Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se di categoria "avvistamenti" rimuovi

Domenica, 10 Febbraio 2008

weblog/?3687
messaggio da P.Dionisio - 10/02/2008 09:05
Di slancio arriva nelle edicole e nelle fumetterie italiane una nuova collana di Planeta DeAgostini stavolta dedicata a Tarzan, il personaggio creato da Edgar Rice Burroughs nel 1912. I volumi contengono le tavole domenicali dei giornali americani prodotte dalla United Features Syndicate. Il primo volume, però, non comincia con la pubblicazione delle prime tavole, disegnate ed ideate da un deludente Rex Maxon (autore per le prime 28 settimane e delle strisce quotidiane fino al 1936), ma parte con la produzione di Hal Foster (aveva già disegnato il primo adattamento dell'uomo scimmia a fumetti per la serie di strisce quotidiane). Foster continuò fino al 1937, anno che lo rese celebre e famoso con un altro personaggio: Prince Valiant (conosciuto in Italia anche come Principe Valentino). Alle tavole di Tarzan si alterneranno altri autori come Burne Hogarth, Russ Manning e Mike Grell.
Dalla presentazione della collana:
L"uomo-scimmia "fosteriano" ricorda fisicamente Weissmuller, ma possiede l"astuzia e l"intelligenza del Tarzan di Burroughs, conducendoci lungo i sentieri dell"avventura, dell"emozione e dell"esotismo. Lo spirito dei romanzi di Burroughs vive nell"opera di uno dei più prestigiosi fumettisti di sempre.
Sul sito spagnolo della Casa Editrice si nota che la pubblicazione è già arrivata al 10° volume (presentando anche le tavole di Burne Hogarth) mentre in Italia sono appena usciti i primi 2 volumi in un unico fascicolo ad un prezzo promozionale di 3.95 euro, così come era capitato per i Puffi. Anche i volumi 3 e 4 saranno presentati in un unico fascicolo a 8.95 euro, prezzo a cui saranno venduti singolarmente a partire dal 5° volume. Tarzan, di Hal Foster, vol.1 1931-1932 e vol.2 1932-1933, 64pp. a colori ciascuno, prezzo di lancio promozionale euro 3.95 per il fascicolo unico, cartonato

Giovedí, 31 Gennaio 2008

weblog/?3667
messaggio da F.Gallerani - 31/01/2008 00:01
A quanto pare è andato letteralmente a ruba il primo volume de "La grande dinastia dei Paperi" omaggiato dal Corriere della Sera lunedì 28 gennaio. La dichiarazione di intenti della collana è quella di ristampare tutte le storie disneyane di Carl Barks cronologicamente, anche se questo primo volume parte dalla produzione più matura del 1950 e la produzione più vecchia sarà inserita nei volumi di coda.
Le versioni delle storie sono quelle ricolorate e riletterate da Diego Ceresa per la ristampa su "Zio Paperone", sicuramente graziose e accattivanti esteticamente ma forse un po' traditrici dello spirito delle origini. E a ben vedere, con tutto quello che è stato scritto su Barks e su queste storie, si poteva sperare anche in un apparato critico e redazionale un po' più ricco: poche e striminzite note sono relegate sul retro di una inutile splash page, graficamente raffazzonata (e francamente sprecata) ad introduzione di ogni storia.
D'altra parte pigiare circa 660 storie (ovvero l'ammontare dell'intera produzione di Barks) in 41 volumetti (questa dovrebbe essere il numero totale delle uscite settimanali) è di per se già una bella impresa, e si è forse preferito limitare i testi al minimo indispensabile. Ma malgrado questi appunti la collana merita senza dubbio di essere collezionata: una tanto auspicata edizione italiana della filologica "Carl Barks Library" non ha mai visto la luce, e questa edizione, almeno dal punto di vista della completezza cronologica, non ha niente da invidiargli, costituendo, a quanto ci risulta, una esclusiva mondiale.
Da segnalare anche la comoda opportunità di ricevere gli albi direttamente a casa stipulando lo pseudoabbonamento a 5 volumi alla volta con sconto del 20%. La Grande Dinastia dei Paperi, volume 1 "Paperino e il sentiero dell'unicorno e altre storie" - 1950, di Carl Barks, a cura di Lidia Cannatella, Luca Boschi e Alberto Becattini, pp. 192 a colori, in omaggio con il Corriere della Sera, euro 7.90 dalla seconda uscita, settimanale, brossurato con alette - ISSN: 1828552X

