Salta direttamente al contenuto

<dopolavoro> il blog di uBC

visualizza solo se con tag "Paperone" rimuovi

Mercoledí, 4 Gennaio 2006

weblog/?1894
messaggio da Simonetta D'Ippoliti - 04/01/2006 07:30
Vi sembrerà strano ma, anche se ho più di quarant'anni, vorrei parlarvi di Topolino, il giornalino preferito da mio figlio A. che ha 11 anni ma che legge anche il mio figlio più grande G., che di anni ne ha invece 19. Del resto Topolino lo leggono non solo i bambini come A., ma lo leggono anche quelli che, per motivi anagrafici e nonostante i capelli bianchi e l'inclemenza del tempo -come per esempio mio marito M. che, sebbene abbia 50 anni, lo legge anche lui, di nascosto quando va in bagno- non hanno rinunciato a volare con la fantasia. Inoltre anche io, fin da bambina, ho viaggiato spesso con l'immaginazione da Paperopoli a Topolinia, attraverso i giornalini, ma anche i films disneyani, che allora venivano ogni tanto proiettati nella sala teatrale del mio paese d'infanzia, su un vecchio schermo addossato alla parete. Di fatto i personaggi disneyani sono stati tanto amati dai bimbi di ieri, quanto lo sono da quelli di oggi. Loro sì che sanno farci divertire, raccontavo raggiante a mio papà R. dopo che avevo letto in pochissimo tempo il giornalino di Topolino che lui mi aveva comprato poche ore prima, mentre giocherellavo con dei vecchi pupazzi di Paperino e Topolino che erano diventati logori a forza di usarli. Io penso che il segreto del loro successo sta sicuramente nella modernità delle storie. Certo, sarebbe comodo per noi che ci barcameniamo tutti i giorni con i nostri problemi familiari, di lavoro ed economici avere i poteri di Super Pippo o disporre dei soldi di zio Paperone. Tra Paperino e Topolino, però, confesso di preferire il primo perché è simpatico e sfortunato e prende sempre un sacco di fregature, proprio come me. Ma torniamo al nostro discorso. Come non amare, inoltre, la fattoria di Nonna Papera, Ciccio, Paperoga, Archimede, Pluto, Pippo, Eta Beta e company insuperabili in quanto a simpatia? Anche se allora ero piccola - avevo da poco compiuto 8 anni- mi è rimasta molto impressa la bellissima copertina di Epoca del Natale del 1966, con Topolino che piange, sotto l'albero di Natale, la morte di papà Walt.

Mercoledí, 20 Ottobre 2004

weblog/?1804
messaggio da L.Ferrini - 20/10/2004 09:32
"Una lettera da casa" (D 2003-081) pubblicata su Zio Paperone n.181 è una lettura obbligata per chiunque apprezzi l'opera di Don Rosa o abbia almeno gradito la saga di Zio Paperone. La storia narra dei rapporti del clan McDuck con i cavalieri templari, ma parla soprattutto dei rapporti tra Paperone e suo padre, di aspettative tradite, di odio e di incomprensione, della vita di Paperone, sempre dietro al sogno attraverso il sacrificio. Torna in scena anche Matilda, la sorella di Paperone (non la madre di Paperino). Zio Paperone n.181, in edicola dal 15 ott 2004, €3,60

Venerdí, 8 Ottobre 2004

messaggio da P.Dionisio - 08/10/2004 03:30
Oggi insieme al quotidiano La Repubblica è allegato il terzo volume de I Classici del Fumetto di Repubblica - serie oro: dedicato a Zio Paperone. Il volume contiene la saga in 12 capitoli di "D.U.C.K" e 5 capitoli aggiuntivi a corollario che Don Rosa ha scritto e illustrato dedicandoli a Carl Barks, l'Uomo dei Paperi.

Giovedí, 7 Ottobre 2004

messaggio da G.Gentili - 07/10/2004 14:15
Dal primo cent ai fantastiliardi così diventò ricco zio Paperone è il titolo dell'articolo di Luca Raffaelli dedicato a Zio Paperone apparso oggi su Repubblica per l'iniziativa "I Classici del Fumetto di Repubblica - serie oro" in uscita domani. Un estratto:
"Scoprire le origini di un personaggio dei fumetti è un po´ come guardare attraverso il buco della serratura, entrare nella sua privacy, mettere in luce l´antefatto inconfessato. E questo ha fatto con grande cura e attenzione Don Rosa, autore del Kentucky di chiare origini italiane, raccontando per la prima volta tutta la vita giovanile e adulta di Paperon de´ Paperoni, quella precedente al suo arrivo a Paperopoli dove decise di costruire il suo celebre deposito. È questa la lunga saga di Paperone che "Repubblica" propone da domani con il terzo volume tutto a colori dei classici del fumetto "serie oro". Un volume che più completo non potrebbe essere, perché comprende, oltre a tutta la saga ufficiale, anche altre cinque storie "fuori serie" che la integrano alla perfezione."
Gli altri articoli alla pagina delle Idee.

Venerdí, 17 Ottobre 2003

messaggio da P.Dionisio - 17/10/2003 03:30
Oggi, insieme al quotidiano La Repubblica è allegato il trentacinquesimo volume de I Grandi Classici del Fumetto: stavolta è il turno di Zio Paperone, il papero più ricco del mondo, creato nel 1947 da Carl Barks. Il volume contiene le storie "Zio Paperone e la stella del Polo" (Carl Barks), "Zio Paperone l'ultimo signore dell'Eldorado" (Don Rosa), "Zio Paperone e l'ultimo balabù" (Romano Scarpa), "Zio Paperone naufrago volontario" (Carlo Chendi/Luciano Bottaro), "Zio Paperone e la febbre dell'oro" (Rodolfo Cimino/Massimo De Vita) e "Zio Paperone e le sabbiature a domicilio" (Giorgio Pezzin/Giorgio Cavazzano). E la settimana prossima tocca a Mister No...

home Blog
più recenti
meno recenti

invia un messaggio
il blog è una sorta di "diario di gruppo" che vive delle vostre riflessioni e delle vostre segnalazioni... partecipate!

categorie:

news
posta
avvistamenti
eventi

messaggi dei giorni precedenti...