ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  L'impero dei mille pianeti
Codice: [3] 45pp
Rating:
scheda di Pierfilippo Dionisio

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Pierre Christin
    Disegni/Copertina:
    Jean-Claude Mézières
    Traduzione:
    Franca Fortuna

    Valerian - Vallecchi
    Volume n.2 "L'impero dei mille pianeti" - 45pp - 79.
    (cliccare 35k)

    Valerian - Vallecchi
    Missioni nello spazio e nel tempo [senza titolo] - 45pp - 79.
    contiene anche il Volume 1 "La città delle acque mobili"
    (cliccare 48k)

    Pilote Magazine (settimanale) - Dargaud
    n.520-541 "L'empire des mille planetes" - 45pp - 69.10/70.03

    Raccolta in albo
    n.2 "L'empire des mille planetes" - 45pp - 71.
    (cliccare 67k)

    Collana 16/22
    n.4 "L'empire des mille planetes" - 45pp


In due parole. .

Durante una missione di esplorazione sul pianeta Sirte, Valerian e Laureline vengono a scontrarsi con la setta dei Veggenti, un misterioso gruppo di persone che manovra nell'ombra il governo dei 1000 pianeti. Ma qual è la loro vera natura? E perché odiano i terrestri?

cliccare per ingrandire
(cliccare 63k)

Sirte la grande
cliccare per ingrandire
(cliccare 82k)

Ricchezza...
cliccare per ingrandire
(cliccare 77k)

...e povertà


Perchè è da ricordare

Questa è la prima storia di space opera vera e propria della serie. Finalmente vediamo Valerian e Laureline avventurarsi nello spazio alla ricerca di nuove forme di vita da contattare e conoscere. Come in un caleidoscopio si susseguono vorticosamente di fronte al lettore molte razze aliene, oggetti sconosciuti e ambienti inconsueti agli umani.
Questa grandissima varietà di elementi fantascientifici e di certi particolari apre anche un caso - Il caso Star Wars - descritto nel relativo articolo e a cui vi rimandiamo per approfondimento.

Pure stavolta notiamo un'analisi sociale sottintesa: per combattere e spodestare l'oligarchia dei Veggenti, si riunisce una federazione ribelle composta da varie categorie di lavoro e relative corporazioni. Una nascente plutocrazia vuole instaurarsi al governo e Elmir ne è il portabandiera ma altre forze sociali si muovono e così scoppia la rivoluzione globale per stabilire quale sarà il regime che sostituirà l'Impero.


Note e citazioni

  • Escluse le storie corte, questa è la prima avventura spaziale di Valerian.
  • Ci sono molte analogie con il futuro film "Star Wars". si consiglia di leggere l'approfondimento, nel link indicato nella sezione precedente.
  • La storia si apre con un breve viaggio introduttivo a Sirte: come in un documentario vengono descritti i luoghi, le persone ed i costumi, la flora e la fauna.
  • L'ultima tavola è firmata per i testi con il nome Linus: questo è l'alias usato inizialmente da Pierre Christin (come descritto nella scheda).
Incongruenze
La frase

    (31k)
    Il Veggente
  • Veggente: "FAI SILENZIO TU! Basta questo per riconoscere i terrestri, l'orgoglio, l'ostinazione la follia dei terrestri! RAZZA MALEDETTA! La nostra vendetta sarà terribile!!!"
Tavola 10b


Personaggi

Veggenti [+] Valerian, agente spazio-temporale Laureline, agente spazio-temporale e compagna di Valerian Pescatori di Marcyam su Sirte Elmir, piccolo mercante di Sirte in realtà Gran Maestro delle Corporazioni dei Mercanti Principe Ramal, di Sirte

Locations

Spazio Sirte la grande, capitale dell'Impero dei 1000 pianeti Palazzo imperiale di Sirte Grande Emporio Astronave di Valerian e Laureline Porto astrale di Sirte Templi dei Veggenti Vicolo nero, sobborgo di Sirte Slomp, asteroide dei Veggenti Astronave dei Veggenti [+]

Elementi

Schamil, conchiglie di Glimius, donano l'oblio Pietre viventi di Arphal, gioielli Spieglic, rari animaletti che trasmettono felicità telepaticamente Marcyam, grosso serpente dalla pelle preziosa Religione dei Veggenti Orologio antico terrestre Rapimento di Valerian e Laureline Vendetta dei Veggenti contro i Templari Tempesta di ghiaccio Festa imperiale Ribellione su Sirte e nell'Impero dei 1000 pianeti Battaglia spaziale Salti spazio-temporali Passato e vera identità dei Veggenti Lacrime fosforescenti di Slomp, da cui si ricava un elisir di immortalità


