Salta direttamente al contenuto

Rotta verso Panama

schiavitù, indios e tesori perduti
Scheda di  |   | zagor/


Rotta verso Panama
Zagor 559-562


uBCode: ubcdbIT-ZG-559-562

Rotta verso Panama
- Trama

Zagor e Cico aiutano lo schiavo Samuel nella sua fuga lungo l'istmo di Panama, diretti al rifugio di Capitan Mission, che in luogo nascosto sulla sponda del Pacifico ha creato una comunità per ex-schiavi liberi. Ma sulle loro tracce c'è il sanguinario comandante della Isthmian Guard, l'ex ranger Ross McGunn, convinto che Capitan Mission sappia dove si trova il leggendario Tesoro di Lima.

Valutazione

ideazione/soggetto
 5/7 
sceneggiatura/dialoghi
 4/7 
disegni/colori/lettering
 5/7 
 66
data pubblicazione Feb 2012 - Mag 2012
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbJacopo Rauch
disegni (matite e chine) di ubcdbStefano e Domenico Di Vitto
copertine
Zagor 559<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i> Zagor 560<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i> Zagor 561<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i> Zagor 562<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
El Diablo Yanqui spiega la sua filosofia<br>disegni di Stefano e Domenico Di Vitto, Zagor n.562, pag.14<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
, , , ,

Annotazioni

Arriva arriva El Diablo

Finalmente si respira aria di Sudamerica.
Jacopo Rauch ci immerge nella Storia e nei personaggi della Repubblica di Panama (commercianti, piantatori, vigilantes, soldati, banditi, comandanti e indios), ricordandoci perché Zagor è un eroe, con la sua capacità di indignarsi, infuriarsi e non voltare mai le spalle alle vittime dei soprusi, per i quali è sempre pronto a distogliersi dal suo obiettivo principale (inseguire l'ex-amico Dexter Green). In questo caso, il tema di partenza è quello dello schiavismo, che fa da trampolino per una vicenda ben più ampia che riguarderà il leggendario Tesoro di Lima, in una marcia nella giungla tropicale tra le rovine di un passato glorioso.
E Zagor è un eroe anche perché è il pensiero delle vittime dei sanguinari come El Diablo Yanqui Ross McGunn, che combatte per il solo gusto del sangue e della lotta, a dargli la forza, come ci ricorda all'apice del loro duello finale. Un climax che resta purtroppo isolato: la vicenda è fin troppo ricca di contenuti, anche potenzialmente di grande impatto (dallo schiavismo alle comunità di uomini liberi, dalle stragi degli indios ai demoni interiori di Capitan Mission) che alla fine non risultano sviluppati più dello stretto necessario richiesto dal racconto principale. La narrazione resta pertanto fredda e la storia, più che piacevole nel complesso, non spicca mai veramente il volo.

El Diablo Yanqui spiega la sua filosofia
disegni di Stefano e Domenico Di Vitto, Zagor n.562, pag.14

(c) 2012 Sergio Bonelli Editore

El Diablo Yanqui spiega la sua filosofia<br>disegni di Stefano e Domenico Di Vitto, Zagor n.562, pag.14<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>

I fratelli Di Vitto, alla seconda prova zagoriana, con il loro tratto classico e funzionale sono perfettamente a loro agio nella giungla tropicale, tra rovine coloniali e indios, forti della lunga esperienza sudamericana con Mister No. Efficace il loro Ross McGunn, l'anima nera dell'episodio, e sempre leggibili le sequenze di scontri armati tra militari, indios e vigilantes, mentre è da affinare l'espressività del protagonista della testata.

