Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Domenica, 7 Marzo 2010

messaggio da P.Dionisio - 07/03/2010 21:05
Da un articolo su Repubblica di Roberto Saviano:
Storia di Astarte è un sogno bellissimo, l'ultimo di Andrea Pazienza. Un'opera incompiuta. È un sogno classico, di quelli che quando ti svegli ti senti al centro dell'universo, come se avessi fatto parte della storia e il tuo fosse stato un ruolo attivo. Quando mi sono arrivate le tavole, quando per la prima volta le ho avute tra le mani, confesso di esserne rimasto folgorato. I disegni sono meravigliosi, precisi anche quando appena tratteggiati. E il testo è epica. Andrea Pazienza riesce, attraverso un cane, a costruire una atmosfera di combattimento e scontro, dove ogni parte del conflitto diviene chiaramente una scelta tra bene e male. Tutto attraverso un cane.
Le sperimentazioni che aveva fatto negli anni precedenti, spingendosi da un estremo all'altro delle possibilità espressive del linguaggio a fumetti, hanno trovato in Storia di Astarteuna ricomposizione naturale e perfetta. Non ci sono sbavature, non c'è nulla di manieristico, non c'è l'errore in cui cadrà chi dopo di lui si cimenterà nel racconto classico, ossia la retorica da centurione che tutto deve dire con flemma e ieraticità. No, le sue tavole sono naturali, anche quando sono grumi d'inchiostro soltanto. E muscoli da cane combattente.
(..)

Giovedí, 4 Marzo 2010

messaggio da P.Dionisio - 04/03/2010 21:00
Da un articolo de La Stampa:
Raccontare la società multiculturale e farlo attraverso il fumetto, questa l’idea di quattro associazioni italiane e libanesi - Cosv, Insan Association, Najdeh and Samandal - che oggi lanciano «Let’s Comics! 2010», un concorso per giovani fumettisti ed artisti dell’area Euro-Mediterranea.
Fino al 31 maggio aspiranti comic writer tra i 18 e i 30 anni potranno fumettare il loro punto di vista sul multiculturalismo ed essere selezionati tra gli 8 vincitori che parteciperanno ad un workshop finale sul fumetto a Beirut, in Libano.
(..)

Mercoledí, 3 Marzo 2010

weblog/?4836
messaggio da M.Gremignai - 03/03/2010 20:05
La crisi dell'editoria coinvolge anche Spider-Man, come è possibile vedere nella videonotizia di Repubblica di Ermanno Accardi
Nemmeno i super eroi sfuggono alla morsa della crisi economica: nell'ultimo numero di "Amazing Spiderman" anche Peter Parker diventa... disoccupato!
...e anche nell'articolo di Giovanna Mancini su IlSole24Ore con i commenti di Marco Marcello Lupoi, direttore editoriale di Panini Comics, di Leo Ortolani, creatore di Rat-Man, e di Simone Bianchi, copertinista italiano in esclusiva per la Marvel:
Passi che Lehman Brothers o City Group dichiarino bancarotta. Passi pure che il Washington Times o il New York Times licenzino parte dei propri dipendenti. Ma che anche il Daily Bugle, lo storico quotidiano newyorkese per cui lavora Peter Parker (meglio noto alle cronache come alter ego dell'Uomo Ragno) si trovi costretto a licenziare il nostro supereroe in abiti borghesi, è proprio un boccone difficile da digerire.
Eppure è così: i venti di crisi che hanno travolto l'editoria statunitense negli ultimi due anni non hanno risparmiato neppure il mondo della fantasia e l'attualità, fatta di licenziamenti e scatoloni da riempire in fretta per liberare la scrivania, è entrata nei fumetti, dritta fino ai piani alti dei supereroi. Nell'ultimo numero dell'edizione americana di Amazing Spider-Man, in uscita oggi negli Stati Uniti, il giovane Peter, fotoreporter free-lance per il Daily Bugle, viene licenziato in tronco («You're fired», titola la copertina), come del resto sta capitando a milioni di suoi connazionali.
(..)

Martedí, 2 Marzo 2010

weblog/?4839
messaggio da P.Dionisio - 02/03/2010 20:25
Da un articolo su Nove da Firenze:
Giuseppe Di Bernardo e Jacopo Brandi, noti disegnatori di Diabolik, presentano un breve estratto della loro produzione editoriale iniziata nel lontano 1994.
La mostra, che ripercorre la loro carriera artistica, presenta eccezionalmente numerose tavole originali del "Re del terrore", lo storico personaggio creato dalle compiante sorelle Giussani, ed edito dall'Editrice Astorina.
(..)
Degne di attenzione sono alcune tavole dedicate a "L'Insonne", la serie a fumetti ideata, sceneggiata e disegnata da Giuseppe Di Bernardo, ed edita dalle Edizioni Arcadia, che narra le avventure di Desdemona, una speaker radiofonica nottambula. Sempre in bilico tra mistero e noir, "L'Insonne", vincitrice di numerosi premi dedicati al fumetto, vive, caso unico nel suo genere, le sue pericolose avventure a Firenze.
(..)
Mostra personale di Giuseppe Di Bernardo e Jacopo Brandi. Inaugurazione sabato 6 marzo dalle ore 16:30 alle 18 presso la Biblioteca di Scandicci in via Roma 38/a Scandicci (Firenze). Ingresso libero.
messaggio da P.Dionisio - 02/03/2010 20:00
Da un articolo de La Stampa:
Dal 18 marzo al 18 aprile 2010 le sale Cannoniere del Museo Luzzati di Genova ospitano la mostra "L’Israel dei bambini", dedicata all’unico fumetto disegnato e scritto da Emanuele Luzzati "Le avventure di Guz l’asino Haluz".
Le tavole vennero pubblicate ne "L’Israel dei bambini", quindicinale per i bimbi ebrei a cura del Movimento Hechaluz d’Italia uscito dal 1949 al 1952: 22 episodi per un totale di 26 tavole e più di 100 strisce firmate "Lele".
(..)

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...