Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Spirou" rimuovi
e di categoria "news" rimuovi

Lunedí, 29 Giugno 2009

messaggio da M.Migliori - 29/06/2009 19:50
Da un articolo del Corriere di Alessandro Trevisani:
Il giallo, il poliziesco, il kolossal storico. Dramma e commedia, documentari e western. Per tutto questo c'era una volta il trailer cinematografico. Poi venne il booktrailer, il filmato che lancia l'uscita di un libro. Ora, complice la moda delle graphic novel (i romanzi a fumetti), arriva il comic-trailer, dove lo spot diventa disegno animato. Filmati brevi che condensano un racconto a strisce: zoom indietro, zoom avanti, rotazioni, musica di sottofondo. Era dai tempi di Supergulp!, il programma Rai anni '70 più volte rieditato in dvd, che non si vedevano le strisce sullo schermo: quelli erano "i fumetti in tv", questi sono fumetti da notebook, video da cliccare online.
ESEMPI - Oltralpe è da tempo che i montaggi a fumetti pubblicizzano "classici" come Spirou e Blake e Mortimer. In Italia il "prossimamente" a fumetti è cosa recente. Questa estate la Rizzoli Lizard ha lanciato i suoi primi trailer. Suono di piano, sax e spazzole, frasi che scorrono e si inseguono: somiglia ai primi istanti di uno 007 il video di Superspy, 37 dossier raccolti e disegnati da Matt Kindt a partire dalle storie di spie al soldo dei governi europei nella ll guerra mondiale. Montaggio frenetico, suoni di sitar e tamburi, invece, per il lancio di RG, fuori dal sistema: Frederik Peeters presta la matita alle storie di Pierre Dragon, un poliziotto dei Renseignement Géneraux, i servizi di sicurezza francesi, alle prese con trafficanti e terroristi in una Parigi fluttuante nel caldo di luglio.
(..)

Lunedí, 21 Aprile 2008

weblog/?3824
messaggio da P.Dionisio - 21/04/2008 19:15
Dall'articolo comparso su Repubblica.it insieme ad una galleria fotografica:
Compie 70 anni uno dei più celebri eroi del fumetti del belgio: Spirou. Per l'occasione la statua simbolo di Bruxelles, il Manneken Pis, è stato vestito da fattorino come il vivace adolescente che, all'inizio delle pubblicazioni il 21 aprile 1938, lavorava con il carettiristico completo rosso al Moustic Hôtel. In seguito Spirou, che in dialetto vallone significa scoiattolo ma è anche sinonimo di "ragazzo vivace", diventerà una specie di emulo del 'collega' Tintin, vivendo lunghe avventure ambientate in giro per il mondo, affiancato dall'amico fantasio.
messaggio da C.Di Clemente - 21/04/2006 00:06
Un originale articolo della sezione Motori de La Repubblica, a metà strada tra "case history" e marketing d'impresa, passa in rassegna le varie rappresentazioni dei modelli Mercedes nei fumetti (le immagini). Un estratto:
"... alle vetture della casa di Stoccarda spetta un primato insolito: essere cioè tra le più rappresentate nelle strisce più famose del genere, dal riccastro Paperone che ottant'anni fa, quando era agli albori della sua carriera, figurava tra gli acquirenti di una "Daimler Riemenwagen", a Tim, che nel 1929 guidava una Mercedese nel suo primo album. E poi una grande varietà di modelli soprattutto nelle serie di fumetti europei: dalla Classe A agli autotreni degli anni Cinquanta, dai veloci Roadster fino al robusto Unimog. "

home Blog

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi