Salta direttamente al contenuto

Magia indiana

un antico nemico torna a minacciare Zagor
Scheda di  |   | zagor/


Magia indiana
IT-ZG-500


uBCode: ubcdbIT-ZG-500

Magia indiana
- Trama

Una lancia spezzata, simbolo indiano della vendetta, annuncia il ritorno di un antico avversario dello Spirito con la Scure...

Valutazione

 74

Recensione

data pubblicazione 2 Mar 2007
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbMoreno Burattini
disegni (matite e chine) di ubcdbGallieno Ferri
copertine
Zagor 500<br>copertina di Gallieno Ferri<br><i>(c) 2007 SBE</i>
tavole o vignette
In caduta<br>disegni di Gallieno Ferri, Zagor n.500<br><i>(c) 2007 Sergio Bonelli Editore</i> Zagor entra in scena<br>disegni di Gallieno Ferri, Zagor n.500<br><i>(c) 2007 Sergio Bonelli Editore</i>

Annotazioni

Note

  • Cinquecentesimo albo della serie regolare di Zagor, come da tradizione a colori e disegnato ancora da Gallieno Ferri, creatore grafico dello Spirito con la Scure 46 anni fa. E' il primo albo centenario scritto da Moreno Burattini, da inizio 2007 curatore della serie.
  • Nella scuderia Bonelli soltanto Tex ha raggiunto questo traguardo che, per il prossimo ventennio, non potrà essere ottenuto da nessun altro protagonista di via Buonarroti (dopo la chiusura di Mister No, classe 1975, arrestatosi al n.379 e la bimestralità di Martin Mystère, nato nel 1982, oggi al n.289 ma distanziato di 200 albi esatti da Zagor quando era mensile). Il primo eroe bonelliano a raggiungere il traguardo dei 500 numeri, mantenendo la periodicità mensile, oggi sarebbe Dylan Dog (fine aprile 2028), che è soltanto a metà dell'opera... ;-)
  • L'episodio omaggia le varie epoche, le fonti di ispirazione e gli autori più significativi che hanno lavorato su Zagor, attraverso il ritorno di vari amici e nemici.
  • Il misterioso avversario di Zagor che ritorna nell'episodio è Devil Mask, stregone mascherato inventato da Tiziano Sclavi ("Devil Mask", n.201-203). A pag.77 del n.201 si era gettato da una grande altezza nelle rapide di un fiume ed era stato ritenuto morto da Zagor, che inutilmente ne aveva cercato il cadavere.
  • La trappola di Devil Mask fa rivivere a Zagor i suoi peggiori incubi. In essi, lo Spirito con la Scure si ritrova a combattere con antichi avversari: Kanoxen (n.1-2, ideato da Guido Nolitta), il suo primo nemico nella serie, il Grande Marcus (n.2-3, creato da Gallieno Ferri anche nei testi), Molok (n.76-77, scritto da Alfredo Castelli), e il Barone Wolfingham (n.386-388, creato da Mauro Boselli).
  • La Lancia Spezzata, simbolo indiano della vendetta, era stata utilizzata anche da Nakawa nel n.6-7 ("La lancia spezzata", scritta da Giovanni Luigi Bonelli), come ricorda Zagor a pag.24 del n.500.
  • Non solo nemici: nel 500 tornano il Barone Icaro La Plume ed i simpatici Sullivan, trio di acrobati e saltinbanchi, per aiutare lo Spirito con la Scure nella sua nuova entrata ad effetto. I Sullivan, albi speciali a parte, erano assenti dalla serie regolare dal novembre 1980 (precisamente, da "Sfida al campione", n.183-184). Tra gli indiani, oltre ai consueti e fedeli Tonka e Molti Occhi, si rivedono, per qualche vignetta, anche Winter Snake, sakem dei Kiowa e indimenticabile avversario di Zagor ne "La marcia della disperazione" (n.112-116) e Akenat, capo dei Wyandot che esordì ai tempi dei "tagliatori di teste" (n.191-194).
  • A pag.7 vengono citati e riportati in un paio di vignette altri capitribù di minore richiamo e conosciuti in epoche remote e recenti: tra questi, Artiglio d'Orso (Ottawa, comparso ne "L'indiana bianca", n.341-342), Cielo Tonante (Blackfeet, "Un Lord a Darkwood", n.483-484), Lontra Lucente (Chippewa, "Il seme della violenza", n.440-441), Wuwutky (Oneida, "Zagor Story", n.79-81), Scudo Nero (Sauk, "Palude Mortale", Speciale 15), Tuono Sapiente (Shawnee, "L'uomo venuto dalla pioggia", Almanacco 2005) e Wasak (Tuscarora, "Giustizia sommaria", n.461-462).
  • Un pallone aerostatico dipinto di nero (senza cesto) era già stato usato da Zagor per entrare dall'alto in un raduno di capi indiani nel n.256 ("Sentiero di guerra").

Incongruenze

  • Pag.9, seconda e terza vignetta, errore nelle direzioni dei balloon con Winter Snake che prima fa un'affermazione e poi replica a se stesso.
  • I lineamenti di Tobia Sullivan somigliano molto poco a quelli a cui eravamo abituati e finisce per confondersi con il Colonnello Perry...
  • Pag.81, ultima vignetta Cico afferma che il fratello di Devil Mask (n.203) prese il posto dello stregone per un breve periodo, e Devil Mask gli dà corda... in realtà, quello che fu detto nel n.203 (pag.66, ultima vignetta) lascia intendere che si trattava del nipote di Devil Mask e non del fratello.

La frase

"Questo tempio non esiste, Wolfingham... Io l'ho tirato fuori dai miei incubi e io lo posso distruggere semplicemente svegliandomi! Perché io sono Za-Gor-Te-Nay, lo Spirito con la Scure... e sono più forte delle mie paure! Aaahhyaaaak!"
Zagor, l'eroe che affronta e vince le sue paure, pag.91-92

Personaggi

Zagor Cico Molti Occhi Tobia Sullivan Orazio Romeo Icaro La Plume Tonka cameo Akenat cameo Winter Snake cameo Kanoxen (in sogno) il primo nemico di Zagor Marcus (in sogno) l'uomo pipistrello Molok (in sogno) creatura Wolfingham (in sogno) seguace del Dio dell'Abisso Devil Mask [+] stregone mascherato Guerrieri di Devil Mask

Locations

Darkwood
Radura della piccola acqua Capanna nella palude Grotta ove avviene il sortilegio di Devil Mask

Elementi

Lancia Spezzata simbolo indiano della vendetta Raduno dei capi Vendetta Incubi Magia indiana Ritorno di vecchi nemici

Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...