Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Disney" rimuovi

Sabato, 16 Febbraio 2008

messaggio da M.Gremignai - 16/02/2008 21:55
Da un articolo di Maurizio Giannattasio sul Corriere della Sera:
Strapotere manga. Negli Usa manda in pensione fior di supereroi del calibro di Superman e Capitan America. In Francia un ragazzo su due, tra i 9 e i 13 anni, studia sui fumetti nipponici. In Italia costringe la blasonatissima Disney a trasformare il Re Topo in una striscia con gli occhioni languidi. Unica sacca di resistenza: Tex. «Non vedrete mai una storia del ranger in stile manga» assicura Sergio Bonelli (..)
Secondo Wired, celebre rivista sul mondo Internet, le vendite dei manga negli Stati Uniti sono triplicate negli ultimi 4 anni e nelle librerie gli scaffali dedicati ai fumetti giapponesi hanno superato quelli americani. (..)
Ma se il sorpasso non c'è ancora stato, poco ci manca. (..)
La Francia è diventato il secondo mercato mondiale dei manga dopo il Giappone che chiaramente vanta il primato con un fatturato di 4,2 miliardi di dollari all'anno.
La smentita di Luigi Siviero su fumettidicarta.blogspot:
Ho cercato l'articolo originale su cui è basato quello italiano: http://www.wired.com/
Il sorpasso dei manga è una licenza poetica italiana. Wired non ne parla.

Giovedí, 14 Febbraio 2008

weblog/?3697
messaggio da C.Di Clemente - 14/02/2008 21:25
Dall'Ansa:
Arrivano i Disney Manga, una collezione di storie che costituisce una vera e propria rivoluzione nel mondo dei fumetti di casa Disney: è la prima volta, infatti, che le avventure di Topolino e company si ispirano esplicitamente alla tradizione grafica del Sol Levante. Insomma, Topolino, Paperino e Pippo, con tanto di occhioni tipicamente nipponici, si presentano in una vesta assolutamente originale. Disney Manga è una collana mensile che ripropone grandi storie e personaggi dei fumetti e dei cartoon Disney reinterpretati da artisti giapponesi, che sono stati formati da Accademia Disney e oggi collaborano con i più importanti editori giapponesi.
E da Il Messaggero:
Il primo dei quattro volumi è ispirato alla saga di Kingdon Hearts, avventura fantasy dell'omonimo videogioco giapponese nato dal creatore e produttore di giochi Square Enix. Nel Disney Manga di Kingdom Hearts le magiche atmosfere Disney incontrano quelle action dei videogames.
Su Comicus è disponibile un'anteprima.

Giovedí, 31 Gennaio 2008

weblog/?3667
messaggio da F.Gallerani - 31/01/2008 00:01
A quanto pare è andato letteralmente a ruba il primo volume de "La grande dinastia dei Paperi" omaggiato dal Corriere della Sera lunedì 28 gennaio. La dichiarazione di intenti della collana è quella di ristampare tutte le storie disneyane di Carl Barks cronologicamente, anche se questo primo volume parte dalla produzione più matura del 1950 e la produzione più vecchia sarà inserita nei volumi di coda.
Le versioni delle storie sono quelle ricolorate e riletterate da Diego Ceresa per la ristampa su "Zio Paperone", sicuramente graziose e accattivanti esteticamente ma forse un po' traditrici dello spirito delle origini. E a ben vedere, con tutto quello che è stato scritto su Barks e su queste storie, si poteva sperare anche in un apparato critico e redazionale un po' più ricco: poche e striminzite note sono relegate sul retro di una inutile splash page, graficamente raffazzonata (e francamente sprecata) ad introduzione di ogni storia.
D'altra parte pigiare circa 660 storie (ovvero l'ammontare dell'intera produzione di Barks) in 41 volumetti (questa dovrebbe essere il numero totale delle uscite settimanali) è di per se già una bella impresa, e si è forse preferito limitare i testi al minimo indispensabile. Ma malgrado questi appunti la collana merita senza dubbio di essere collezionata: una tanto auspicata edizione italiana della filologica "Carl Barks Library" non ha mai visto la luce, e questa edizione, almeno dal punto di vista della completezza cronologica, non ha niente da invidiargli, costituendo, a quanto ci risulta, una esclusiva mondiale.
Da segnalare anche la comoda opportunità di ricevere gli albi direttamente a casa stipulando lo pseudoabbonamento a 5 volumi alla volta con sconto del 20%. La Grande Dinastia dei Paperi, volume 1 "Paperino e il sentiero dell'unicorno e altre storie" - 1950, di Carl Barks, a cura di Lidia Cannatella, Luca Boschi e Alberto Becattini, pp. 192 a colori, in omaggio con il Corriere della Sera, euro 7.90 dalla seconda uscita, settimanale, brossurato con alette - ISSN: 1828552X

