Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Marvel" rimuovi

Mercoledí, 9 Gennaio 2008

weblog/?3616
messaggio da P.Dionisio - 09/01/2008 19:40
Online il sito del film dedicato a Iron Man, il supereroe in armatura creato nel 1963 da Stan Lee e Jack Kirby per la Marvel, la cui uscita nelle sale USA è prevista per il 2 maggio 2008 con un cast di attori come Robert Downey Jr. nei panni di Tony Stark/Iron Man, Gwyneth Paltrow come Virginia 'Pepper' Potts, Jeff Bridges come Obadiah Stane/Iron Monger, per la regia di Jon Favreau (scheda IMDB). Il personaggio ha tutti i riflettori puntati addosso dopo il decisivo rinnovamento a seguito della saga Civil War mentre all'orizzonte si profila pure una serie animata a lui dedicata ma che lo ritrarrà come teenager.
[per altre anticipazioni cinematografiche cfr. news del 20 giugno 2007]

Lunedí, 31 Dicembre 2007

weblog/?3603
messaggio da G.Gentili - 31/12/2007 09:57
Da un articolo su La Stampa:
L’Onu ha deciso di ricorrere all'Uomo Ragno per rilanciare la sua immagine nel mondo. La casa editrice Marvel, autrice di personaggi come l'Uomo Ragno, Capitan America, i Fantastici Quattro e l’Incredibile Hulk, ha avuto l’incarico di realizzare un libro di fumetti che racconti la storia dei supereroi che lavorano per le Nazioni Unite a favore della pace e contro le malattie. Inizialmente, il fumetto sarà distribuito gratis nelle scuole americane, per poi essere tradotto e messo a disposizione anche in altri paesi. (..)

Mercoledí, 19 Dicembre 2007

messaggio da C.Di Clemente - 19/12/2007 19:00
Dall'articolo "A New York con l'Uomo Ragno" di Fabio Licari, pubblicato ne "La Gazzetta dello Sport" cartacea del 19 dicembre 2007, pag.32, la notizia di una nuova guida turistica di New York ("The Marvel Comics Guide to New York City"), in inglese, davvero originale e basata sulle avventure dei supereroi Marvel, le cui storie da sempre si svolgono in prevalenza nella Grande Mela:
... di ogni attrazione la guida non dà solo informazioni turistiche, storia e prezzi dei biglietti, bensì racconta battaglie, scene d'amore e di morte, invasioni aliene di cui i luoghi sono stati teatro in 46 anni di comics. [...] Dal Central Park (dove la mafia uccise la famiglia del Punitore) all'Empire State Building (qui uno Skrull fece prigioniero Capitan America). Dalla depressa Delancey Street (dove, sotto il nome fittizio di Yancy Street, nacque la Cosa) al Rockefeller Center (gli X-Men Ciclope e Marvel Girl cenavano lì lume di candela fino all'attacco delle Sentinelle)...
La guida (link Amazon) è opera di Peter Sanderson, competente storico del fumetto supereroistico.
Tag:

Sabato, 8 Dicembre 2007

messaggio da C.Di Clemente - 08/12/2007 07:25
Seven Magazine pubblica l'articolo "Il fumetto che ha fatto vivere svaghi proibiti" con una sintesi dei contenuti del convegno "Fumetto e Didattica" tenutosi recentemente a S.Croce Camerina (Rg) ed un'intervista a Luigi Corteggi. Così lo storico art director della Bonelli parla riguardo al recente esperimento della Marvel di vendere on line i propri fumetti (cfr. news del 14 novembre 2007):
Oggi si compra un fumetto solo se si pensa di leggerlo e riporlo sulla libreria, mentre se si vede qualcosa a video si perde quel contatto fisico con la carta stampata, con i colori: si sa che un qualcosa è dentro quel video ma non lo si ha in mano! Si instaura così un contatto virtuale. A mio avviso se l’esperienza che sta attuando la Marvel avrà esito positivo altre case editrici seguiranno quel filone digitale e la carta stampata di nuova produzione diverrà un prodotto meno remunerativo. Per chi resisterà sarà obbligato a ridurre drasticamente le sue uscite nei punti vendita con aumento consequenziale dei prezzi per acquistare il fumetto che diverrà solo un prezioso e raro prodotto cartaceo per collezionisti.

Mercoledí, 14 Novembre 2007

messaggio da G.Gentili - 14/11/2007 01:29
Debutta l'iniziativa Marvel Digital Comics Unlimited, probabilmente il più aggressivo sbarco online della storia dell'industria del fumetto. Sono ben 250 gli albi che è possibile leggere online gratuitamente per provare il servizio. Un passo storico che porta il fumetto in una nuova stagione, basta fare un giro per il sito per rendersene conto.

Articolo sul Corriere della Sera:

Segno dei tempi: la Marvel Comics, una delle più importanti case editoriali al mondo di fumetti, quella che ha «inventato» l'Uomo Ragno o l'Incredibile Hulk, mette online i suoi eroi. Per l'industria dei fumetti - come sottolinea il quotidiano nazionale Usa Today - si tratta di un passo storico: l'archivio, che comprende oltre 2.500 vecchi numeri delle avventure di Capitan America, X-Men, Iron Man, Devil, Fantastici Quattro, da oggi è acquistabile e consultabile via internet, al corso di 58,88 dollari all'anno, oppure di 9,99 dollari al mese. Alla Marvel assicurano: sarà in tutto e per tutto come leggere il vecchio fumetto, per voltare pagina basterà un clic, e in più si avrà il vantaggio di avere colori più brillanti. (..)
Articolo su Punto Informatico di Dario D'Elia:
Le memoria storica del fumetto Marvel ha trovato finalmente una collocazione digitale di facile accesso. Gli appassionati di "comics", da ieri, possono abbandonarsi su Marvel Digital Comics Unlimited alle strisce inchiostrate che hanno segnato la cultura pop occidentale. (..) "Non hai più il classico scaffale di fumetti presente nei negozi specializzati", ha spiegato Dan Buckley, Presidente di Marvel Publishing. "Ci mancava un prodotto che fosse compatibile con le esigenze dei ragazzi". Di fatto Marvel vuole rispondere all'offensiva digitale della Dark Horse Comics e della DC Comics che spopolano su MySpace e altre piattaforme. (..)
Intervista a Joe Quesada (in inglese) sull'iniziativa:
Question: Comics have a long tradition of "collectible" physical objects; what does it mean that this initiative turns Marvel's comics into something that's not physical and not collectible?
Quesada: When Marvel really started to push into the collected editions and trade-paperback world, there was a big to-do within the comics community about "will these collected editions take the place of the monthly comics?" Why would I go out and buy the first six issues when I know it's going to be compiled several months down the road, and probably for a better price point? Will that put the monthly comic out of business? Well, what we found was that it actually increased the sales of the monthly comic. We ended up with people who enjoy both formats--buying the monthlies and the trades. It increased our business on the whole. I believe it's going to be the same thing with digital comics. There will be people out there who don't just view digital comics, but also want the experience of the hard copy, and seek that out as well.
Moving forward, two or three generations from today, there will be people who will be getting material in other ways beyond the ones that we foresee. Music is a perfect example of that. I used to collect vinyl, and then I traded that in for CDs, and now CDs are going the way of the dinosaur and everything's on my computer. I really enjoyed those vinyl records, but at the end of the day, there are better formats--for me, at least. I believe that comics, because they have that collectibility aspect, will always have people who want those particular monthly comics. (..)

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...