Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Tex" rimuovi

Lunedí, 24 Novembre 2008

messaggio da José Carlos Francisco - 24/11/2008 21:15
Intervista a Corrado Mastantuono -disegnatore per Tex, Magico Vento, Nick Raider, Topolino- nel blog portoghese di Tex in versione italiana e portoghese!
La sua risposta alla domanda "Cosa significava, prima, Tex per te? Nel frattempo è cambiato qualcosa nella tua percezione del personaggio?":
Tex mi ha dato più volte l’idea di un personaggio difficile da avvicinare. La vastità delle tavole prodotte e dei disegnatori impegnati rendeva l’eventuale sforzo di aggiungere qualcosa di nuovo come un’utopia irrealizzabile. Col tempo mi sono dovuto ricredere. Tex, proprio perchè personaggio forte e dall’indubbio carisma, permette ogni possibilità. Oggi posso dire, a distanza di cinque anni e mezzo dalla prima vignetta, che disegnare Tex è sicuramente la cosa più divertente che mi sia capitata nella mia vita professionale. Gli scenari, le pistolettate, l’azione profusa a ogni occasione, mi permette un approccio mai annoiato e mai di maniera.

Venerdí, 21 Novembre 2008

messaggio da Ass. UmbriaFumetto - Biblioteca delle Nuvole Perugia - 21/11/2008 06:30
Il desiderio di varcare i confini dell’ immaginario collettivo e di cavalcare per le pianure dell’ Umbria ha portato Tex Willer, eroe di molte generazioni di lettori, a Magione, in occasione della rassegna culturale Olivagando - Festa dell'olio e dei sapori d'autunno. Al suo fianco il suo fedele pard, Fabio Civitelli, autore aretino che da anni ha legato indissolubilmente il suo nome al Ranger più famoso del west fornendo ai suoi lettori, col suo segno pulito ed evocativo, una visione approfondita e sfaccettata della personalità e del mondo del personaggio creato da Gian Luigi Bonelli e Aurelio Galleppini esattamente sessanta anni fa. Tex rappresenta certamente un caso editoriale unico al mondo: circa 250.000 copie vendute ogni mese (solo dell’inedito, senza tener conto di ristampe e speciali) per un serial con lo stesso protagonista da sessant’anni è un record planetario! Scomparsi alcuni dei grandi maestri che lo disegnavano (lo stesso Galleppini, ma anche Letteri, Nicolò..), il testimone è passato nelle mani di autori più giovani, che incredibilmente riescono ad essere moderni nel rispetto della tradizione, tra i quali spicca appunto Fabio Civitelli. Dal 22 Novembre al 26 Dicembre sarà possibile visitare la mostra di disegni e tavole originali di Fabio Civitelli, a Magione, in Piazza Mengoni. In occasione dell’ inaugurazione, sabato 22 Novembre alle ore 17.00, si terrà un incontro con l’autore, sempre a Magione, presso l’ex Cinema Carpine.

Venerdí, 14 Novembre 2008

messaggio da José Carlos Francisco - 14/11/2008 23:45
Si chiamano Fabio Civitelli e Marco Bianchini, hanno in comune di essere italiani e disegnatori di Tex. Prima di venire a commemorare i 60 anni del ranger al Festival di Amadora, il blog portoghese di Tex ha posto loro alcune domande.
La presenza dei due autori al Festival di Amadora ha avuto un esito impressionante, che ha quasi spaventato gli organizzatori: Civitelli e Bianchini hanno fatto decine di disegni e le file al loro tavolo erano sempre piene zeppe di persone venute anche dall'Olanda, dalla Spagna, Francia. Decine e decine di Texiani per la mostra di Tex, ma migliaia di appassionati per il resto.
Alla domanda "In un mondo in cui impera la tecnologia ed in cui molte invenzioni dell'immaginario scientifico sono ormai realtà, Tex è ancora attuale? Perchè?" rispondono così:
Marco Bianchini: È una domanda molto interessante a cui è molto difficile dare una risposta; probabilmente in parte il successo di Tex è legato al fatto che il West ancora oggi rappresenta l’avventura e per molti un momento di evasione dalla noiosa routine quotidiana. Nella realtà di oggi le certezze di Tex sono molto rassicuranti.

Fabio Civitelli: Tex vive nella seconda metà dell’ottocento, un mondo ormai lontano dal nostro a livello di tecnica, ma incarna dei valori che non hanno epoca e in questo senso universali: il desiderio di giustizia grazie alla forza della legge o anche al di là di essa, la consapevolezza dell’uguaglianza degli uomini e la capacita di giudicarli solo in base al loro effettivo comportamento, sono caratteristiche del personaggio che erano rivoluzionarie per un fumetto negli anni quaranta ma sono attuali oggi come lo saranno in futuro.

Sabato, 1 Novembre 2008

messaggio da P.Dionisio - 01/11/2008 21:00
Da un articolo di Renato Gaita su Il Messaggero:
Dal cantautore Luciano Ligabue a Giorgio Faletti, da Dario Argento a Carlo Lucarelli e John Romita jr, uno degli autori dell'Uomo Ragno. Passerella di star dei comics, del cinema, della letteratura e della musica a Lucca Comics, la più grande mostra mercato del fumetto e dei games in Italia, che ha aperto i battenti ieri e proseguirà fino al 2 novembre prossimo nel capoluogo toscano. Tante anche le mostre, mentre gli editori fanno a gara nel presentare le loro novità.
(..)
Tra le mostre, quelle di Andrea Bruno e Silvia Ziche. Sergio Bonelli, l'editore di Tex e Dylan Dog, presenterà un'esposizione dedicata a due dei tanti personaggi realizzati dalla sua casa editrice, Volto nascosto e Jan Dix, protagonisti di due miniserie. In mostra anche lo Spiderman di John Romita jr. Nelle sale del Museo del fumetto di Lucca, infine, mostra di Giuseppe Palumbo: una quarantina di disegni originali realizzati per la nuova storia a fumetti dell' autore, EternArtemisia, ispirata al mito di Artemisia e ambientata in una società "futuribile" e già in libreria da alcuni giorni.

Venerdí, 31 Ottobre 2008

weblog/?4117
messaggio da José Carlos Francisco - 31/10/2008 11:15
Intervista esclusiva a Marco Bianchini -disegnatore di Mister No, Tex e non solo- nel blog portoghese di Tex in versione italiana e portoghese!
La sua risposta alla domanda "Dopo molti anni come disegnatore di Mister No sei approdato a Tex. Per te si tratta di un ritorno al western dopo l’esperienza di "Kerry il trapper" di diversi anni fa. Qual è il tuo pensiero sul genere western e su Tex in particolare?":
Penso che Tex mi darà molte soddisfazioni professionali. Quando 30 anni fa cominciai questo lavoro Tex era una meta INARRIVABILE. Adesso quella di disegnarlo è una soddisfazione enorme, che mi spinge ad impegnarmi per lasciare un bel ricordo del mio lavoro. Pur avendo una grande passione per la fantascienza, negli anni ho imparato ad apprezzare il genere western come occasione per raccontare storie di uomini e di avventure.

home Blog
pi¨ recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog Ŕ una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...