Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Mercoledí, 21 Novembre 2007

weblog/?3508
messaggio da A.Tripodi - 21/11/2007 12:15
L'avventura di Federico Fellini in viaggio verso il Messico (Tulum) alla ricerca dello scrittore esoterico Carlos Castaneda, trasformata in fumetto da Milo Manara, sotto la guida dello stesso regista, diventerà finalmente un film.
Viaggio a Tulum è una sceneggiatura scritta da Federico Fellini nel 1985 e pubblicata a puntate sul Corriere della sera nel 1986, destinata (per volontà o presagio del regista) a non diventare mai un film.
Vide luce, come si è detto, come fumetto per le matite di Milo Manara sotto la guida dello stesso Fellini. Dapprima pubblicato a puntate fra sulla rivista Il Grifo, il fumetto "Viaggio a Tulum, da un soggetto di Federico Fellini, per un film da fare" ebbe successo nelle varie edizioni cartonate o brossurate che seguirono.
Il progetto di realizzare un film è stato lanciato ufficialmente nel mese di ottobre di quest'anno all'Hotel Flora, di Roma.
Il film sarà realizzato tra il Messico e Cinecittà. L'inizio ufficiale delle riprese è previsto per il 20 gennaio 2008, il giorno del compleanno di Fellini (nato nel 1920 e morto nel 1993). Per la realizzazione è stato preventivato un costo di circa 3.5 milioni di Euro, coperto soprattutto da investitori messicani e dal Governo messicano.
Il film sarà diretto da Marco Bartoccioni, la sceneggiatura sarà di Fellini (ovviamente) e di Tullio Pinelli, che ne ha adattato il lavoro. Tullio Pinelli aveva già contribuito, come sceneggiatore ai più grandi successi di Fellini (La dolce vita, La strada, Giulietta degli spiriti).
Da quel che si è capito il film dovrebbe essere un misto di animazione e di scene recitate da attori in carne e ossa.
Altre informazioni in Fellini script 'Viaggio' on new voyage
messaggio da G.Gentili - 21/11/2007 07:25
Amazon ha lanciato il suo lettore di libri elettronici (un reader denominato "Kindle"). Sul sito ufficiale di Kindle è possibile vedere anche un video in cui Jeff Bezos parla con vari autori di bestseller tra cui Neil Gaiman.
Al lancio ha dedicato la storia di copertina Newsweek con il titolo The Future of Reading (in inglese):
(..) the book is a more reliable storage device than a hard disk drive, and it sports a killer user interface. (No instruction manual or "For Dummies" guide needed.) And, it is instant-on and requires no batteries. Many people think it is so perfect an invention that it can't be improved upon, and react with indignation at any implication to the contrary. (..) 'Why do I love these physical objects?' " says Bezos. " 'Why do I love the smell of glue and ink?' The answer is that I associate that smell with all those worlds I have been transported to. What we love is the words and ideas." (..)
Articolo su Repubblica Letture infinite e senza fili. Ecco Kindle, l'iPod dei libri:
(..) Pesa 300 grammi circa e a differenza di un computer laptop non si scalda né emette strani bip, permette di leggere per 30 ore consecutive con una sola batteria. (..) La vera novità di Kindle è la connettività wireless, tramite un sistema denominato Whispernet (In questo modo il lettore elettronico può funzionare ovunque, non solo negli hotspot Wi-Fi).
Articolo su Il Sole 24 Ore Amazon rilancia l'e-book:
(..) Oltre 88.000 titoli di libri saranno disponibili per essere scaricati online da Amazon da domani, quando Kindle comincerà a essere venduto negli Usa a 399 dollari. I libri saranno in vendita a 9.99 dollari l'uno, con un primo capitolo offerto in lettura gratis. Inoltre, su Kindle saranno disponibili le versioni online di vari quotidiani (per ora New York Times, Wall Street Journal, Washington Post e Le Monde) e settimanali, oltre ad abbonamenti ad alcuni blog selezionati, al costo di 1.99 dollari al mese per ciascun blog.

Martedí, 20 Novembre 2007

messaggio da Fumettopoli - 20/11/2007 10:15
Sabato 24 Novembre 2007 alle ore 16:00 Werther Dell'Edera incontra tutti gli appassionati, fans e semplici curiosi da Fumettopoli. In anteprima mondiale, in omaggio una litografia di Costantine numerata ed autografata.

Lunedí, 19 Novembre 2007

weblog/?3504
messaggio da M.Gomboli - 19/11/2007 17:25
Riportiamo qui l'interessante risposta del direttore della Casa Editrice Astorina Mario Gomboli alla lettera di un nostro lettore [vedi news del 16 novembre 2007]. E' utile ricordare a chi ci legge magari occasionalmente che l'intervento pubblicato è infatti di un lettore e non è -come sembra desumersi dalla risposta- un articolo di un redattore di uBC. uBC si era infatti già occupata della storia in questione, con argomentazioni ben differenti, nell'articolo di critica in occasione dell'uscita dell'albo.
Con una sollecitudine che la dice lunga sull'attenzione che il redattore dedica a Diabolik, con dieci mesi di ritardo ecco apparire una recensione/critica all'UOMO DELLA ROCCA che si vorrebbe puntuale ma, evidentemente, è nata da una viscerale omofobia scatenata da Saverio Hardy.
Tutte le altre osservazioni, dal fatto che DK non si comporta "più" (ammesso che in qualche episodio l'abbia fatto) da terrorista o da serial killer sino allo stupore nel vedere il Re del Terrore testimonial di campagne sociali, avrebbero potuto avere spazio da almeno vent'anni... E invece no: guarda caso che le "contraddizioni" vengono rilevate solo dopo che Diabolik ha aiutato un amico omosessuale. Era peraltro già successo, e in più occasioni, che Diabolik accorresse in aiuto di qualcuno verso cui sentiva un debito d'onore, ma nessun giornalista se ne era scandalizzato perché si trattava di persone implicitamente o esplicitamente eterosessuali. Evidentemente redattori come quello di cui stiamo leggendo il testo (ma non è un caso isolato) avrebbero in questo caso voluto che Diabolik, scoprendo il lato omo di Saverio, gli girasse le spalle scandalizzato e un poco imbarazzato. Magari con una battuta sui "finocchi" che stanno bene in galera.
Sono molto soddisfatto di averlo deluso.
Mario Gomboli

Domenica, 18 Novembre 2007

weblog/?3475
messaggio da Castelli Animati - 18/11/2007 10:25
Da mercoledì 28 novembre fino a domenica 2 dicembre 2007 avà luogo la XII edizione de I Castelli Animati, il festival internazionale del cinema d'animazione presso Cinecittà Campus, all'interno degli Studi di Cinecittà a Roma. Tanti gli eventi tra incontri, ospiti ed un concorso per un'edizione speciale che festeggia i 70 anni di Cinecittà: per gli appassionati di fumetti in esclusiva gli unici 4 minuti d'animazione di Tex realizzati dal suo creatore grafico Aurelio Galleppini.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...