Trama

2. Nello spazio infinito esistono sconosciute civiltà ed esseri viventi.
In una sperduta galassia, in un sistema solare, un pianeta: Sirte la grande, capitale dell'Impero dei 1000 Pianeti. Uno straniero che la visita per la prima volta rimarrà strabiliato dalle meraviglie che offre: lo sfarzoso Palazzo Imperiale (ma interdetto al pubblico) dove risiede la dinastia regnante, il Grande Emporio, punto di contatto per le razze del sistema dove si commerciano strani e affascinanti oggetti e animali, il Porto Astrale, sempre in fremente attività, la giungla dove i pescatori cacciano il Marcyam e dove si ergono i possenti templi degli immortali Veggenti, medici del corpo e interpreti dell'anima che nascondono il viso dietro ad una maschera di ferro dispensando vaticini ai postulanti. Si narra che il potere di Sirte sia nelle loro mani.

In missione per prendere contatto con questa grande civiltà che ancora non conosce il viaggio nello spazio-tempo, Valerian e Laureline atterrano in incognito ed esplorano il pianeta. Al Grande Emporio un oggetto attira l'attenzione della ragazza: un antico orologio, di fattura terrestre, inspiegabilmente inserito tra la merce in vendita. Comprato, i due si dirigono verso un assembramento di persone: un Veggente dà udienza popolare. Ad un tratto questi eccezionalmente si interrompe e si rivolge direttamente a Laureline chiedendole cosa sia l'oggetto appena acquistato e a cosa serva. Data una giusta risposta, il mascherato togato esce di scena e la gente mormora per le parole della bella agente spazio-temporale.
Passa un po' di tempo e la coppia viene rapita da energumeni che li conducono ad un tempio nella giungla: ad accoglierli è lo stesso Veggente - colpevole l'orologio - che li smaschera come terrestri, lanciando una minaccia. Ma i due scappano all'esterno e, scontratisi con un grosso Marcyam, sono fatti salvi da alcuni persatori che li aiutano a tornare in città.
Qui decidono di entrare nel Palazzo Imperiale per capire chi regni effettivamente: il principe o la misteriosa setta? Dopo un inutile tentativo, un mercante, Ermil, li nasconde dentro conchiglie Schamil in cambio di informazioni. All'interno i due agenti vengono separati: Laureline partecipa alla festa del principe mentre Valerian scopre un'assemblea di Veggenti ma, scoperto, viene fatto prigioniero e sottoposto ad una macchina della verità finché interviene lo stesso principe Ramal - in realtà fantoccio al governo - che lo libera per intercessione di Laureline.
Ricondotti all'esterno del palazzo, la coppia si dirige da Ermil che si rivela come Gran Maestro della Corporazione dei Mercanti, intento ad organizzare una forza di ribellione all'ordine costituito dai Veggenti: grazie all'aiuto di Valerian e della sua astronave in grado di viaggiare nello spazio-tempo, convincono altre forze dei pianeti dell'impero e si preparano alla guerra. Sconfitte le armate imperiali, non rimane che puntare su Slomp, l'asteroide dove si ritiene si nascondano i Veggenti.
Debellate le poche difese, Valerian è invitato a bordo del relitto di un'astronave dove sono raccolti i membri della setta. Questi si rivelano per chi sono realmente: deformi esseri umani mutilati dalla radioattività, che secoli fa partirono dalla Terra con un veicolo ancor impossibilitato al viaggio nello spazio-tempo. Schiantati sull'asteroide, sopravvissero grazie alle lacrime fosforescenti, sostanze in grado di conferire l'immortalità (in realtà una condanna), fino a quando riuscirono ad arrivare su Sirte e a fondare una religione.
Ritenuta la Terra e tutta la sua popolazione responsabili della loro disgrazia, in loro è maturato un unico sentimento: la vendetta. Ma ormai non hanno più energie per il loro piano. Dichiarati sconfitti, si autodistruggono dopo aver consegnato a Valerian l'orologio e il ricordo della loro triste storia.

Ormai il governo è spodestato e i mercanti come Ermil credono di potervisi instaurare ma Laureline porta la notizia che altri gruppi sociali intendono riempire i vuoti di potere creati a seguito del collasso imperiale.



 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §