Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Giornalino" rimuovi

Lunedí, 18 Maggio 2009

weblog/?4445
messaggio da P.Dionisio - 18/05/2009 23:50
Da un articolo de La Stampa:
Pinky e Cocco Bill, due tra gli amatissimi personaggi de «Il Giornalino», danno il benvenuto ai visitatori della Chiesa di San Giuseppe di Alba (Cuneo) dove, fino al 24 maggio, si tiene la mostra dedicata al settimanale per ragazzi più longevo d’Europa, nato 85 anni fa per volontà del beato Giacomo Alberione, fondatore della Famiglia Paolina.
Il titolo «Le storie sono la nostra storia. 85 anni de il Giornalino» definisce il carattere di questa esposizione che si sviluppa attraverso diversi percorsi. (..)
La mostra ospita una serie di sagome di personaggi che hanno fatto grande il settimanale e che animano e colorano il percorso espositivo integrandosi con la ricchezza della chiesa barocca. Da Pallino al il Commissario Spada, da Capitan Erik a Micromino, Fra Tino, Magrin della Padella, fino alle new entry Paky e Franci. (..)
Lungo la navata centrale si apre il cuore della mostra: 60 pannelli, tra tavole originali e riproduzioni identificato i due pilastri del settimanale. Il primo illustra le caratteristiche del giornalismo per ragazzi proposto attraverso rubriche, approfondimenti, servizi e supplementi utili alla formazione e informazione dei suoi lettori. (..)
Uno spazio video mostra un documentario composto da interviste con autori e redattori de «Il Giornalino».
Tra gli intervistati, Sergio Toppi, Paolo Piffarerio, Fabrizio Lo Bianco, Stefano Voltolini, Angela Allegretti, Franco Luini, Athos e Demetrio Bargellini. Intervengono anche il direttore de il Giornalino, padre Stefano Gorla, e il responsabile del settore fumetti Roberto Rinaldi.

Giovedí, 23 Ottobre 2008

messaggio da P.Dionisio - 23/10/2008 10:00
Da un articolo su IlSole24Ore di Fabrizio Lo Bianco:
Chi ha vissuto gli anni di «Carosello» probabilmente ricorda il milite romano «Caio Gregorio, er guardiano der pretorio» o lo spassoso ronzino di «Vitaccia cavallina, me scappa sempre la parolina» o, ancora, la preistorica famigliola di «Mammut, Babbut e Figliut». In questi giorni il comune di Rho (MI) rende omaggio all'autore di questi e tanti altri personaggi nelle sale di Villa Burba con la mostra «Gino Gavioli, il Mago di Carosello», organizzata dall'associazione culturale La Maiella.
(..)
L'esposizione ripercorre le tappe principali della lunghissima carriera di Gavioli, dalle sue prime produzioni per «Carosello» fino agli attuali lavori a fumetti per il settimanale «Il Giornalino».
(..) è questo l'aspetto che forse più colpisce osservando i suoi lavori esposti a Villa Burba: l'eclettismo e la professionalità di un disegnatore che - pur mantenendo una cifra sempre riconoscibile nel suo tratto lieve, garbato e favolistico - è stato capace di sperimentare e amalgamare tecniche di derivazione cinematografica, fumettistica e pittorica in un segno inconfondibile. Argomenti storici, fiabeschi, religiosi, comici e avventurosi vengono trattati con una cura certosina da miniaturista medievale e allo stesso tempo con la freschezza dei grandi illustratori americani ed europei della seconda metà del '900.

Giovedí, 6 Marzo 2008

messaggio da P.Dionisio - 06/03/2008 21:05
Da un articolo su Quotidiano.Net:
'll Giornalino', settimanale per ragazzi delle Edizioni San Paolo, sollecitato dal 'Comitato Internazione Viva Toscani' e dal ministero della Pubblica Istruzione, pubblica, a partire dal numero in edicola questa settimana, una biografia a fumetti del grande artista che ha portato il nome della musica e dell'Italia nei più prestigiosi teatri del mondo.

Su soggetto dello storico e biografo di Toscanini Piero Melograni, lo sceneggiatore Beppe Ramello ha messo a punto una storia avvincente e curiosa, piena di aneddoti ed eventi storici mondiali. A disegnare la storia è stato Paolo Piffarerio, che per «Il Giornalino» aveva già realizzato la vita di Giuseppe Verdi.

Sabato, 16 Giugno 2007

messaggio da Jonathan - 16/06/2007 00:23
Buongiorno, sto cercando il nome di una serie di fumetti apparsa sul Corriere dei Ragazzi nei primi anni 70. la storia era ambientata nel periodo medioevale e l'unico personaggio che ricordo era un tipo famelico che finiva sempre col mangiare solo rape. Dallo stile dovrebbe essere un fumetto belga. Potreste aiutarmi? Grazie. Risponde G.Pelosi, uBC Staff
Non si tratta del Corriere dei Ragazzi, ma del Giornalino. I personaggi sono Bellocchio e Leccamuffo, che già nel nome richiamano le zingarate raccontate dal Boccaccio nel Decamerone con protagonisti Calandrino e Buffalmacco. Le storie, regolarmente ambientante "tra il basso e l'alto medioevo", erano spassose strisce umoristiche in cui i due disperati finivano regolarmente per mangiare rape. Non si tratta di fumetto belga, ma di italianissimi autori: Corrado Blasetti e Giovanni Boselli.

Venerdí, 25 Maggio 2007

messaggio da P.Dionisio - 25/05/2007 06:55
Mentre nuove ed inedite avventure di Spider-Man trovano spazio sulle pagine de Il Giornalino, Stefano Vietti parla di questa esperienza sul sito di Panini Comics in una serie di interviste agli autore del progetto:
Mi sono avvicinato al personaggio di Spider-Man con molto rispetto e soprattutto con la consapevolezza che, non avendo mai fino ad ora scritto avventure di Super-Eroi Marvel dovevo imparare strada facendo. Da fun di Spidey mi sono ripromesso fin da subito di non “usare” il personaggio, ma piuttosto di mettermi al suo servizio e vedere cosa riuscivo a far saltar fuori di quel suo originale “spirito ragnesco” che ha conquistato così tanti lettori in tutto il mondo, me compreso.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...