano [+] sgherro di Torres
Cecilia Torres figlia di Torres
Soldato compaesano di Cico
Watana [+] giovane sacrificata nel 1473

Locations

Cordigliera delle Ande nel 1473 e oggi
Porto del Callao in Perù
Lima
Convento di San Francesco
Fattoria di Mama Jacinta
Cuzco
Arena a Cuzco
Villa di Torres a Cuzco
Sacsayhuaman sito archeologico
Aguas Calientes sorgenti termali
Machu Picchu città sacra tra le Ande
Laboratorio di Atlantide

Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...