Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Mercoledí, 31 Ottobre 2007

weblog/?3455
messaggio da G.Gentili - 31/10/2007 09:30
Articolo su La Stampa:
Per festeggiare i 60 anni di Zio Paperone, il papero più ricco del mondo nato dalla matita di Carl Barks nel dicembre 1947, il settimanale Topolino regalerà ai lettori la mitica moneta numero 1 oltre ad organizzare una serie di iniziative, a partire dalla pubblicazione della serie a fumetti in dieci puntate "Tutti i milioni di Zio Paperone".

Martedí, 30 Ottobre 2007

messaggio da G.Gentili - 30/10/2007 20:00
Articolo su La Stampa:
Dove sono, quanti sono i disegni originali lasciati da Hugo Pratt, il re dei fumettisti italiani? E quanto valgono? Sono novemila almeno, come sostengono i figli, o trentamila addirittura come una "fonte autorevole" dice di ricordare? O magari nessuno, come giura Patrizia Zanotti, ex compagna, socia e per vent'anni colorista del papà di Corto Maltese? Per la famiglia la cifra "rubata" è di 50 milioni di euro (..)
C'è un'eredità contesa al centro della causa in corso presso il Tribunale di Venezia, la città dove Pratt è cresciuto, dove ha vissuto a lungo e ha lasciato il suo cuore anche nei lunghissimi anni di peregrinazioni nel mondo, da Londra a Buenos Aires, dagli Stati Uniti fino a Losanna che lo ha visto morire il 20 agosto 1995. (..)
A lungo Patrizia Zanotti, azionista della Lizard (la casa editrice che da poco ha ceduto alla Rizzoli) e socia di maggioranza della Cong di Losanna (la società che gestisce il copyright e lo sfruttamento dei disegni di Pratt) ha sostenuto che dei disegni originali non era rimasto nulla (..)

Lunedí, 29 Ottobre 2007

messaggio da G.Gentili - 29/10/2007 16:45
Da una segnalazione su AnimeClick:
I dati rilasciati dall’Istituto di Ricerca Giapponese per le Pubblicazioni mostrano che nel 2006 le vendite di manga in Giappone sono cadute a 481 miliardi di yen (circa 4,1 miliardi di dollari USA), un calo di circa il 4% rispetto all’anno precedente. Questo segna il quinto anno consecutivo del calo delle vendite. Il volume delle vendite dei Magazine di manga è passato da 1,34 miliardi di copie nel 1995 a soli 754 milioni nel 2006!
I ricercatori giapponesi e americani che studiano il trend avanzano diverse spiegazioni per il crollo delle vendite. Tra queste l'invecchiamento della popolazione giapponese, la semplice perdita d’interesse alla lettura e, secondo l'esperto e traduttore di manga Matt Thorn, una crescente insoddisfazione per la mancanza di originalità riscontrata in molti titoli. (..)

Domenica, 28 Ottobre 2007

weblog/?3450
messaggio da M.Migliori - 28/10/2007 18:04
Degna di nota la ricomparsa in libreria di un'opera fondamentale per il fumetto italiano, come la trilogia Shakespeariana di Gianni De Luca. Alessandro Editore a distanza di oltre 30 anni dall'originale pubblicazione su Il Giornalino, pubblica "Romeo e Giulietta", una delle tre opere che assieme a "Tempesta" e ancor più "L'Amleto" rappresentarono una evoluzione del linguaggio del fumetto.
Dalla presentazione del volume:
Era il 1975 quando per la prima volta sulle pagine de “Il Giornalino” uscì la trasposizione a fumetti di “Romeo e Giulietta”, realizzata da Gianni De Luca sulla sceneggiatura di Rudolph. E da allora, quest’opera rappresenta l'esempio più riuscito della rivoluzione del linguaggio narrativo del fumetto, caratterizzato dalla ricerca della dinamicità totale attraverso l'uso di grandi piani sequenza e la ripetizione dei personaggi in una stessa tavola per meglio seguirne i movimenti e i dialoghi, come nelle meravigliose tavole che Botticelli fece per la Divina Commedia.
Romeo e Giulietta di SIGMA (testi) e Gianni De Luca (disegni), serie De Luca n.1, Alessandro Editore, 52pp a colori, cartonato 24X32, in libreria, € 17,99

Venerdí, 19 Ottobre 2007

messaggio da G.Gentili - 19/10/2007 18:30
Il Signor Bonaventura: 90 anni di successi articolo su La Stampa:
Una figura leggera e calviniana entrata nell'immaginario. Personaggio dei fumetti dalla caratteristica marsina e bombetta rossa, i larghi pantaloni bianchi e il fedele cane bassotto al fianco, il Signor Bonaventura era lo strampalato eroe di avventure che lo vedevano quasi sempre squattrinato all'inizio e milionario alla fine. A caratterizzare maggiormente il fumetto, nato nel 1917 dalla fantasia Sergio Tofano in arte Sto, apparso sulle pagine del Corriere dei Piccoli per svariati decenni, era l'utilizzo esclusivo di testi a rima baciata che iniziavano con le parole "Qui comincia l’avventura del Signor Bonaventura...". A novanta anni dalla prima apparizione di Bonaventura sulle pagine del Corrierino, una mostra e un libro (ma anche uno spettacolo teatrale) celebrano una delle "strisce" più popolari e longeve della storia del fumetto italiano. (..)

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...