Mercoledí, 30 Gennaio 2008

weblog/?3660
messaggio da M.Galea - 30/01/2008 10:35
Cosa succede se uno dei disegnatori storici di Dylan Dog e un archeologo di fama internazionale si mettono insieme per raccontare un frammento della seconda guerra di Roma contro Cartagine? Nasce Decio, scritto da Giorgio Albertini e disegnato da Giampiero Casertano per conto della ReNoir Comics. Decio ricostruisce infatti un biennio di battaglie, da Piacenza, 218 a.C., alla sconfitta di Canne, del 216 a.C., una delle più memorabili disfatte nella storia di Roma.
Decio è un giovane romano, in attesa di potersi misurare con la fama della sua famiglia, e fronteggiare l’avanzata dell’esercito di Annibale, che avanza attraverso la Gallia e il Nord Italia. Questo volume autoconclusivo deve molto allo stile di Frank Miller e, nonostante il confronto con 300 sia piuttosto imprescindibile, propone un approccio alla storia anti-epico, e anti-eroico, aspro e asciutto nel raccontare la violenza delle battaglie, e sostanzialmente autonomo. Decio, disegni di Giampiero Casertano, testi di Giorgio Albertini - pp. 64 - euro 12, Brossurato con alette - ISBN: 978-88-95261-16-4

Domenica, 28 Ottobre 2007

weblog/?3450
messaggio da M.Migliori - 28/10/2007 18:04
Degna di nota la ricomparsa in libreria di un'opera fondamentale per il fumetto italiano, come la trilogia Shakespeariana di Gianni De Luca. Alessandro Editore a distanza di oltre 30 anni dall'originale pubblicazione su Il Giornalino, pubblica "Romeo e Giulietta", una delle tre opere che assieme a "Tempesta" e ancor più "L'Amleto" rappresentarono una evoluzione del linguaggio del fumetto.
Dalla presentazione del volume:
Era il 1975 quando per la prima volta sulle pagine de “Il Giornalino” uscì la trasposizione a fumetti di “Romeo e Giulietta”, realizzata da Gianni De Luca sulla sceneggiatura di Rudolph. E da allora, quest’opera rappresenta l'esempio più riuscito della rivoluzione del linguaggio narrativo del fumetto, caratterizzato dalla ricerca della dinamicità totale attraverso l'uso di grandi piani sequenza e la ripetizione dei personaggi in una stessa tavola per meglio seguirne i movimenti e i dialoghi, come nelle meravigliose tavole che Botticelli fece per la Divina Commedia.
Romeo e Giulietta di SIGMA (testi) e Gianni De Luca (disegni), serie De Luca n.1, Alessandro Editore, 52pp a colori, cartonato 24X32, in libreria, € 17,99
weblog/?3467
messaggio da S.Mancosu - 28/09/2007 23:20
Per gli appassionati del Vejo, Rizzoli ha pubblicato Che, il "romanzo grafico rivoluzionario" di Héctor Oesterheld e Alberto e Enrique Breccia.
Dalla prefazione di Goffredo Fofi e dall'introduzione del volume:
Questo libro nasce in Argentina nel 1968, a un anno dalla morte del Che.
Nel 1973 viene messo al bando. Nel 1976 gli autori lo seppelliscono in giardino per sfuggire alle persecuzioni della neonata dittatura militare. Recuperato dopo sette anni, torna alla luce in Spagna nel 1987, diventando rapidamente un prezioso oggetto di culto.
"La storia del fumetto" sostiene Frank Miller, creatore di graphic novel di successo come Sin City e 300, "va divisa in due epoche: quella che precede Alberto Breccia e quella che viene dopo Alberto Breccia."
Secondo Goffredo Fofi , Che è "molto di più che una bella biografia a fumetti dell'eroe rivoluzionario, è una testimonianza di adesione morale e politica ai suoi ideali".
Che di Héctor Oesterheld (testi) e Alberto e Enrique Breccia (disegni), collana 24/7 SAGGISTICA STRANIERA, Rizzoli, 128pp b/n, brossurato, in libreria, € 14,90

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...