Sabato, 26 Gennaio 2008

messaggio da Ninaccio - 26/01/2008 09:00
Caro Bruno,
mi chiamo Tonino, e abito ad Ustica, un'isola sperduta nel Mediterraneo.
Sono un amante dei fumetti ed è con grandissima tristezza, amarezza e sconcerto, e alla fine anche con una certa dose di rabbia, che ho letto la lettera inviata ai "vertici" Disney che hai reso pubblica [cfr. news del 24 gennaio 2008].
Approfitto dello spazio messo gentilmente a disposizione dagli amici di uBC, per ringraziarti... perché tantissime emozioni e bellissimi ricordi mi ritornano alla mente... le tue (nostre!) storie a fumetti dei fantastici anni '80/90 con cui sono cresciuto e che mi hanno fatto sognare... le sensazioni, i sorrisi, i sogni, le ore di spensieratezza passate grazie a te, Bruno!
Ecco, da semplice lettore e amico del mondo dei fumetti, e non da addetto ai lavori, dove ho capito che c'è una freddezza, una non riconoscenza, e i soliti favoritismi che ormai hanno invaso ahimè, tutti i settori della nostra società, io volevo dirti semplicemente GRAZIE, per avermi regalato delle emozioni stupende! è un grazie sincero, espresso col cuore, e anche commosso, per il periodo difficile in cui ti trovi...
Un grandissimo abbraccio, caro Bruno, perché nessun "boss" di qualsiasi grande azienda, potrà cancellare la stima profonda ed il sentimento di grande gratitudine che numerosissimi lettori, amanti del fumetto nutrono nei tuoi confronti!

Giovedí, 24 Gennaio 2008

messaggio da M.Galea - 24/01/2008 07:00
Su afNews la lettera aperta di Bruno Concina (storico autore disneyano) alla Disney Italia:
Sembra esista una giacenza di Tavole disegnate da pubblicare (e nemmeno questo è un "segreto" interno alla redazione) che ha reso necessario ridurre drasticamente il lavoro assegnato ai collaboratori esterni. Che sono sempre stati molto più che "collaboratori esterni", ma la vera spina dorsale, la struttura portante del giornale. Siamo stati noi, cioè, a "fare grande" "Topolino", e sfido chiunque a dimostrare il contrario. Questo comporterebbe un minimo di lealtà da parte di chi è chiamato a confezionarlo. Un minimo di TEMPESTIVA informazione che è venuta completamente a mancare.
E' in corso una drastica riduzione del lavoro per i collaboratori esterni, molti dei quali, come me, si sono dedicati esclusivamente alla Disney e con i proventi (sordidamente tirchi) derivanti dal loro lavoro campano con le loro famiglie. Qualcuno, fiutato il vento infido, ha già trovato un secondo lavoro come CAMERIERE, altri emigrano con armi, bagagli e famiglia verso la Francia, altri ancora attendono o attendevano fedeli che la crisi si risolvesse, fedeli al loro posto: come avevo fatto io.
(..) Tuttavia ritengo che sia indispensabile che noi, sceneggiatori e disegnatori, tutti uniti, ci coalizziamo in un unico gruppo per ottenere quanto ci spetta di diritto per promessa formale. Le famose percentuali su ristampe e traduzioni, prima affermate solennemente e poi negate con un motto di stizza, sufficienza, arroganza dal Presidente e Direttore Generale Dott. Umberto Virri.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...