Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Venerdí, 16 Giugno 2006

messaggio da C.Di Clemente - 16/06/2006 05:36
L'Uomo Ragno si toglie la maschera rivelando la propria identità di Peter Parker durante una conferenza stampa. Succede nella miniserie "Civil War" scritta da Mark Millar e disegnata da Steve McNiven. Dall'articolo "L'uomo ragno si toglie la maschera" su Corriere.it:
La storia prende le mosse da una strage di innocenti provocata dall'incuria di un gruppo di supereroi in erba, preoccupati solo della ribalta televisiva. L'opinione pubblica si ribella e il governo emana un Registration Act che obbliga tutti i supereroi a rivelare la propria identità e a registrarsi come «armi di sterminio viventi».
E da "E Spiderman si tolse la maschera" di TGCom:
Il tema dell'episodio, seguendo la recente linea editoriale Marvel, segue strettamente l'attualità. L'argomanto della salvaguardia della privacy "versus" necessità di garantire la sicurezza nazionale, è uno dei più sentiti negli States dopo l'11 settembre e la minaccia di attacchi terroristici.

Giovedí, 15 Giugno 2006

messaggio da C.Di Clemente - 15/06/2006 09:00
Dall'articolo "Gli X-Men originali di nuovo a fumetti" di Fantasy Magazine, la notizia di una nuova miniserie sulle origini degli X-Men. Un estratto:
La mini s’intitolerà X-Men: First Class e racconterà dei primissimi tempi da studenti del gruppo originale di X-Men, quello inventato nel 1963 da Stan Lee e Jack Kirby: Ciclope, Uomo Ghiaccio, Angelo, Bestia e Marvel Girl (ovvero Jean Grey, la futura Fenice). Esplorerà soprattutto un aspetto finora trascurato nelle storie dei primissimi X-Men: il fatto che frequentavano una scuola, non erano ancora diplomati, ma soggetti a voti e valutazioni. Pur col massimo rispetto dovuto al lavoro originale di Lee e Kirby, la miniserie terrà conto della marea di guai e accidentacci accaduti ai cinque mutanti in più di quarant’anni di storie, e la loro personalità sarà raccontata di conseguenza.

Mercoledí, 14 Giugno 2006

weblog/?2282
messaggio da C.Di Clemente - 14/06/2006 14:07
Da afNews nuovi dettagli sul terzo libro a fumetti sui fumetti di Scott McCloud.
... uscirà negli USA il 5 settembre 2006, supportato da un lunghissimo tour (durerà un anno intero!) delle università e delle librerie statunitensi. Col terzo, McCloud torna a raccontare "l'interno" del fumetto, la creazione e le sue modalità, per svelare i "segreti" della narrazione nei comics, nei manga, nella letteratura disegnata.
La notizia (in inglese) dal sito ufficiale dell'autore.

Martedí, 13 Giugno 2006

messaggio da C.Di Clemente - 13/06/2006 09:03
"Fumoon", la video rubrica settimanale di Luca Raffaelli per Repubblica Multimedia, parla del progetto "Uffa! Che pazienza", una serie di cartoni animati tratte dalle "Favole" di Andrea Pazienza, storie per i più piccoli che l'autore realizzò per il figlio del suo amico ed editore Mauro Paganelli.

Lunedí, 12 Giugno 2006

messaggio da C.Di Clemente - 12/06/2006 16:16
Fantasy Magazine ospita un'intervista al disegnatore Sergio Toppi, uno dei pilastri del fumetto italiano. Un estratto:
Credo che ci siano molti giovani di talento impegnati in forme molto diverse, anche grazie ai nuovi strumenti a cui accennavamo prima, per esempio il computer. Io lavoro con la matita in mano ma che è uno strumento abbastanza raro per chi cominica adesso. Le cose mutano, ed è giusto che sia così. Solo, mi auguro che la seduzione tecnica del mezzo non finisca con il sostituire la creatività. Credo che ci sia questa possibilità, in effetti, ovvero che la tecnica si sostituisca in parte alla ricerca personale: non è un grido di allarme, ci mancherebbe, più che altro una riflessione personale che mi capita di fare ogni tanto. I nuovi strumenti di lavoro sono indubbiamente mezzi affascinanti ma forse c'è il rischio che ci si perda un po' nel gusto di cambiare, rivedere, allungare un disegno (occupazioni che, manualmente, sono molto meno attraenti) perdendo di vista il lavoro che si suppone ci sia dietro. Personalmente mi auguro che, di fondo, la pietra di volta rimanga sempre la creatività del singolo autore. Si vedrà. Noi, e parlo dei disegnatori della mia generazione, la nostra parte l'abbiamo fatta. Adesso auguro buon lavoro ai giovani e soprattutto auguro loro tutte le possibilità per esprimersi al meglio.

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...