Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "romanzi a fumetti" rimuovi

Martedí, 14 Febbraio 2006

weblog/?1987
messaggio da F.Gallerani - 14/02/2006 00:53
Succose anticipazioni per il 2006 sull'ultimo numero di "Fumo di China" (n.137, gennaio 2006), dalla penna di Loris Cantarelli. In particolare segnaliamo l'esordio, a fine anno, dei "Romanzi a fumetti" Bonelli, con l'annunciato "Dragonero" di Stefano Vietti e Luca Enoch per i disegni dell'esordiente Giuseppe Matteoni al quale seguiranno, in rigoroso ordine libero, un western di D'Antonio e Calegari, un'avventura ambientata nella Legione Straniera a firma Piani e Polese, "Hit Moll" pulp a tinte forti di Enoch e Accardi, un thriller fantascientifico scritto da Paola Barbato e, dulcis in fundo, un noir, con un serial killer come protagonista, dalla inedita ambientazione italiana al tempo del futurismo scritto e disegnato da Gigi Simeoni. Tutte le altre novità sulla rivista ora in edicola.
(aggiornamento: data di uscita di "Dragonero" 16 giugno 2007)

Domenica, 28 Luglio 2002

messaggio da P.Dionisio - 28/07/2002 08:30
"Con l'aiuto di Hollywood i romanzi a fumetti acquistano popolarità", articolo di City, il quotidiano gratuito. "Per molto tempo, il business dei fumetti è sembrato limitato a supereroi, detective o alieni che, incontrastati, invadevano il pianeta. La clientela affezionata comprendeva per lo più adolescenti e collezionisti. Ma l'industria che vive nel "back stage" dei fumetti sta subendo una trasformazione del genere, grazie a una più impegnativa e letteraria "diramazione" chiamata "romanzo a fumetti". L'evoluzione è assecondata dagli scrittori di fumetti - sempre più determinati a raccontare personaggi più complessi - e da una sfilza di film di Hollywood adattati dai romanzi a fumetti, tra i quali l'ultima pellicola di Paul Newman e Tom Hanks, "Road to Perdition". "La nostra è una forma d'arte del tutto adatta a raccontare storie e intrattenere la gente", ha spiegato Max Allan Collins, autore di "Road to Perdition". "L'aspetto più interessante è che tutti capiscono il linguaggio e le dinamiche dei fumetti. La speranza è che la gente che vede e che apprezza il film possa interessarsi a esplorare nuove strade, finora considerate proibite, nel mondo delle vignette e dei romanzi a fumetti", ha aggiunto l'autore, che per 15 anni ha scritto storie di Dick Tracy. Le 300 pagine di "Road to Perdition" sono illustrate dalle vignette in bianco e nero del cartoonist Richard Piers, bravissimo nel rendere in immagini scene e azioni della letteratura tradizionale. Una pietra miliare nella storia della letteratura a fumetti è considerato "Maus", opera sull'Olocausto realizzata nel 1987 dal premio Pulitzer Art Spiegelman. Tra gli autori in voga oggi spicca invece Joe Sacco, che con il suo mix di humour, mistero e reportage giornalistico (vedi i suoi lavori su Bosnia e Palestina) ha creato un genere nel genere."

home Blog

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi