Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Lunedí, 25 Gennaio 2010

messaggio da M.Gremignai - 25/01/2010 18:40
Da un articolo del 25 gennaio 2010 pubblicato su Il Corriere della Sera.it il nuovo intervento del sottosegretario di Stato a lavoro, salute e politiche sociali riguardo la storia Mater Morbi di Dylan Dog:
Non ho mai creduto alle letture ideologiche, ai tentativi di decifrazione di un testo in chiave tutta politica: non è attraverso il filtro delle battaglie più o meno civili che la letteratura si fa riconoscere come tale, e può toccarci in profondità. Leggendo l’ultimo numero di Dylan Dog, "Mater morbi", la mia diffidenza verso le interpretazioni politiche si è accentuata. Il racconto è stato esaltato da alcuni quotidiani come presa di posizione su eutanasia e testamento biologico, e certo c'è anche questo. Ma è un discorso assai poco politico, confinato in uno spazio laterale («Nel frattempo, un certo dottor Harker ha alzato un gran polverone con i media, e oggi per tutto il paese si discute di accanimento terapeutico, testamento biologico e suicidio assistito..»). Quando sono stata interpellata da una giornalista sul fumetto, non lo avevo ancora letto; in effetti mi si chiedeva di intervenire nel dibattito sollevato dagli articoli comparsi sulla stampa, e mi aveva colpito in particolare una frase citata: «C'è stato un tempo in cui ero un uomo..». Come a dire: solo la salute garantisce la nostra qualità umana, e forse la nostra dignità di persona. Ma a una lettura diretta del testo, la mia paura si è rivelata del tutto infondata.
(..)
messaggio da M.Gremignai - 25/01/2010 09:57
Da un articolo del 23 gennaio 2010 pubblicato su Il Corriere della Sera.it e dedicato alla storia Mater Morbi di Dylan Dog:
«Forse ha letto le prime quattro pagine, il mio è un fumetto sulla necessità di accettare la malattia, non certo un inno al superuomo». Roberto Recchioni è perplesso per la polemica suscitata dal sottosegretario alla Salute, Eugenia Roccella, che venerdì sul Corriere della Sera ha criticato i contenuti del numero 280 di Dylan Dog, Mater Morbi, in edicola questo mese: a disegnarlo Massimo Carnevale, a scriverlo proprio Recchioni.
(..)
«Sono felice che lo sceneggiatore Roberto Recchioni smentisca i miei timori rispetto al messaggio dell’ultimo numero di Dylan Dog, "Mater Morbi" - replica la Roccella - perché la mia paura è proprio che cresca nella cultura un rifiuto del corpo imperfetto e della persona malata. È sul dibattito giornalistico nato intorno al racconto che sono stata interpellata dal Corriere, e in particolare sulle interpretazioni fornite dall'Unità e dal Secolo. Se quegli articoli fornivano interpretazioni sbagliate o ideologiche, tutto il dibattito ne ha ovviamente risentito. E sono contenta di scoprire che erano "superficiali". Come avevo chiarito a chi mi ha interpellato, non avevo ancora letto la storia: la leggerò adesso e ne scriverò. Mi farà molto piacere se Recchioni si vorrà poi confrontare con me direttamente».

Mercoledí, 20 Gennaio 2010

messaggio da Team Collezioneggio - 20/01/2010 23:20
Il sito Collezioneggio segnala un articolo di Moreno Burattini dedicato a Gesebel la corsara dello spazio.

Martedí, 19 Gennaio 2010

messaggio da L.Cerutti - 19/01/2010 22:25
Con uno stringato annuncio e una vignetta, Paolo Aldighieri in arte Eriadan, autore di uno dei blog a fumetti più seguiti in Italia ha comunicato ai suoi affezionati lettori che il blog si prenderà una "pausa a tempo indeterminato".
Le motivazioni dietro a questa scelta sono la volontà di tornare a considerare le strip che hanno quotidianamente accompagnato la vita dell'autore e dei suoi lettori come una passione e non un lavoro. Eppure non si può certo dire che all'autore sia mancata la professionalità, visto che in sei anni di puntuale pubblicazione ha raccolto un novero di lettori sufficiente a convincere la piccola casa editrice Shockdom a raccogliere in 9 volumi (7 più due speciali a colori) la sua produzione.
Dall'annuncio comunque par di capire che la pausa sarà più una pausa dalla periodicità giornaliera che una prolungata interruzione.
Il blog a fumetti di Eriadan si trova all'indirizzo www.eriadan.it.

Domenica, 17 Gennaio 2010

messaggio da M.Galea - 17/01/2010 16:43
Da un articolo del 16 gennaio pubblicato su Il Corriere del Veneto e dedicato al sindaco di Cessalto, amministratore del «Comune più riciclone d'Italia» del 2009:
La famosa pubblicazione della Disney, nella sezione «Topo Green», dedica infatti un reportage a Cessalto, il piccolo centro trevigiano incoronato nel 2009 da Legambiente quale «Comune più riciclone d’Italia».
Un riconoscimento consegnato, nell’edizione 2825 del popolare settimanale a fumetti, da Mickey Mouse a Paperino-Artico (il sindaco di Cessalto). «I suoi 3.754 abitanti hanno dimostrato di essere i più ricicloni d’Italia, riciclando il 77 per cento dei rifiuti prodotti - scrive «Topolino» - ciascuno separa la propria spazzatura, il Comune organizza la raccolta casa per casa e manda i rifiuti agli impianti di riciclo. Svuotando le discariche e dando una seconda vita a ciò che finisce nei cassonetti». (...) Carta compresa, anche se forse questa volta anche i cessaltini non strettamente collezionisti faranno un’eccezione, non gettando un giornalino a suo modo storico.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...