Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Quino" rimuovi

Giovedí, 20 Agosto 2009

messaggio da P.Dionisio - 20/08/2009 18:55
Da un articolo di Repubblica di Omero Ciai:
Mafalda, la bimba ribelle e cocciuta ideata da Quino e conosciuta in tutto il mondo, sarà immortalata in una statua. Il monumento sarà inaugurato il 30 agosto a Buenos Aires, nel centrale e popolare quartiere di San Telmo.
L'idea di un riconoscimento all'arte di Joaquin Lavado (Quino) e al suo personaggio più noto risale a quattro anni fa.
(..)
Mafalda sarà vestita di verde, seduta da sola su una panchina, in una posa riflessiva che si addice al personaggio, e non avrà nessuna recinzione, in modo che la gente possa interagire con la bambina terribile.
Sembra che all'inizio Quino non volesse la statua, ma poi - racconta Irrgang - si è recato già due volte nel suo studio per assicurarsi anche dei minimi dettagli e per dare il suo benestare.
La prima striscia della ragazzina pacifista e fan dei Beatles apparve sul settimanale Primera Plana nel settembre del 1964. Già nel marzo dell'anno successivo divenne un appuntamento quotidiano sulle pagine di un altro giornale, El Mundo, sempre a Buenos Aires. Da allora e fino al 1973, anno in cui Quino smise di disegnare la sua striscia quotidiana seguendo l'attualità, le avventure della maliziosa Mafalda, della sua famiglia e del piccolo Felipe, il suo miglior amico, fecero il giro del mondo e vennero pubblicate tutti i giorni su molti giornali. In Italia su Paese Sera.
(..)

Sabato, 17 Gennaio 2009

messaggio da Il Team di Collezioneggio - 17/01/2009 17:00
Il sito Collezioneggio propone un'intervista a Silvia Ziche realizzata da Enza Mandelli e Furgosenior.
La sua risposta alla domanda "per te cos'è il fumetto?":
Non vorrei dare troppe responsabilità al fumetto... E' un mezzo per raccontare, dipende da come lo si usa. Un mezzo di facile lettura (non sempre, ma in generale sì), che può arrivare direttamente al cuore (parola che non mi piace. Diciamo al centro, alla parte profonda) delle persone, e scuoterle. Ma con delle distinzioni. Claire Bretecher, Quino, Schulz mi fanno questo effetto. Altri mi divertono solamente. o mi coinvolgono, distraendomi da me, nel caso del fumetto avventuroso. In entrambi i casi, comunque, non è poco.

Venerdí, 11 Gennaio 2008

weblog/?3577
messaggio da Marco - 11/01/2008 10:05
Poichè mi sembrate dei veri intenditori di fumetti volevo chiedervi un consiglio. Ho iniziato da pochissimo a leggere fumetti. Ho letto tutta la raccolta di Calvin & Hobbes di Bill Watterson e l'ho trovata semplicemente stupenda. Volevo sapere se ci sono altri fumetti umoristici più o meno di quel genere e se potreste consigliarmene qualcuno. Grazie mille.
Cordiali saluti. Risponde M.Galea, uBC Staff:
Tra le strip umoristiche più celebri possiamo ricordare i Peanuts di Charles M. Schulz, dal sapore più delicato e intimo, e la terribile Mafalda di Quino, femminista e più orientata alla politica vista con gli occhi di una bambina.
Tra le opere più recenti e facilmente reperibili in Italia, ci sono gli irriverenti Boondocks di Aaron McGruder, che racconta gli U.S.A. di oggi dal punti di vista di due bambini afroamericani, oppure (cambiando radicalmente genere), le strip di Eriadan, disponibili online e anche in formato cartaceo.

Mercoledí, 28 Febbraio 2007

messaggio da Magazzini Salani - 28/02/2007 00:01
Mercoledì 7 marzo 2007 alle ore 18.30 presso la Libreria Feltrinelli di Milano (piazza Piemonte 2) Ranieri Polese incontra Quino (Joaquín Salvador Lavado, il papà di Mafalda). Dell'autore argentino, Gabriel Garcia Márquez ha scritto:
Quino, in ogni suo libro, da anni ci sta dimostrando che i bambini sono depositari della saggezza. Quello che è triste per il mondo è che man mano che crescono perdono l'uso della ragione, a scuola dimenticano quello che sapevano alla nascita, si puliscono i denti, si tagliano le unghie e alla fine, diventati adulti miserevoli, non affogano in un bicchiere d'acqua ma in un piatto di minestra. Verificare questo in ogni suo libro è la cosa che assomiglia di più alla felicità: la Quinoterapia.

Mercoledí, 17 Gennaio 2007

messaggio da P.Dionisio - 17/01/2007 10:55
Inizia oggi e durerà per 5 giorni (dal 17/01/2007 al 21/01/2007) l'edizione 2007 del Future Film Festival, la celebre manifestazione bolognese dedicata all’animazione e agli effetti speciali. Ricchissimo di anteprime, incontri e "special events", da segnalare la presenza di eventi legati al mondo del fumetto come le proiezioni del lungometraggio Black Jack - The Two Doctors of Darkness (Black Jack: Futari no kuroi isha, Giappone/2005) di Makoto Tezuka, figlio di Osamu Tezuka, grandissimo mangaka e creatore del personaggio, di Asterix e i Vichinghi (Asterix and the Vikings, (Francia,Germania/2006) di Stefan Fjeldmark e Jesper Møller, ottavio episodio cinematografico d’animazione delle avventure di Asterix e Obelix, basato sull’albo Asterix e i Normanni di René Goscinny e Albert Uderzo, e delle puntate di The Boondocks, la serie animata tratta dal fumetto creato da Aaron McGruder.
Di notevole rilevanza la presenza di Quino (Joaquín Salvador Lavado Tejón, il padre di Mafalda) che incontrerà il pubblico in occasione dell'anteprima italiana delle animazioni tratte dai suoi più grandi successi (giovedì 18 gennaio 2007, ore 17, sala 1 Capitol Multisala) e del NANA Day, l'incontro/presentazione dello staff della serie animata NANA, tratta dal manga di Ai Yazawa.

home Blog
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...