ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  Sulle terre finte
Codice: [8] 46pp
Rating:
scheda di Ramon Aznar

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Pierre Christin
    Disegni/Copertina:
    Jean-Claude Mézières
    Colori:
    E.Tran-Lê (versione originale francese)
    Lettering:
    Renata Tuis
    Traduzione:
    Ferruccio Giromini

    Gli Albi di Pilot - L'isola trovata
    n.19 "Valerian - Sulle terre finte" - 46pp - 86.04
    (cliccare 70k)

    Pilote Magazine (mensile) - Dargaud
    n.31-34 "Sur les Terres Truquées" - 46pp - 76.10/77.01

    Raccolta in albo
    n.7 "Sur les Terres Truquées" - 46pp - 77.
    (cliccare 63k)


In due parole. .

Laureline e Jadna (agente storiografa di Galaxity) stanno rintracciando uno sconosciuto che genera copie di luoghi e di momenti della Terra dei secoli XIX - XX. Valerian cerca di individuare ogni tempo riprodotto, per elaborare le coordinate del loro creatore. Ed ogni volta muore...

cliccare per ingrandire
(cliccare 85k)

L'India coloniale
cliccare per ingrandire
(cliccare 77k)

La Londra
del sec. XIX

cliccare per ingrandire
(cliccare 80k)

San Francisco 1895
cliccare per ingrandire
(cliccare 82k)

La Francia
della Belle Époque

cliccare per ingrandire
(cliccare 74k)

I mille mondi
dell'alieno

cliccare per ingrandire
(cliccare 82k)

La Grande Guerra


Perchè è da ricordare

"Sulle Terre Finte" ci tiene in sospeso per gran parte della sua lettura: non conosciamo l'identità della co-protagonista, Jadna, fino quasi alla fine (e anche in quel momento non è che sia così comprensibile...).

Ci chiediamo che cosa fa Valerian in ogni mondo riprodotto ad immagine della Terra, e siamo sorpresi da ognuna delle sue molteplici morti.

La trama e la scenografia sono insolite nella saga del nostro agente spazio-temporale.
La storia è una protesta contro i mali chiamati "progresso dell'umanità", quali l'imperialismo o il colonialismo, il capitalismo e la guerra (in ordine d'apparizione in questo albo).
Pierre Christin abilmente tratteggia in poche pagine questi temi e ne fa una denuncia di cui ne è portatrice Laureline, soprattutto nella scena della ricerca del suo amato tra le trincee e nello scatto d'ira verso Jadna e l'alieno, che si divertono nel ricostruire quelle epoche, dimostrando un freddo distacco.

Lo stile di Mézières è il solito, anche se - a causa dei cambiamenti di scena - contribuisce a confondere il lettore, che si aspetta di leggere una space-opera ed è invece sorpreso dall'atmosfera, vicina alle avventure coloniali dell'India di Rudyard Kipling e al capitalismo travolgente del West americano nella sua corsa di colonizzazione verso il Pacifico, o dalla scena deprimente della Grande Guerra delle trincee, fra la Francia e l'esercito prussiano, nel 1914.
Un albo di transizione, o d'impasse, che tutto sommato ci invita a leggerlo non più di una volta e probabilmente a dimenticarlo nel nostro scaffale.


Note e citazioni

  • In Italia questa storia fu pubblicata su Gli Albi di Pilot, i monografici di Pilot, la versione nostrana della celebre rivista francese. La copertina non è quella francese ma la composizione di 2 vignette: la 3ª della tavola 15B di pag.17 e la 2ª della tavola 19a di pag.21 (ricordiamo che le tavole francese si compongono di mezze tavole, la A e la B).
    Come al solito, la copertina ufficiale francese è notevolmente più bella e ricercata
  • Sembra un ritorno ai racconti brevi, anche se l'argomento della trama che li conduce al risultato finale collega tutte le storie.
  • L'idea è eccellente, ma non c'è il tempo materiale di sviluppare una trama così complessa come questa, anche a causa delle limitazioni abituali dell'albo (46 pagine).
  • L'ultima vignetta (vedi "La frase" qui sotto) riprende il quadro "Colazione di canottieri" (1881) del famoso pittore impressionista Auguste Renoir: identici sono la scena e i personaggi nella parte a sinistra di Valerian.
Incongruenze
La frase

