Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

Venerdí, 26 Maggio 2006

weblog/?2232
messaggio da S.Mancosu - 26/05/2006 00:51
Dal quotidiano "La Repubblica" del 25 maggio 2006:
"Persepolis", la fortunata serie di fumetti autobiografici dell'iraniana Marjane Satrapi, pubblicato in tanti paesi del mondo (in Italia è uscito anche con "La Repubblica"), diventa un film. E la stessa scrittrice che ha condensato i quattro libri in una sceneggiatura, cura i disegni e la regia dell'animazione con Vincent Parronnaud. È una delle produzioni francesi più impegnative della stagione, di cui la Celluloid Dreams ha venduto i diritti alla Sony per la distribuzione negli Stati Uniti. La lavorazione è cominciata ad ottobre scorso, il film sarà pronto ad aprile 2007. Nella versione francese a dare voce alla protagonista Marjane, alla madre e alla nonna saranno tre generazioni di attrici, Chiara Mastroianni, Catherine Deneuve e Danielle Darrieux, che a Cannes ha ricevuto quest'anno un premio alla carriera. Marjane Satrapi, che attualmente vive a Parigi, è nata in Iran nel 1969. «La ragione del film è la stessa per cui ho scritto i libri. Avevo dieci anni quando cadde lo scià e si impose la rivoluzione islamica. Da allora si sono dimenticati i valori di una civiltà secolare e del mio paese si parla per il fanatismo religioso, il fondamentalismo, il terrorismo. Ho vissuto in Iran più della metà della mia vita, so che questa immagine è lontana dalla verità, non si più giudicare un popolo solo dai comportamenti dissennati di alcuni estremisti e del potere attuale. Almeno non è solo questo. Non voglio che tutti gli iraniani che sono morti per difendere la libertà, che sono caduti nella guerra contro l'Iraq, che hanno sofferto e soffrono sotto i diversi regimi oppressivi, siano dimenticati. Spero che "Persepolis aiuti a ricordarli».

Giovedí, 25 Maggio 2006

weblog/?2227
messaggio da R.Giammatteo - 25/05/2006 09:55
"La Fine della corsa" era il titolo di un albetto di 20 pagine che rappresentò una novità assoluta nel panorama a fumetti italiano. Correva il mese di ottobre dell'anno 1992 e l'albetto segnò la nascita di quello che si dimostrò nel tempo il più longevo dei bonellidi: Lazarus Ledd. Quel Numero ZERO rappresentò, inoltre, l'antesignano di tanti altri Zero che da lì a poco invasero le librerie e le fiere negli anni successivi. Oggi, a distanza di 14 anni, durante la recente kermesse di Torino Comics, l'ideatore della serie Ade Capone ne ha annunciato la prossima chiusura. Ed è lo stesso Ade che spiegherà ai suoi lettori i motivi della decisione sulla posta del numero 148 in edicola a fine mese. Di seguito, ne riportiamo alcuni passi:
...il conto alla rovescia verso LL n.150 è anche il conto alla rovescia verso la chiusura della serie. L’ultimo episodio sarà il n.151, che uscirà in novembre insieme all’Extra n.22. No, non sto scherzando. E’ proprio così. Con la conclusione dell’anno editoriale si concluderà anche la lunga galoppata iniziata esattamente quattordici anni prima, Lucca ‘92, LL n.0. Abbiamo sempre detto che LL avrebbe avuto un termine, come serie regolare...
...anche perché, inutile negarlo, la bimestralità - da me voluta - non ha funzionato. I conti sono peggiorati, e per invertire il trend negativo saremmo dovuti tornare alla mensilità. Perché il personaggio comunque continua a piacere, e i nuovi Extra (il n.21 uscirà in luglio) lo dimostrano. Ma, come dissi a suo tempo, la scelta della bimestralità era definitiva, e dunque lo è ora quella della chiusura. Proprio perché scrivere è la mia vita, non posso nè voglio dedicarmi anima e corpo in eterno allo stesso personaggio...
...E’ giusto, soprattutto, nei confronti di voi lettori. In questi quattordici anni ho cercato di dare a LL e dunque a voi lettori quanto più ho potuto. Per questo provo la stessa sensazione di quando uscì il n.1: quella di avere la coscienza a posto. Sì, sono davvero molto sereno e soddisfatto. E a scanso di equivoci: non ho proposto la gestione dell’albo ad altri autori nè intendo farlo. Sarebbe inevitabilmente un Lazarus diverso da quello che è stato in questi anni. E questo, in tutta sincerità, non mi sta bene...
messaggio da E.Longobardi - 25/05/2006 04:09
E così siamo arrivati alla fine della corsa. Questo è l'ultimo aggiornamento di Comics Code. Per spiegare i retroscena di questa "morte" e per i doverosi saluti da parte nostra vi rimandiamo allo speciale sulla fine di Comics Code. I contenuti di quest'ultimo aggiornamento: le interviste (Enki Bilal, Brian Azzarello, Frank Cho, Ted McKeever, Paolo Parisi, Giorgio Santucci e Jeff Jank), gli approfondimenti (un ricordo del maestro Ferdinando Tacconi, un'analisi di Mirrormask) e le recensioni del mese. Per finire, a chi non dovesse leggere lo speciale sulla chiusura di Comics Code dedichiamo un caro saluto. Voi ci mancherete. Speriamo di mancarvi anche noi.

Mercoledí, 24 Maggio 2006

messaggio da D.Pignatelli - 24/05/2006 00:43
La XV edizione de "I Libri per Strada, le Strade per il Libro", manifestazione fieristica che si svolgerà a Sarzana (SP) dal 27 maggio al 5 giugno, è caratterizzata anche dagli incontri "a fumetti" con autori italiani che si sono distinti per il forte richiamo all'attualità delle loro opere (Gipi con "Appunti per una storia di guerra", Paolo Parisi con "Chernobyl", Paolo Cossi con "La storia di Mara" e Gianluca Maconi con "Il delitto Pasolini"). Il programma degli incontri.

Martedí, 23 Maggio 2006

weblog/?2216
messaggio da C.Di Clemente - 23/05/2006 14:09
La Fondazione Herge' ha diffuso un fitto programma di eventi che coinvolgeranno varie nazioni per festeggiare il prossimo centenario di Herge' (nato il 22 maggio 1907 e morto nel 1983), il papà del celebre reporter Tintin. Da Adnkronos:
Nel prossimo mese di ottobre partira' la grande mostra 'In Peru' con Tintin' a Toronto, in Canada. Dal 6 dicembre 2006 al 19 febbraio 2007 si terra' a Parigi, presso il Centre Pompidou, un'esposizione di 200 disegni originali delle avventure di Tintin. Nello stesso periodo a Londra una piece teatrale mettera' in scena una storia di Tintin. Da giugno 2007 a febbraio 2008 il Museo marittimo di Stoccolma presentera' la mostra 'Tintin e le barche', mentre a a Bruxelles a marzo sara' inaugurata la rassegna 'Tintin e le automobili', che nel maggio 2007 sara' proposta anche al Salone dell'auto di Barcellona.
Tag:

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...