Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Giovedí, 28 Gennaio 2010

messaggio da L.Ferrini - 28/01/2010 19:40
Sono online sul sito di Sergio Bonelli Editore le prime due parti della mega-anteprima che, come di consueto, prefigura le uscite di tutto il 2010.
Prima parte dedicata a Tex, Dampyr e Caravan, seconda parte dedicata invece a Dylan Dog, Magico Vento e Brendon.
Tra le novità più interessanti, il Texone disegnato da Orestes Suarez, il n.600 di Tex disegnato da Giovanni Ticci, il passaggio alla periodicità semestrale del Dylan Dog Color Fest, gli albi conclusivi e lo speciale finale di Magico Vento. Attenzione nella lettura: c'è un pericoloso spoiler sull'albo di febbraio di Caravan!

Lunedí, 25 Gennaio 2010

messaggio da M.Gremignai - 25/01/2010 18:40
Da un articolo del 25 gennaio 2010 pubblicato su Il Corriere della Sera.it il nuovo intervento del sottosegretario di Stato a lavoro, salute e politiche sociali riguardo la storia Mater Morbi di Dylan Dog:
Non ho mai creduto alle letture ideologiche, ai tentativi di decifrazione di un testo in chiave tutta politica: non è attraverso il filtro delle battaglie più o meno civili che la letteratura si fa riconoscere come tale, e può toccarci in profondità. Leggendo l’ultimo numero di Dylan Dog, "Mater morbi", la mia diffidenza verso le interpretazioni politiche si è accentuata. Il racconto è stato esaltato da alcuni quotidiani come presa di posizione su eutanasia e testamento biologico, e certo c'è anche questo. Ma è un discorso assai poco politico, confinato in uno spazio laterale («Nel frattempo, un certo dottor Harker ha alzato un gran polverone con i media, e oggi per tutto il paese si discute di accanimento terapeutico, testamento biologico e suicidio assistito..»). Quando sono stata interpellata da una giornalista sul fumetto, non lo avevo ancora letto; in effetti mi si chiedeva di intervenire nel dibattito sollevato dagli articoli comparsi sulla stampa, e mi aveva colpito in particolare una frase citata: «C'è stato un tempo in cui ero un uomo..». Come a dire: solo la salute garantisce la nostra qualità umana, e forse la nostra dignità di persona. Ma a una lettura diretta del testo, la mia paura si è rivelata del tutto infondata.
(..)
messaggio da M.Gremignai - 25/01/2010 09:57
Da un articolo del 23 gennaio 2010 pubblicato su Il Corriere della Sera.it e dedicato alla storia Mater Morbi di Dylan Dog:
«Forse ha letto le prime quattro pagine, il mio è un fumetto sulla necessità di accettare la malattia, non certo un inno al superuomo». Roberto Recchioni è perplesso per la polemica suscitata dal sottosegretario alla Salute, Eugenia Roccella, che venerdì sul Corriere della Sera ha criticato i contenuti del numero 280 di Dylan Dog, Mater Morbi, in edicola questo mese: a disegnarlo Massimo Carnevale, a scriverlo proprio Recchioni.
(..)
«Sono felice che lo sceneggiatore Roberto Recchioni smentisca i miei timori rispetto al messaggio dell’ultimo numero di Dylan Dog, "Mater Morbi" - replica la Roccella - perché la mia paura è proprio che cresca nella cultura un rifiuto del corpo imperfetto e della persona malata. È sul dibattito giornalistico nato intorno al racconto che sono stata interpellata dal Corriere, e in particolare sulle interpretazioni fornite dall'Unità e dal Secolo. Se quegli articoli fornivano interpretazioni sbagliate o ideologiche, tutto il dibattito ne ha ovviamente risentito. E sono contenta di scoprire che erano "superficiali". Come avevo chiarito a chi mi ha interpellato, non avevo ancora letto la storia: la leggerò adesso e ne scriverò. Mi farà molto piacere se Recchioni si vorrà poi confrontare con me direttamente».

Mercoledí, 20 Gennaio 2010

messaggio da Team Collezioneggio - 20/01/2010 23:20
Il sito Collezioneggio segnala un articolo di Moreno Burattini dedicato a Gesebel la corsara dello spazio.

Martedí, 19 Gennaio 2010

messaggio da L.Cerutti - 19/01/2010 22:25
Con uno stringato annuncio e una vignetta, Paolo Aldighieri in arte Eriadan, autore di uno dei blog a fumetti più seguiti in Italia ha comunicato ai suoi affezionati lettori che il blog si prenderà una "pausa a tempo indeterminato".
Le motivazioni dietro a questa scelta sono la volontà di tornare a considerare le strip che hanno quotidianamente accompagnato la vita dell'autore e dei suoi lettori come una passione e non un lavoro. Eppure non si può certo dire che all'autore sia mancata la professionalità, visto che in sei anni di puntuale pubblicazione ha raccolto un novero di lettori sufficiente a convincere la piccola casa editrice Shockdom a raccogliere in 9 volumi (7 più due speciali a colori) la sua produzione.
Dall'annuncio comunque par di capire che la pausa sarà più una pausa dalla periodicità giornaliera che una prolungata interruzione.
Il blog a fumetti di Eriadan si trova all'indirizzo www.eriadan.it.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...