Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Martedí, 28 Ottobre 2008

messaggio da V.Oliva - 28/10/2008 22:45
Da un articolo del Corriere della Fantascienza:
Squillino le trombe e rullino i tamburi: dalla prossima edizione anche i manga e le altre graphic novel a tematica fantasy e fantascientifica avranno finalmente il loro posto nell'olimpo della letteratura di genere (che triste precisazione, lo devo ammettere): lo Hugo Award, il più prestigioso riconoscimento riservato al fantasy e alla fantascienza srotola il tappeto rosso anche per la letteratura grafica (perchè di questo si tratta in molti casi).
La decisione è stata presa in Colorado ad agosto dalla World Science Fiction Society durante il suo meeting annuale. La categoria comunque non diventerà permanente fino all'edizione del 2010, fino a che la decisione non sarà definitivamente ratificata nel meeting del prossimo anno. (..)
Gli anime invece sono sempre stati candidati nella categoria "Best Dramatic Presentation" (miglior film): tra i papabili nel 2003 c'è stato La Città Incantata dell'imprescindibile Hayao Miyazaki

Lunedí, 27 Ottobre 2008

messaggio da P.Dionisio - 27/10/2008 22:55
Da un articolo su Repubblica.it di Matteo Tonelli, corredato di galleria fotografica:
Ha trasformato la sua matita in una telecamera puntata su mondi in cui la censura ha imposto un controllo ferreo sulla vita di tutti i giorni. Ha raccontato, parlando di se stesso e della sua famiglia, cosa significa vivere nell'orwelliana Corea del Nord e nella Birmania della repressione contro i monaci. E' quello che fa Guy Delisle, 42enne canadese che vive in Francia, uno degli esponenti più importanti del filone della graphic novel (in pratica un vero e proprio romanzo grafico). Dopo aver disegnato la vita in una megalopoli cinese in pieno sviluppo economico (Shenzen. Edizioni Fusi Orari. euro 16) e aver dato vita all'angoscia dell'esistenza in Corea del Nord (Pyongyang. Edizioni Fusi Orari. 176 pagine. euro 16), racconta, a colpi di vignette, la Birmania (Cronache Birmane. Edizioni Fusi Orari. 262 pagine. euro 18,50). Quella del regime, quella dei monaci e del premio nobel Aung San Suu Kyi da anni segregata in casa dai militari.
Potremmo chiamare i suoi libri "cronache da una dittatura". Da cosa nasce l'idea di raccontare questi paesi?
"Non ho scelto intenzionalmente di raccontare questi Paesi, ci sono capitato, anche a causa del mio lavoro. L'animazione si fa in outsourcing, in pratica dove costa meno la manodopera, e va da sé che i Paesi meno costosi sono proprio la Cina, il Vietnam, la Corea del Nord. Per la Birmania è diverso: seguivo mia moglie che lavora in una Ong e le Ong operano raramente a Roma o a New YorK, purtroppo..."
(..)
Ci sono state reazioni ai suoi libri da parte dei regimi? Ha subito censure? "In Birmania non so, lì non sono stato pubblicato. Anche se quando in Francia è uscito un mio articolo sulla Birmania ho davvero capito cosa significhi vivere in un regime. In Corea, invece, so che hanno pubblicato il mio album e so che non è piaciuto. Non è piaciuto ai capi dell'azienda per cui ho lavorato e non è piaciuto alle persone che ho conosciuto. Da quel momento mi è stato vietato l'ingresso in Corea, potrebbe succedere la stessa cosa con Birmania, chi lo sa..."
(..)
Le graphic novel stanno prendendo sempre più piede, secondo lei perché? "Secondo me tutto inizia in Francia quando delle piccole case editrici hanno avuto molto successo attirando un nuovo segmento di pubblico che prima non leggeva i fumetti. Il fenomeno da quel momento si è espanso a macchia d'olio".

Sabato, 25 Ottobre 2008

messaggio da P.Dionisio - 25/10/2008 15:15
Da un articolo su La Stampa:
Conto alla rovescia per l’edizione 2008 di Lucca Comics and Games, la più grande mostra mercato del fumetto e del gioco intelligente, in programma nel capoluogo toscano dal 30 ottobre al 2 novembre, che quest’anno porterà a Lucca grandi nomi, non solo del fumetto, ma anche del cinema, della letteratura e della musica.
Dal 30 ottobre al 2 novembre, sarà, infatti, al salone lucchese John Romita jr, uno dei creatori dell’Uomo Ragno che presenta in mostra il volume dedicato a "Spiderman e l’11 settembre". Inoltre, vi saranno Dario Argento e Carlo Lucarelli coinvolti nella giuria dei "Gran Guinigi", la cui assegnazione è in programma per il 30 ottobre e che con le loro otto categorie premiano il meglio dell’editoria e del fumetto.
Presente in fiera anche Giorgio Faletti, impegnato in una campagna di beneficenza "Perchè Non accada anche in Italia", per l’informazione sulla delicata questione dell’ADhd (Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività).
Grande attesa, poi, per Luciano Ligabue che il 31 ottobre presenta a Lucca Comics and Games la versione deluxe della sua prima opera come sceneggiatore di graphic novel «La neve se ne frega», firmata da Matteo Casali e Giuseppe Camuncoli, edita da Panini e tratta dall’omonimo romanzo del cantautore di Correggio.

Venerdí, 24 Ottobre 2008

weblog/?4100
messaggio da P.Dionisio - 24/10/2008 12:35
L'edizione 2008 di Lucca Comics & Games si prospetta ricca di eventi, incontri, showcase e curiosità per gli appassionati di fumetti e non solo all'insegna dell'invasione robotica illustrata nel manifesto realizzato da Leo Ortolani per festeggiare i 30 anni della prima apparizione in Italia di Goldrake.
Tantissimi gli ospiti presenti nella quattro giorni della mostra-mercato (dal 30 ottobre al 2 novembre) provenienti da tutto il mondo: John Romita Jr., Grzegorz Rosinski, Leo Ortolani, Jean Van Hamme, Steve Rude, Andrea Bruno, Silvia Ziche, Rick Veitch, Cyril Pedrosa, Yasuhiro Nightow, Carlo Lucarelli, Dario Argento, Kohta Hirano, Francois Boucq, Carlos Pacheco, Paco Roca, Gary Frank, Ryuji Yoshiike ed altri.
Le mostre espositive presso il Palazzo Ducale di Lucca (dal 18 ottobre al 2 novembre) offriranno al pubblico le personali di Silvia Ziche, Andrea Bruno, Grzegorz Rosinski e Francois Boucq, mostre collettive e gli ultimi due progetti editoriali nati in casa Bonelli: Volto Nascosto e Jan Dix.
Per chi vuole andare preparato sapendo già cosa aspettarsi, le comunicazioni dagli editori riportano tutte le le novità editoriali presentate nella kermesse e gli ospiti presenti presso gli stand.
Inoltre games (in tutte le forme possibili), musica e cosplay per uno degli eventi più importanti del fumetto e del gioco italiano.

Giovedí, 23 Ottobre 2008

messaggio da P.Dionisio - 23/10/2008 10:15
Da un articolo su Il Messaggero di Renato Gaita:
Topolino e il cinema. L'eroe disneyano, che quest'anno compie ottant'anni, è tra gli ospiti d'onore del Festival internazionale del film di Roma che si terrà fino al 31 ottobre prossimo. Mickey Mouse è infatti il protagonista di due delle più celebri parodie disneyane a fumetti, La strada di Federico Fellini e Casablanca, la romantica storia d'avventura e d'amore con Humphrey Bogart e Ingrid Bergman. Le tavole sono in mostra per la prima volta nella cittadella del Festival romano, nel Museo Archeologico dell'Auditorium Parco della Musica. Con tale mostra, intitolata Topolino, che attore!, il settimanale della Disney Topolino ha voluto festeggiare a modo suo il cinema e la rassegna in corso a Roma.
(..)
L'altra opera in mostra è Casablanca, testi e disegni di Giorgio Cavazzano, «un omaggio al capolavoro del cinema americano girato da Michael Curtiz nel 1942», dice il disegnatore.
(..)
La mostra (ingresso libero, orario dalle 9 alle 18) è completata da una storia ideata proprio per il Festival cinematografico di Roma e pubblicata sul settimanale Topolino in edicola in questi giorni. Paperica e il doppio fiasco di successo, disegni di Giorgio Cavazzano e testi di Fausto Vitaliano, vede insieme Topolino e Zio Paperone, mentre Vincenzo Paperica, divertente caricatura di Vincenzo Mollica, è un improbabile organizzatore di un Festival del cinema.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...