Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Giovedí, 22 Ottobre 2009

weblog/?4687
messaggio da Marco Giannatiempo - 22/10/2009 22:20
L'ormai imminente manifestazione Lucca Comics & Games 2009 è stata presentata ieri in Parlamento Europeo, tra una lezione di disegno agli eurodeputati e la rivisitazione del presidente della Commissione Europea... in Bat-Barroso!
Introdotta dall’Onorevole Roberta Angelilli, Vice Presidente del Parlamento Europeo, la prima dichiarazione nel cuore di 'Eurolandia’ è stata dell’assessore alle politiche giovanili del Comune di Lucca Letizia Bandoni, che ha dichiarato che "Lucca Comics & Games è un opportunità un festival per i giovani italiani ed europei, che ogni anno si trasforma in trampolino di lancio per i nuovi talenti del comics e del games."
Ha concluso la presentazione il Presidente di Lucca Comics & Games Francesco Caredio, che ha consegnato una stupenda tavola dell’artista Lucio Parrillo, brillante esponente del Marvel Made in Italy, bravissimo nell’interpretare il Presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, nella trasformazione in Bat-Barroso: super eroe chiamato, secondo il guizzante tratto del nostro comic-artist, a difendere l’Europa senza l’aiuto di super-poteri ma con la determinazione e gli stratagemmi propri di Bat Man, strenuo difensore di Gotham City dai super criminali.
messaggio da P.Dionisio - 22/10/2009 21:35
Da un articolo de La Stampa di Sergio Rossi:
Io c’ero, scrive Ferruccio de Bortoli oggi direttore del "Corriere della Sera", nella sua introduzione all’antologia "Gli anni del Corriere dei Ragazzi" (a cura di Gianni Bono e Alfredo Castelli, 256 pagine a colori e b/n, brossurato, BUR Rizzoli, euro 34,50) ricordando la sua esperienza come redattore al "Corriere dei Ragazzi" (d’ora in poi CdR) tra il 1973 e il 1976, sotto le direzioni di Giancarlo Francesconi prima e di Alfredo Barberis poi.
(..)
Pochi sono i giornali che hanno saputo diventare un "mito", e uno di questi è stato questo settimanale di via Scarsellini a Milano nato come naturale evoluzione del "Corriere dei Piccoli" che usciva già da sessant’anni. Addirittura ne prese il posto in edicola, per poi ridarglielo subito dopo e viaggiare insieme paralleli nella buona e, soprattutto, nella cattiva sorte editoriale: tempo quattro anni e il Corriere dei Ragazzi venne sottoposto a un inutile quanto fatale restyling per renderlo ancora più adatto ai "ggiovani" che ne decretò la fine ufficiosa (quella ufficiale avvenne nel 1984 con lo pseudonimo di CorrierBoy)
(..)
Di solito si tende a enfatizzare il passato, a pensare che "non ci sono più le buone cose di una volta". Il che è una falsa nostalgia, ovvio. Questa antologia ci dice che l’unica eccezione è proprio il CdR, e per rendersene conto basta scrorrere un elenco, anche parziale, dei collaboratori: Hugo Pratt, Aldo di Gennaro, Mario Uggeri, Attilio Micheluzzi, Milo Manara, Sergio Toppi, Benito jacovitti, Milo Manara, Bonvi, Silver, Tiziano Sclavi, Adriano Carnevali. Su tutti svettava la stella di Mino Milani, sceneggiatore principe della rivista oltre che uno dei maestri della narrativa (per ragazzi e no) in Italia, la cui opera aspetta di essere studiata con il merito che merita; accanto all’autore de I Grandi nel Giallo e de Il Maestro, brilla anche la stella di Grazia Nidasio (che con Milani realizzò il verniano Dottor Oss per il Corrierino), straordinaria autrice di Valentina Mela Verde (oggi ripubblicata da Coniglio editore) e della Stefi (di cui Rizzoli ha appena pubblicato una selezione di storie sotto il titolo "Stefi"), la cui opera tra fumetto e illustrazione ha raccontato le pulsioni, i sentimenti, le idee, i drammi, gli amori, la vita di generazioni di bambini e adolescenti come pochi altri autori italiani, a fumetti e non, sono riusciti.
(..)
weblog/?4685
messaggio da Team Collezioneggio - 22/10/2009 08:35
Il sito Collezioneggio segnala il percorso espositivo della mostra su Alan Ford a Lucca Comics & Games 2009, con ampio reportage fotografico.

Mercoledí, 21 Ottobre 2009

messaggio da P.Dionisio - 21/10/2009 22:35
Da un articolo su Nove da Firenze:
Si festeggeranno infatti, con una mostra a lui dedicata, i 50 anni di carriera di un protagonista indiscusso del fumetto italiano: Luciano Secchi, classe 1939, meglio noto come Max Bunker, autore di fumetti, scrittore, editore e giornalista tra i più rappresentativi del panorama italiano, nonché uno dei più prolifici ideatori di personaggi rimasti impressi nella mente dei lettori, cresciuti con le generazioni che si sono susseguite accompagnando ciascuno di noi nelle ambientazioni più diverse, dal giallo al fantasy al grottesco medioevo, ma sempre e piacevolmente emozionanti.
Padre di Alan Ford, ma non solo, ricordiamo Maschera Nera, Maxmagnus, Kriminal e Satanik, vari generi letterari conditi con mano sapiente ed attenta di sfumature e caratteri che li hanno resi, negli anni, celebri.
(..)
Il suo personaggio cui si sente maggiormente legato o caratterialmente affine?
"I malignetti affermano che sono affine al Numero Uno, ma io penso di avere un po' di tutti quelli che ho fatto. Il personaggio a cui sono più legato è Kerry Kross. Un fumetto che ha precorso i tempi e che non ha avuto ancora la considerazione che si merita".
(..)

Martedí, 20 Ottobre 2009

messaggio da P.Dionisio - 20/10/2009 22:30
Da un articolo de La Stampa:
Anche Chewbacca è arrivato a Manhattan per il lancio di TekWar , nuova linea di fumetti del capitano Kirk.
Si tratta di un fumetto vietato ai minori, niente a che vedere con quelli convenzionali, dei nonni, come li chiama William Shatner, l'attore che tra il 1966 e il 69 interpretò il famoso comandante di Star Trek. L’attore è intervenuto al "Big Apple Comic Con" manifestazione che oltre che a New York si tiene anche a Philadelphia, Chicago, Los Angeles e Toronto.
(..)
Tag:

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...