Note e incongruenze

  • Con la terza storia del ciclo sudamericano Zagor e Cico arrivano, finalmente, in zone mai esplorate prima. Sbarcati a Portobello, i due devono raggiungere Panama, sulla sponda del Pacifico, per poi imbarcarsi alla volta del Perù e proseguire l'inseguimento di Dexter Green e Yambo.
  • Per arrivare a destinazione, nel corso dell'episodio Zagor e Cico attraversano a piedi l'istmo di Panama, una cinquantina di miglia di giungla tropicale, utilizzando l'antica via dell'oro dei Conquistadores chiamata Camino Real. Il canale di Panama non era infatti ancora stato realizzato in quel periodo, come ricorda al lettore il capitano Stanton (N.559, pag.68):
    "E' da anni che si favoleggia di scavare un canale che metta direttamente in comunicazione i due ocean, per attraversarlo più facilmente! Figuratevi che baggianata!... Come se si potesse tagliare una striscia di terra come se fosse burro!"
    Il canale sarebbe stato costruito tra il 1907 e il 1914.
  • Ross McGunn, l'ex-ranger ora a capo della Isthmian Guard (vigilantes agli ordini del Governatore di Panama), è soprannominato El Diablo Yanqui ed è vestito esattamente come Tex, anche se non possiamo sapere il colore della sua camicia. Il suo duello finale con Zagor, sul ponde della fregata militare, avviene alla maniera degli Apache Mimbrenos, con i due contendenti legati tra loro a un polso.
  • Come in molte storie di Zagor ambientate lontane da Darkwood, oltre alla rigorosa ricostruzione degli ambienti sono presenti anche numerosi riferimenti storici. In questo episodio, oltre al già citato Camino Real, si parla in particolare del leggendario Tesoro di Lima e della caduta della Vecchia Panama per mano del pirata Henry Morgan due secoli prima, di cui sono rimaste soltanto rovine, con la città che fu ricostruita più a nord. Eventi storici sono anche le modalità raccontate della scomparsa del Tesoro di Lima (ori e reliquie partiti da Lima sul brigantino Mary Dear all'epoca dell'indipendenza del Perù dalla Spagna, ma trafugati dall'equipaggio, di cui sopravvissero soltanto il Capitano Thompson e un altro che si diedero alla macchia sull'Isla de Cocos).
  • Capitan Mission si rivela essere Alexander Forbes, capitano in seconda del Mary Dear, il secondo superstite, che nella sua "seconda vita" ha cercato di riscattare gli orrori di cui si è macchiato in quella precedente.
  • Il tesoro di Lima, il pretesto narrativo per mettere McGunn alle costole di Capitan Mission, non viene ritrovato in questo episodio. Del resto, la sua leggenda, che lo vuole sepolto sulla Isla de Cocos, dura ancora oggi.
  • Le avventure di Zagor hanno da sempre una collocazione storica, nella prima metà dell'800, non del tutto precisata e con frequenti libertà per fini narrativi riguardo a invenzioni, oggetti etc. Le apparizioni del Presidente degli Stati Uniti Andrew Jackson (l'ultima volta nel maxi n.14 L'uomo nel mirino), in carica dal 1829 al 1837, collocano le storie di Zagor negli anni '30 del diciannovesimo secolo. E anche Rotta verso Panama è coerente con questo, poiché viene affermato che un evento storico del 1821 (l'impiccagione dei membri dell'equipaggio del Mary Dear) è avvenuto "più di dieci anni fa".
  • N.561, pag.91-95, sequenza scollegata dalla trama dell'episodio ma che si riallaccia al tema delle pietre di Atlantide che hanno messo in moto Zagor. Svenuto, lo Spirito con la Scure ha infatti una visione in cui si trova in una scogliera di ghiaccio, con l'aquila Kaata di Shyer (Speciale 13 e n.549-550) che gli dice che il suo viaggio è appena all'inizio e che soltanto quando sarà giunto ai confini del mondo avrà le risposte che cerca.
  • Inviateci le vostre segnalazioni!

La frase

  • "Spiacente, carogna!... Ma io ho un vantaggio su di te! Io non combatto per il gusto del sangue!... Io lo faccio per il povero Manuel!... Per gli indios che hai fatto massacrare! ... Per tutti quelli che hai ammazzato per puro piacere! Ogni volta che combatto contro farabutti come te, è il pensiero delle loro povere vittime che mi dà la forza di non cedere! ... E' per questo che non vincerai! Ahhhyyaaakkkkkk!"
    Zagor piega McGunn, N.562, pag.24-25

Personaggi

Zagor
Cico
Ross McGunn [+] comandante dell'Isthmian Guard
Capitan Mission [+] leader della comunità di ex-schiavi
Samuel schiavo fuggiasco
Cullen Scott commerciante scozzese
Joselito e Manuel [+] aiutanti di Cullen
Mendoza [+] ricco piantatore
Noriega [+] sgherro di Mendoza
Cascabel [+] fuorilegge
Colonnello Contreras guida i soldati
Capitano Stanton del mercantile Queen Mary

Locations

Queen Mary mercantile
Portobello porto di pescatori nella Repubblica di Panama
Camino Real antico sentiero lastricato dai Conquistadores
San Juan insediamento degli indios Kuna
Vecchia Panama rovine
Villaggio degli indios Guaymì
Cerro Aguila rifugio di Capitan Mission
Fregata comandata da Contreras
Panama

Condividi questa pagina...