Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Disney" rimuovi

Sabato, 26 Gennaio 2008

messaggio da Ninaccio - 26/01/2008 09:00
Caro Bruno,
mi chiamo Tonino, e abito ad Ustica, un'isola sperduta nel Mediterraneo.
Sono un amante dei fumetti ed è con grandissima tristezza, amarezza e sconcerto, e alla fine anche con una certa dose di rabbia, che ho letto la lettera inviata ai "vertici" Disney che hai reso pubblica [cfr. news del 24 gennaio 2008].
Approfitto dello spazio messo gentilmente a disposizione dagli amici di uBC, per ringraziarti... perché tantissime emozioni e bellissimi ricordi mi ritornano alla mente... le tue (nostre!) storie a fumetti dei fantastici anni '80/90 con cui sono cresciuto e che mi hanno fatto sognare... le sensazioni, i sorrisi, i sogni, le ore di spensieratezza passate grazie a te, Bruno!
Ecco, da semplice lettore e amico del mondo dei fumetti, e non da addetto ai lavori, dove ho capito che c'è una freddezza, una non riconoscenza, e i soliti favoritismi che ormai hanno invaso ahimè, tutti i settori della nostra società, io volevo dirti semplicemente GRAZIE, per avermi regalato delle emozioni stupende! è un grazie sincero, espresso col cuore, e anche commosso, per il periodo difficile in cui ti trovi...
Un grandissimo abbraccio, caro Bruno, perché nessun "boss" di qualsiasi grande azienda, potrà cancellare la stima profonda ed il sentimento di grande gratitudine che numerosissimi lettori, amanti del fumetto nutrono nei tuoi confronti!

Giovedí, 24 Gennaio 2008

messaggio da M.Galea - 24/01/2008 07:00
Su afNews la lettera aperta di Bruno Concina (storico autore disneyano) alla Disney Italia:
Sembra esista una giacenza di Tavole disegnate da pubblicare (e nemmeno questo è un "segreto" interno alla redazione) che ha reso necessario ridurre drasticamente il lavoro assegnato ai collaboratori esterni. Che sono sempre stati molto più che "collaboratori esterni", ma la vera spina dorsale, la struttura portante del giornale. Siamo stati noi, cioè, a "fare grande" "Topolino", e sfido chiunque a dimostrare il contrario. Questo comporterebbe un minimo di lealtà da parte di chi è chiamato a confezionarlo. Un minimo di TEMPESTIVA informazione che è venuta completamente a mancare.
E' in corso una drastica riduzione del lavoro per i collaboratori esterni, molti dei quali, come me, si sono dedicati esclusivamente alla Disney e con i proventi (sordidamente tirchi) derivanti dal loro lavoro campano con le loro famiglie. Qualcuno, fiutato il vento infido, ha già trovato un secondo lavoro come CAMERIERE, altri emigrano con armi, bagagli e famiglia verso la Francia, altri ancora attendono o attendevano fedeli che la crisi si risolvesse, fedeli al loro posto: come avevo fatto io.
(..) Tuttavia ritengo che sia indispensabile che noi, sceneggiatori e disegnatori, tutti uniti, ci coalizziamo in un unico gruppo per ottenere quanto ci spetta di diritto per promessa formale. Le famose percentuali su ristampe e traduzioni, prima affermate solennemente e poi negate con un motto di stizza, sufficienza, arroganza dal Presidente e Direttore Generale Dott. Umberto Virri.

Domenica, 13 Gennaio 2008

weblog/?3622
messaggio da P.Dionisio - 13/01/2008 07:55
In edicola da mercoledì 16 gennaio 2008, Topolino n.2721 racconta in chiave Disney l'invenzione del fortunato colpo di piede usato dal capitano della Roma, Francesco Totti, ribattezzato Franck Papertotti, a cui dedica la copertina.
Su Repubblica una video-presentazione della storia con alcune tavole non ancora colorate e sulla Gazzetta dello Sport un articolo di Fabio Licari intitolato "Papertotti e la vera storia del "cucchiaio"":
Ma quand’è nato il "cucchiaio" di Totti? L’Europeo non c’entra, meglio dirlo subito, e neanche il campionato. Successe tanti anni prima, quando il piccolo Papertotti giocava con Paperino, Archimede e gli altri amichetti pennuti nei cortili di Paperopoli. A calcio era il più bravo, ma nei rigori un totale disastro (come nelle barzellette). Finché un giorno, complice Ciccio di Nonna Papera, accadde l’incredibile.
(..) Una storia "sportiva" nella tradizione Disney, scritta da Riccardo Secchi (figlio d’arte: suo papà Luciano creò Alan Ford, Kriminal, Satanik) e disegnata da Stefano Turconi. Nata da un’idea del settore giovanile federale, subito raccolta e ampliata da Valentina De Poli appena nominata direttrice del settimanale. Attenzione: parliamo di metà 2006, calcio allora era sinonimo di calciopoli.
(..) "In momenti così difficili dovevo regalare una speranza - ricorda Secchi -. Ma non potevo ingannare, immaginando un mondo "finto". Così ho inserito temi più problematici, e reali, quali lo sfruttamento dei giovani". (..)

Mercoledí, 31 Ottobre 2007

weblog/?3455
messaggio da G.Gentili - 31/10/2007 09:30
Articolo su La Stampa:
Per festeggiare i 60 anni di Zio Paperone, il papero più ricco del mondo nato dalla matita di Carl Barks nel dicembre 1947, il settimanale Topolino regalerà ai lettori la mitica moneta numero 1 oltre ad organizzare una serie di iniziative, a partire dalla pubblicazione della serie a fumetti in dieci puntate "Tutti i milioni di Zio Paperone".

Domenica, 24 Giugno 2007

weblog/?3278
messaggio da ComicUS - 24/06/2007 00:23
Da lunedì 25 giugno con Sorrisi e Canzoni Tv, partirà in allegato una collana di 12 volumi dedicata alle W.I.T.C.H., la fortunata serie Disney nata in Italia e famosa in tutto il mondo. Ogni volume conterrà tre avventure complete, e dunque la collana ristamperà i primi 36 episodi della serie in ordine cronologico. Il primo volume sarà venduto al prezzo di 1,60 € più il prezzo del settimanale e conterrà i primi tre episodi intitolati: "Halloween", "I Dodici Portali" e "L'altra Dimensione". In più, in omaggio, una stampa da collezione di Will.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...