Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Gipi" rimuovi
e di categoria "news" rimuovi

Martedí, 28 Aprile 2009

messaggio da P.Dionisio - 28/04/2009 18:35
Da un articolo de La Stampa di Sergio Rossi:
Sarà che quest’anno la Ferrari arranca dietro la sconosciuta Brawn, oppure la data della consegna, il 25 aprile, che ha permesso al romanzo a fumetti "In Italia sono tutti maschi" di Luca de Sanctis e Sara Colaone (Kappa edizioni) di vincere il premio Micheluzzi come Miglior libro a fumetti 2008 al Comicon di Napoli, la fiera internazionale del fumetto giunta alla sua undicesima edizione, davanti al più conosciuto "LMVDM" (La mia vita disegnata male) di Gipi (Fusi orari/Coconino press). Due romanzi a fumetti diversi in tutto tranne che nella qualità, e nel vantaggio di Gipi di essere, con merito, l’autore rivelazione di questi ultimi anni rispetto ai meno conosciuti, ma non per questo meno bravi, De Sanctis e Colaone. Forse è questa la vera ragione che ha stupito il pubblico dei premi Micheluzzi quando è stato annunciato il sorpasso degli "sconosciuti" De Sanctis e Colaone di Gipi.
(..)
La categoria Miglior sceneggiatore è stata vinta da Michele Petrucci per il suo romanzo a fumetti "Metauro" (Tunué) che ha sorpassato colleghi ben più noti, mentre la bonelliana "Julia" ha vinto il premio come Miglior serie realistica. Ottima la conferma di Alberto Ponticelli come Miglior disegnatore per il suo "Blatta" (Bloom editore), mentre il premio Futuro anteriore come miglior promesse del fumetto è andato a Luana Vergari e Tuono pettinato. Il premio per la Storia breve è stata vinto da Filippo Scòzzari per la sua elegiaca "Scoz chiede a Paz" e pubblicata sul mensile XL di Repubblica. L’iconoclasta "Don Zaucker" di Pagani e Caluri (pubblicato ne Il Vernacoliere) si è aggiudicato la palma come Miglior fumetto umoristico superando il Rat-man di Leo Ortolani (edito da Panini), beniamino del pubblico e della critica che si è rifatto con il premio al Miglior sceneggiatore e che quest’anno ha festeggiato al Comicon vent’anni di vita editoriale con una grande mostra antologica e dei veri bagni di folla di fan scatenati.

Domenica, 7 Dicembre 2008

messaggio da G.Gentili - 07/12/2008 11:25
Sul sito de La7 è disponibile il video dell'intervista a Gipi durante la trasmissione "Le invasioni barbariche", condotta da Daria Bignardi. La conduttrice ha introdotto l'autore come
uno dei più grandi disegnatori del mondo
(..)
autore di culto

Sabato, 28 Ottobre 2006

messaggio da M.Galea - 28/10/2006 01:41
Il Gruppo Espresso/Repubblica, in collaborazione con la Coconino Press, lancerà a partire dal 4 novembre una nuova collana a fumetti intitolata "Graphic Novel - Il fumetto con la forza del romanzo" dedicata ad alcune tra le più note opere del panorama contemporaneo.
I volumi verranno presentati a Lucca Comics&Games 2006 in occasione dell'incontro ufficiale (sabato 4 novembre alle 15), in presenza di Luca Raffaelli, Simone Romani ed Igort.
L'elenco delle opere selezionate comprende titoli interessanti e di un certo rilievo, tra cui Maus di Art Spiegelman, Blankets di Craig Thompson, Palestina di Joe Sacco, Baci dalla provincia di Gipi e L'autoroute du soleil di Baru.
Sono previsti, al momento, 10 volumi, in formato 19,50 cm x 28 cm, dal prezzo di 9,90 € più il prezzo del giornale, con una foliazione media di ciascun albo di circa 300 pagine.

Mercoledí, 17 Maggio 2006

messaggio da C.Di Clemente - 17/05/2006 13:28
L'articolo "Gipi, tre amici in una guerra" di Fabio Cutri, ospitato a pag.59 del Corriere della Sera di oggi, include una lunga intervista a Gianni Pacinotti (in arte Gipi), autore pisano vincitore del prestioso premio per la migliore storia all'ultima Angouleme. Alcuni estratti, sul suo mestiere:
Quando si parla di fumetto le persone si immaginano subito un tizio in calzamaglia che se ne va in giro a sputare roba appiccicosa dai polsi. Se dico "faccio fumetti", mi chiedono: "E che personaggio disegni?". Non disegno personaggi, racconto storie. Se dico invece che scrivo romanzi illustrati mi guardano stupiti. Ma perché si crede che sia da ritardati leggere libri con le figure dentro? Forse i disegni fanno male alle parole?
Sulla tecnica di raccontare:
La mia regola è: disegna quello che c'è. Poi sparisci. Non infiocchettare troppo le storie. Per i dialoghi, uguale. I personaggi mi devono parlare, e io recito quello che dicono come le battute di un copione. Limo e taglio le frasi finché non suonano vere, credibili. Non devono mai dire cose inutili.
Sul suo nuovo libro, "S.", attualmente in lavorazione:
Sono le storie sui bombardamenti di Pisa nella seconda guerra mondiale che da piccolo mi raccontava mio babbo. Crescendo, ho scoperto che erano tutte balle, ma restano racconti bellissimi.
E sul successo ottenuto:
Ad Angouleme mi trattavano come una star, roba da non credere. I vecchi amici di Pisa, invece, le mie cose non le guardano nemmeno. Io li odio. Ma so che alla fine mi fa solo bene.

Martedí, 31 Gennaio 2006

weblog/?1952
messaggio da C.Di Clemente - 31/01/2006 14:16
Con "Appunti per una storia di guerra" Gipi, al secolo Gianni Pacinotti, ha vinto il premio per il miglior albo a fumetti all'edizione 2006 del festival internazionale di Angouleme, terminata il 29 gennaio. Gipi, dopo Hugo Pratt e Vittorio Giardino, diventa il terzo autore italiano ad ottenere il più prestigioso riconoscimento nelle 33 edizioni del principale festival europeo sui fumetti.

home Blog
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...