Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Giovedí, 29 Marzo 2007

messaggio da G.Gentili - 29/03/2007 00:15
La Free Books porta in Italia i Netcomics:
La filosofia della Netcomics è rivoluzionaria: si sono "aggiudicati" i nuovi serial dei più amati autori di manhwa – stiamo parlando di centinaia di titoli – e li pre-pubblicano in anteprima sul web. Il risparmio per i fan è enorme; al costo di pochi centesimi per ogni capitolo, si possono seguire molte più storie che in passato. (..)Le opere Netcomics escono ormai in contemporanea mondiale, sia in coreano che in inglese. Prima online e subito dopo nella tradizionale edizione cartacea da collezione in volumetto. Nel solo 2006 Netcomics ha pubblicato negli Stati Uniti ben 25 nuove collane, e l'espansione prevista per il 2007 è vertiginosa. (..)

Mercoledí, 28 Marzo 2007

messaggio da Wolfango Horn - 28/03/2007 06:55
Sabato 31 marzo alle ore 17.30 nella sala esposizioni di Palazzo SS. Salvatore nel Comune di San Giovanni in Persiceto (BO) verrà inaugurata la mostra "Pecos Bill, il West e la generazione di carta".
Alla fine del 1949 usciva nelle edicole italiane un albo a fumetti dedicato al personaggio che rischiò di oscurare la fama del più noto (e longevo) Tex: questo eroe rispondeva all'epico nome di "Pecos Bill", creato da Guido Martina e da un team di giovanissimi disegnatori che pochi anni dopo sarebbero divenuti maestri della nona arte, in Italia e all’estero. Pecos Bill è un cowboy allevato dai coyotes del deserto, che raddrizza ogni torto solo coi cazzotti e con il suo prodigioso lazo, mai con le pistole. I personaggi di contorno, le storie ben sceneggiate, e soprattutto la scrupolosa documentazione messa in atto dai disegnatori (a tal punto che i lettori erano convinti che le tavole fossero disegnate dagli americani), fecero di Pecos Bill un grandissimo successo, che durò fino al 31 Marzo del 1955, quando la serie si concluse con il numero 165. L’intera saga verrà riproposta nelle edicole pochi anni dopo, ma non riesce (o non vuole) tenere il passo con i gusti emancipati e smaliziati dei nuovi giovani lettori degli anni 60. Questa mostra, che raccoglie 70 tavole originali disegnate da nomi illustri per gli amanti del genere, come Dino Battaglia e Gino D'Antonio, si propone di trasmettere ai lettori di fumetti più giovani una parte dell'atmosfera di quegli anni, custodita in questi disegni; e anche di evocare qualche ricordo negli ex ragazzi di allora, a cui questa mostra è dedicata.
La mostra rimarrà aperta al pubblico fino a domenica 29 aprile. Orario di apertura: giovedì, venerdì e sabato ore 16-19; domenica e festivi ore 10-12.30 e 15.30-19.

Martedí, 27 Marzo 2007

weblog/?3039
messaggio da P.Dionisio - 27/03/2007 11:25
XL, il mensile di Repubblica, istituisce il Premio XL che verrà assegnato al Comicon, il Salone internazionale del fumetto e dell'animazione, a Napoli presso il Castel Sant'Elmo dal 27 al 29 aprile. Dal 26 marzo al 26 aprile una giuria popolare potrà votare attraverso un sondaggio sul sito il titolo preferito tra i dieci selezionati dalla redazione.
messaggio da P.Dionisio - 27/03/2007 07:00
Questi alcuni degli appuntamenti ad aprile con le fiere del fumetto: "Faenza Comics & Games" (Faenza, 31 marzo - 1 aprile), Fullcomics (Piacenza, 13-15), Comicon (Napoli, 27-29).
Tag:

Lunedí, 26 Marzo 2007

weblog/?3034
messaggio da Vale - 26/03/2007 20:00
Salve, ho letto sul vostro sito che il numero 23 di Nausicaa, edito dalla Granata Press e' stato abilmente piratato, ma che vi sono comunque delle piccole differenze: potreste dirmi quali sono queste differenze e come si riconosce il 23 autentico?
Grazie mille della risposta. Risponde P.Dionisio, uBC staff
Quel particolare numero differiva per 1mm in altezza e riportava una "sgranatura" sul simbolo che fa da numerazione alle pagine.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...