    (29k)
    L'ultima battuta dell'albo
  • Didascalia: E dopo un altro po'...
  • Valerian: "Aveva il suo fascino qust'epoca. Non c'è dubbio. Comunque non riesco a capire come tu possa conciliare tutti i discorsi radicali che facevi lassù con questa vacanza temporale..."
  • Laureline: "Le donne sono piene di contraddizioni, caro mio. Offrimi dello champagne, dai!"
  • FINE
Tavola 46b


Personaggi

Valerian, agente spazio-temporale Laureline, agente spazio-temporale e compagna di Valerian Jadna, agente storiografa di Galaxity I multipli "clonati" di Valerian L'esercito britannico in India Il maharajah Sittanavasal 528 e le sue truppe I soci di un "club privato" a Londra Gli abitanti di una città francese durante la "Belle Époque" Le truppe Franco-Prussiane nella guerra del 1914 Misterioso alieno dalla forma ovoidale, dotato di dispositivi meccanici sconosciuti

Locations

Riproduzioni del pianeta Terra, nei secoli XIX - XX, senza collegamenti tra loro (di seguito nell'ordine di apparizione) India Londra Chinatown - San Francisco del 1895 Francia della Belle Époque (inizio sec. XX) Trincee della guerra del 1914 Astronave dell'alieno Astronave di Valerian e Laureline Parigi (reale) del sec. XIX

Elementi

Un villaggio indiano dal secolo XIX Artiglieria coloniale inglese dal secolo XIX Arme da fuoco dal secolo XIX Pistola a raggi Terminale di intelligenza elettronica Impianto trasmettitore delle coordinate Impianto di clonazione Biplani dei secoli XIX-XX Installazione per riprodurre i "mondi terrestri" Nave di trasporto nello spazio


Trama

7. Le truppe coloniali inglesi assediano il villaggio di un maharajah indiano e infine lo conquistano dopo un assalto. Uno dei soldati inglesi è un clone di Valerian, che nonostante i rischi può individuare la base di comunicazione del maharajah. Una volta arrivato là, trasmette la sua posizione e le coordinate a Laureline. Subito dopo, Valerian cade sotto le pallottole delle truppe inglesi, mentre Laureline contempla la sua morte con impotenza, dalla nave spazio-temporale, in un compagnia di un'agente storica di Galaxity che impartisce gli ordini.
La storia si ripete in diverse scene. Ogni volta Valerian individua il centro di comunicazione (in un club privato inglese, a San Francisco e nella Parigi della "Belle Époque") appena prima di essere eliminato. Laureline si limita a registrare le coordinate che Valerian trasmette, inviando un nuovo clone del nostro eroe nella scena successiva. Tutti servono all'unico scopo di individuare il "creatore" dei mondi fittizi...

Finalmente Laureline e Jadna, seguendo le coordinate, arrivano alla base aliena in cui vengono prodotti i mondi falsi. Jadna è meravigliata della documentazione posseduta dall'alieno, mentre tutti i cloni di Valerian che ancora restano muoiono nelle trincee della Grande Guerra.
Laureline si riprende da un colpo ricevuto durante il brusco atterraggio della sua nave spaziale e comincia a cercare il vero Valerian fra i suoi cloni, che sono già tutti morti. Infine trova Valerian vivo, affronta Jadna (che lascia insieme all'alieno) e finalmente ritorna a Galaxity con Valerian per informare i suoi capi.

Nell'ultima pagina, vediamo la nostra copia godere una breve e felice vacanza nella Parigi (autentica, questa volta...) del XIX secolo.



 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §