Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Pratt" rimuovi

Mercoledí, 16 Dicembre 2009

weblog/?4764
messaggio da Comune Napoli - 16/12/2009 20:00
Dal 18 dicembre al 10 gennaio il Castel dell’Ovo di Napoli ospita la mostra Il Grifo: storia di una rivista - Il fumetto è arte dedicata alla letteratura disegnata. Per la prima volta che verrà messo in mostra il contenuto dell’archivio storico de "Il Grifo", la storica rivista diretta dal 1991 al 1995 dal giornalista Vincenzo Mollica. Saranno esposte le tavole dei maggiori artisti che hanno fatto la storia del fumetto d'autore italiano, tra i quali possiamo citare Hugo Pratt, Milo Manara, Guido Crepax, Dino Battaglia, Enki Bilal, Giorgio Cavazzano, Moebius, Andrea Pazienza, Sergio Staino, Danijel Zezelj... La mostra, promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, curata dal giornalista Vincenzo Mollica, è organizzata da Lorenzo Paganelli per Grifo Cult.
All’inaugurazione, prevista per venerdì 18 dicembre ore 18,00 presso Castel dell’Ovo, parteciperanno, tra le istituzioni, il Sindaco della città di Napoli Rosa Jervolino Russo, l’Assessore alle Politiche Sociali e Politiche Giovanili Giulio Riccio, il consigliere del Comune di Napoli Francesco Minisci, il giornalista Vincenzo Mollica e l’organizzatore Lorenzo Paganelli. Inoltre, interverranno gli artisti Francesco Guccini, Milo Manara, Tanino Liberatore, Vittorio Giardino e tanti altri.
Un’ampia sezione della mostra, forse la più importante, sarà dedicata al contributo di Federico Fellini, che fu tra i primi sostenitori e collaboratori della rivista.

Giovedí, 22 Ottobre 2009

messaggio da P.Dionisio - 22/10/2009 21:35
Da un articolo de La Stampa di Sergio Rossi:
Io c’ero, scrive Ferruccio de Bortoli oggi direttore del "Corriere della Sera", nella sua introduzione all’antologia "Gli anni del Corriere dei Ragazzi" (a cura di Gianni Bono e Alfredo Castelli, 256 pagine a colori e b/n, brossurato, BUR Rizzoli, euro 34,50) ricordando la sua esperienza come redattore al "Corriere dei Ragazzi" (d’ora in poi CdR) tra il 1973 e il 1976, sotto le direzioni di Giancarlo Francesconi prima e di Alfredo Barberis poi.
(..)
Pochi sono i giornali che hanno saputo diventare un "mito", e uno di questi è stato questo settimanale di via Scarsellini a Milano nato come naturale evoluzione del "Corriere dei Piccoli" che usciva già da sessant’anni. Addirittura ne prese il posto in edicola, per poi ridarglielo subito dopo e viaggiare insieme paralleli nella buona e, soprattutto, nella cattiva sorte editoriale: tempo quattro anni e il Corriere dei Ragazzi venne sottoposto a un inutile quanto fatale restyling per renderlo ancora più adatto ai "ggiovani" che ne decretò la fine ufficiosa (quella ufficiale avvenne nel 1984 con lo pseudonimo di CorrierBoy)
(..)
Di solito si tende a enfatizzare il passato, a pensare che "non ci sono più le buone cose di una volta". Il che è una falsa nostalgia, ovvio. Questa antologia ci dice che l’unica eccezione è proprio il CdR, e per rendersene conto basta scrorrere un elenco, anche parziale, dei collaboratori: Hugo Pratt, Aldo di Gennaro, Mario Uggeri, Attilio Micheluzzi, Milo Manara, Sergio Toppi, Benito jacovitti, Milo Manara, Bonvi, Silver, Tiziano Sclavi, Adriano Carnevali. Su tutti svettava la stella di Mino Milani, sceneggiatore principe della rivista oltre che uno dei maestri della narrativa (per ragazzi e no) in Italia, la cui opera aspetta di essere studiata con il merito che merita; accanto all’autore de I Grandi nel Giallo e de Il Maestro, brilla anche la stella di Grazia Nidasio (che con Milani realizzò il verniano Dottor Oss per il Corrierino), straordinaria autrice di Valentina Mela Verde (oggi ripubblicata da Coniglio editore) e della Stefi (di cui Rizzoli ha appena pubblicato una selezione di storie sotto il titolo "Stefi"), la cui opera tra fumetto e illustrazione ha raccontato le pulsioni, i sentimenti, le idee, i drammi, gli amori, la vita di generazioni di bambini e adolescenti come pochi altri autori italiani, a fumetti e non, sono riusciti.
(..)

Mercoledí, 30 Settembre 2009

weblog/?4664
messaggio da P.Dionisio - 30/09/2009 23:55
Rizzoli Lizard ristampa uno dei capolavori del fumetto a livello mondiale nato dalla penna e dalla matita di maestri del calibro di Héctor Germàn Oesterheld, creatore de L'Eternauta, e di Hugo Pratt, creatore di Corto Maltese.
Dalla presentazione del volume:
Non capisco tanto odio contro gli indios: è una delle prime frasi Con cui il sergente Kirk del Settimo Cavalleria degli Stati Uniti d’America manifesta il proprio disagio nel prendere parte a insensate lotte sanguinarie. Tormentato da sentimenti conflittuali fra il dovere di militare e lo spirito aperto e indipendente, il sergente finirà per seguire il proprio istinto di giustizia diventando "fratello di sangue" di un giovane pellerossa, e trovandosi così a fare, consapevolmente, una difficile scelta: quella di vivere come disertore. Nelle vicende narrate in questo primo volume delle avventure di Kirk - di cui oggi, a tanti anni di distanza dalla loro ultima pubblicazione, gli appassionati possono nuovamente godere - all’inusuale coppia sergente/indiano si uniranno anche l’anticonformista dottor Forbes e il Corto, ex bandito forte e scanzonato; il quartetto di amici si stabilirà alla frontiera tra i territori indiani e quelli dei coloni, in mezzo a cowboy e avventurieri di ogni risma.
(..)
Sgt Kirk - Rinnegato! vol.1 di Héctor Germàn Oesterheld (testi) e Hugo Pratt (disegni), collana HUGO PRATT, Rizzoli Lizard, 192 pp. b/n, € 22,00, cartonato
weblog/?4646
messaggio da Team Collezioneggio - 30/09/2009 23:35
Il sito Collezioneggio segnala l'articolo di uno spettacolo teatrale sul personaggio più famoso di Hugo Pratt, Corto Maltese:
Nel 1982 Alberto Ongaro e Marco Mattolini, avvalendosi della collaborazione di Hugo Pratt, realizzarono uno spettacolo teatrale sul personaggio più amato di quest'ultimo, Corto Maltese. Ho ritrovato questo libretto a cura del Teatro regionale Toscano che veniva probabilmente dato agli spettatori in occasione delle rappresentazioni e mi sono incuriosito, pensando che anche se non proprio "raro" può essere definito "poco comune" o "difficile da reperire".
(..)

Lunedí, 1 Giugno 2009

weblog/?4471
messaggio da P.Dionisio - 01/06/2009 19:05
Nei mesi scorsi [cfr. news del 6 febbraio 2009, 27 aprile 2009, 13 maggio 2009 e 29 maggio 2009] si è ampiamente parlato del ritrovamento da parte di Alfredo Castelli del "Sandokan" commissionato a Hugo Pratt dal Corriere dei Piccoli, su un adattamento ai testi eseguito da Mino Milani. Mai terminato per riprendere le avventure di quel Corto Maltese comparso in "Una ballata del mare salato", giunge a breve distanza in libreria e fumetteria l'avventura del personaggio di Salgari in un prestigioso volume che presenta le tavole in formato orizzontale. Nell'introduzione lo stesso Castelli narra le vicende della mancata pubblicazione e della scoperta. Sandokan - Le tigri di Monpracem di Mino Milani (testi) e Hugo Pratt (disegni), Rizzoli Lizard, 80pp b/n, formato orizzontale con cofanetto, € 25,00, in libreria e fumetterie

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...