ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineValerianArticoliPrecedenteSuccessiva






Il caso Star Wars
punti di contatto con Valerian
di Pierfilippo Dionisio


"Sto preparando un grande film di fantascienza. Ho l'impressione che gli americani abbiano copiato un po' troppo dai tuoi album in certi film; io invece intendo assumerti e pagarti per farti lavorare per me."
Queste erano le parole di Luc Besson quando propose a Mézières di collaborare per creare alcune delle più belle scenografie de "Il Quinto Elemento".

Cosa si propone questo articolo? Di esporre alcune similitudini tra Valerian - in particolare l'albo "L'impero dei 1000 pianeti" del '69/'70 - e i primi 3 film del ciclo di Guerre Stellari, iniziato nel 1977.
Cercheremo di dimostrare - o almeno di porre il dubbio - che Lucas, o chi ha contribuito direttamente alla stesura testuale e grafica dei film, abbia avuto modo di conoscere questo fumetto e si sia in parte ispirato.
Non intendiamo affermare che i film abbiano copiato! In Star Wars sono presenti motivi già classici come il cavaliere che salva la principessa ma anche innovativi come la religione Jedi e la Forza, tutti intinti in un'ambientazione fantascientifica ricca di strabilianti effetti speciali.

Il genere. Il primo passo è questo: ambedue abbracciano i temi della Fantascienza, attraversando grandi distanze e visitando mondi abitati da razze aliene di foggia fantastica. Non è innovazione della serie a fumetti, in quanto è un tema di spicco della sf e proprio in quegli anni, dal 1966 al 1969, l'astronave Enterprise stava compiendo il suo viaggio quinquennale in cerca di nuovi mondi.
Certo la varietà di alieni da costumi e usi differenti dai nostri e i tanti umanoidi presenti sulle pagine di Valerian sembra precorrano quelli che incontrerà Luke e il suo gruppo.

(13k)
Astroporto di Sirte
  
L'astroporto di Sirte è un luogo dove atterrano di continuo astronavi provenienti da tutto l'Impero: non esiste dogana o sorveglianza alcuna.
Sembra lo stesso porto da cui parte l'odissea di Guerre Stellari, il posto da cui parte il Millenium Falcon in fuga, proprio come l'astronave di Valerian.
Per di più l'astronave usata dal Servizio Spazio-Tempo ha una forma circolare che non può non farci venire il dubbio della somiglianza. Certamente gli anni erano ancora prematuri e le navi spaziali avevano ancora nell'immaginario collettivo quella forma aerodinamica come i razzi. Ma gli autori della serie a fumetti avevano pensato di dotare i protagonisti di questo apparecchio tondeggiante.

(63k)
L'astronave di Valerian
L'Impero che governa i 1000 pianeti lo fa dispoticamente e un manipolo di Ribelli - non notate nessuna rassomiglianza? - decide di riunire le proprie forze in una flotta spaziale...

(25k)
La flotta dei ribelli

(13k)
Le guerre stellari
...atto che culmina proprio in alcune guerre spaziali, anzi, stellari.

Anche questi sono tutti temi già affrontati mille volte ma messi insieme uno dietro l'altro...

Non è ancora finita.
Dietro la facciata di un principe nel Palazzo Imperiale su Sirte, in realtà si nasconde la vera figura regnante: la setta dei Veggenti. Questi hanno organizzato una religione antica ed i membri che ne fanno parte sono dotati di oscuri poteri e facoltà divinatorie. Inoltre indossano tutti un pesante casco, dalle fatture simili a quelle di alcuni cavalieri medievali.

(17k)
Un veggente
Durante un pedinamento per scoprire chi siano realmente questi esseri, Valerian viene fatto prigioniero e rinchiuso in un campo energetico che ricorda molto la prigionia nel blocco di carbonite di Han Solo.

cliccare per ingrandire
(cliccare 75k)

Valerian...
(14k)
...imprigionato
Dulcis in fundo, ecco qualcosa che vi scuoterà se già i precedenti casi non l'hanno fatto.
Al termine della storia le forze ribelli sgominano quelle dell'Impero e il nostro eroe si trova di fronte ai Veggenti.
Uno di questi rivela la propria identità e si toglie la maschera, mostrando il viso.

(25k)
Il volto di un Veggente
Francamente la scena è molto simile a quella di Darth Vader quando mostra il volto al figlio: se già c'erano punti di contatto riguardanti la religione, gli strani poteri e la maschera, il viso mutilato sembra una conferma alla tesi da cui eravamo partiti.(1)

Valerian nasce nel 1967 e questa sua avventura è stata conclusa nel 1970, mentre il primo film di Guerre Stellari esce nel 1977. Anche se lo script del film e la sua realizzazione fanno arretrare temporalmente la sua nascita di elaborazione, rimarrebbero ancora alcuni anni di distacco tra le due opere e la serie a fumetti sarebbe ancora anteriore.

In effetti Lucas ha più volte affermato di aver letto fumetti da giovane (vedi articolo apparso su Monitor) e probabilmente gli è capitato fra le mani uno di questi albi che, almeno inconsciamente, l'hanno ispirato per alcune cose.

Se così non fosse, tutto questo sarebbe un'incredibile coincidenza...

Comunque non siamo stati i primi e non saremo gli ultimi a notare queste somiglianze e a puntualizzare sulla faccenda.
Per concludere, ecco un'immagine disegnata da Jean-Claude Mézières che ritrae i due agenti spazio-temporali, seduti ad un tavolo assieme a Luke Skywalker e alla Principessa Leia. (2)

(32k)
Leia, Luke, Valerian e Laureline al Bar delle Stelle


1. Probabilmente anche il personaggio del Veggente ha a sua volta qualche debito con un famoso villain dei comics americani: il Dottor Destino (in originale Doctor Doom) alias Victor Von Doom, apparso per la prima volta nel luglio del 1962 sul n.5 de "I Fantastici Quattro" (Marvel).
A questo punto è difficile sapere con certezza se Darth Vader si ispiri direttamente a Doom o al Veggente: in ogni caso altri elementi menzionati nell'articolo ricordano le atmosfere respirate sugli albi di Valerian, poi presenti nella saga di "Guerre Stellari".

2. L'illustrazione è stata realizzata per un articolo su "Il ritorno dello Jedi" e sull'ispirazione della Bande Dessinée nei film di George Lucas, apparso sulla rivista Pilote nel 1983 (il disegno è riportato anche nel volume "Les Extras de Mézières").
Le nuvolette riportano:

  • Leia: "Comme c'est amusant de nous rencontrer ici!"
    ["Com'è buffo incontrarci qui!"]
  • Laureline: "Oh, nous sommes des habitues de cette boîte depuìs longtemps!"
    ["Oh, noi siamo clienti abituali di questo posto da tempo!"]

 
 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §