Salta direttamente al contenuto

Valle misteriosa, La

Zagor contro Entak, lo spirito della foresta
Scheda di  |   | zagor/


Valle misteriosa, La
IT-ZG-501-503


uBCode: ubcdbIT-ZG-501-503

Valle misteriosa, La
- Trama

La Widegreen Valley ha una sinistra fama: chiunque vi si inoltra non fa più ritorno. Quando a sparire è un convoglio militare, il bellicoso maggiore Powell organizza una spedizione che rischia di scatenare rappresaglie nei confronti delle tribù di pellerossa che vi vivono, mentre Zagor scopre che nella valle vige la legge di Entak, chiamato "lo spirito della foresta", capace di assoggettare chiunque al suo volere e al comando di un esercito di servitori.

Valutazione

ideazione/soggetto
 3/7 
sceneggiatura/dialoghi
 4/7 
disegni/colori/lettering
 5/7 
 58
data pubblicazione Apr 2007 - Giu 2007
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbAde Capone
disegni (matite e chine) di ubcdbGallieno Ferri
copertine
Zagor 501<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2007 Sergio Bonelli Editore</i>

Annotazioni

La Foresta contro la Scure

Nel suo secondo ritorno su Zagor Ade Capone punta con decisione sull'azione, a discapito delle caratterizzazioni dei vari personaggi, la cui presenza è soprattutto funzionale (gli evasi da inseguire, un militare che odia gli indiani, un avversario in apparenza invincibile, una testa calda che fa precipitare gli eventi) se non stereotipata, in pratica l'inverso di quel "Marines!" della scorsa estate in cui si era lasciato decisamente andare al gusto di raccontare rapporti interpersonali e momenti di attesa. E' un ritorno alle atmosfere misteriose e oscure dei classici di Capone (da "I mille volti della paura" a "I malefici di Diablar"), con Zagor seriamente impegnato a sfruttare tutto il suo repertorio di abilità guerriera e conoscenza della mentalità indiana.

Lo Spirito con la Scure fronteggia un avversario la cui prima apparizione richiede quasi metà storia, uno spazio sfruttato dall'autore per creare un clima di grande attesa per la sua entrata in scena, dopo la quale seguirà però una certa delusione: Entak, lo Spirito della Foresta, non ha il carisma che si poteva credere. E' questo un aspetto funzionale al "messaggio" che l'episodio vuole lasciare esplicitamente ("quanta parte del nostro destino dipende dalle persone che si ha avuto la sorte di incontrare?") dopo averlo insinuato in un delirio dello Spirito con la Scure. Alcuni "rovesciamenti" rispetto agli standard (il vecchio indiano, da apparente vittima a burattinaio di Entak oppure il maggiore Powell, che salverà la pelle con il suo disprezzo per i pellerossa ed il suo segreto, soltanto accennato, intatti), insieme ad uno spiegazionismo presente ma non opprimente (come invece succede troppo spesso da qualche anno), sollevano il tono dell'episodio e gli conferiscono un tocco di imprevedibilità sino alla fine.

Se si parla di atmosfere cupe e minacciose l'associazione con Gallieno Ferri è inevitabile: il contributo grafico del Maestro per la foresta morta o l'isolotto è determinante per la riuscita di questa tripla che, pur avendo in parte deluso le attese, resta godibile e coerente con il mito di Zagor.

Note

  • Ade Capone torna a scrivere nella serie regolare dopo 14 anni (ultima storia "Uomini e belve", n.330-331). Lo scorso anno aveva firmato il Maxi n.7.
  • Zagor ha già avuto a che fare in passato con persone inferocite ed assoggettate ad una volontà altrui: per esempio, si ricordano le due apparizioni dell'alchimista (n.189-191 e n.343-344) oppure le storie di Kandrax.

Incongruenze

  • N.502, pag.13, prima vignetta: errore di lettering nella frase "... e ha una grande potere..."
  • N.502, pag.62, seconda vignetta, Zagor comprende con grande sicurezza "le parole di Tonka sul mio nemico... possono significare una cosa sola. L'acqua della pozza sull'isolotto.. è la causa di tutto" come Entak possa assoggettare le persone. Le parole di Tonka che (nel sogno) lo hanno ispirato (diceva a Zagor di guardarsi la casacca, in cui compariva il simbolo di Entak) non sembrano tuttavia abbastanza per fare questo ragionamento con tanta disinvoltura.

La frase

Cico: "Stavi pensando a Entak... alla sua storia?..."
Zagor: "Sì, Cico... pensavo a come la sua vita venne sconvolta quando era solo un bambino... proprio come era accaduto a me... ma io incontrai Wandering Fitzy che mi indicò la giusta via da seguire... mentre Entak è stato cresciuto dal vecchio pellerossa! E adesso mi chiedo quanta parte del nostro destino dipenda dalle persone che abbiamo la sorte d'incontrare!"
La filosofia dietro all'episodio, N.504, pag.98

Personaggi

Zagor Cico Entak lo spirito della foresta Shakan [+] padre adottivo di Entak maggiore Powell guida i soldati nella valle Braccio veloce capo degli Onondaga Dente d'Orso testa calda degli Onondaga Tonka in visione Wandering Fitzy in visione i Sullivan in visione Soldati vari Servitori di Entak vari Trio [+] [+][+] di evasi Trapper assalito dai banditi

Location

Fort Willis in flashback Capanna del trapper Widegreen Valley il regno di Entak Campo Onondaga Foresta morta Isolotto al centro del lago

Elementi

Valle misteriosa Foresta morta Annullamento della volontà Visioni Duello

Condividi questa pagina...