Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Marvel" rimuovi

Lunedí, 19 Ottobre 2009

weblog/?4684
messaggio da P.Dionisio - 19/10/2009 22:40
Da un articolo de La Stampa:
L’artista statunitense George Tuska, noto soprattutto come disegnatore di numerosi supereroi dei fumetti della Marvel, è morto nella sua casa di Manchester, nello stato del New Jersey, all’età di 93 anni, in seguito ad un infarto.
Tuska è ricordato in particolare per avere disegnato le avventure di Iron Man per dieci anni, dal 1968 al 1978, e per quasi cento numeri, dall’albo numero 5 al 106. Nel corso della sua brillante carriera ha disegnato anche Capitan America, Capitan Marvel e X-Men, oltre a collaborare a Superman, Superboy e Teen Titans. Nel 1939, dopo avere conseguito il diploma presso la National Academy School of Art, Tuska iniziò a collaborare con lo studio di Jarry Eiger e Willy Eisner, uno dei grandi maestri del fumetto mondiale.
(..)

Martedí, 22 Settembre 2009

messaggio da M.Migliori - 22/09/2009 19:15
Da un articolo del Corriere.it di Alessandro Trevisani:
(..)
È notizia di circa un mese fa l'accordo con il quale Disney acquista Marvel: 4 miliardi di dollari per la «Casa delle idee», come la chiamano gli appassionati, l'azienda che ha sfornato supereroi del calibro di Spider Man e Hulk. Affare fatto fra le dirigenze, manca solo l'ok degli azionisti Marvel. Ma non sono loro a procurare guai. La pietra d'inciampo per la Disney è rappresentata al momento da una iniziativa legale degli eredi di Jack Kirby, al secolo Jacob Kurtzberg: il disegnatore, spentosi nel 1994, contribuì alla creazione di personaggi fra i più noti di ogni tempo. Ai già citati occorre aggiungere Thor, Iron Man, X-Men, Capitan America e molti altri ancora, come racconta la biografia appena edita in Italia per i tipi di BD (Kirby. King of Comics, di Mark Evanier).
(..)

Lunedí, 31 Agosto 2009

messaggio da M.Pesce, Team Collezioneggio - 31/08/2009 16:15
La notizia rimbalza su tutti i maggiori quotidiani: la Disney ha un accordo per acquistare la Marvel. I dettagli, al momento, sono pochi.
Così ne parla Corriere.it:
La Walt Disney ha annunciato oggi di aver raggiunto un accordo per acquistare la Marvel Entertainment per 4 miliardi di dollari in titoli e azioni. Una volta finalizzata la transazione, la Disney diventerà titolare di serie di grandissimo successo come «I fantastici quattro», «Spider Man», «X-men» e l'«Incredibile Hulk».
Allo stesso modo ne parlano anche Repubblica e Sole24Ore.

Giovedí, 23 Luglio 2009

messaggio da P.Dionisio - 23/07/2009 22:35
Da un articolo de La Stampa:
Le X-Girls di Milo Manara perderanno i loro superpoteri. Ad annunciarlo al Giffoni Film Festival è lo stesso Manara, il più importante autore di fumetti italiano, che sta scrivendo per la Marvel le ultime pagine della storia dedicata alle X-Girls intitolata «Girls on the run» scritto da Chris Claremont e incentrato sulle figure femminili degli X-Men.
«Le ragazze fin dalle prime pagine perdono i loro superpoteri e per questo non indossano vestiti, sono nude», ha rivelato Manara.
A Giffoni Manara non può fare a meno di parlare del tema del Festival, il tabù: «Ho un sacrosanto rispetto della morte -dice- Nei miei fumetti raramente si vede un morto e mai un assassinio. L’unico vero tabù nell’erotismo deve riguardare l’infanzia, quel momento delicatissimo in cui si forma la coscienza dell’individuo, sarebbe un vero delitto infrangere un equilibrio così delicato».

Domenica, 22 Marzo 2009

messaggio da P.Dionisio - 22/03/2009 21:50
Nell'interessante articolo de Il Corriere della Sera Filippo Mazzarella ripercorre in maniera concisa e precisa l'intera storia della casa editrice Marvel, dalla post-depressione al '68:
Settant'anni fa, sul primo numero di «Motion Pictures Funnies Weekly», rivista destinata di lì a poco al fallimento, compariva una storia firmata Bill Everett con protagonista l'atlantideo principe Namor, meglio noto come Sub-Mariner.
Qualche mese dopo, le sue pubblicazioni ripresero per la Timely Comics di Martin Goodman in un nuovo magazine dal nome destinato a marchiarsi nell'immaginario collettivo: «Marvel Comics ».
Negli Usa postdepressione e preSeconda Guerra Mondiale si erano già fatti largo un annetto prima il duo Superman/Batman: era iniziata quella che gli storici definiscono «Golden Age» (Età d'Oro) del fumetto americano, e gli eroi erano pronti per lasciare noir e fantascienza e lanciarsi in avventure propagandistiche in cui i nemici erano rappresentati sovente dai nazisti. Nel 1941, la prosperante Timely rispondeva con una creazione di Joe Simon e Jack Kirby: Capitan America, il supersoldato patriota impegnato nella lotta all'Asse del Male.
(..)

home Blog
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...